" "

Mondiale Motocross – Maggiora è pronta per il 15/16 giugno.

Cerri, Avandero, Fasola, Schneider e David Philippaerts.
Paolo Schneider e Stefano Avandero, le menti del progetto Maggiora Park e del ritorno del Mottaccio del Balmone a livello Mondiale.

Alla presenza delle massime autorità municipali, capitanate dal Sindaco di Maggiora Sig. Giuseppe Fasola, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del GP d’Italia Motocross che si svolgerà sul crossdromo “Mottaccio del Balmone” il prossimo 15-16 giugno. Con questo primo atto ufficiale, si è alzata la bandiera verde che, in questi ultimi venti giorni che ci separano dall’evento, accompagnerà tutti gli addetti ai lavori verso quello che sarà un evento storico, come storico è stato il circuito piemontese nel meno recente passato. “Maggiora ritorna nel giro mondiale e lo fa in grande stile, come è giusto che sia. –queste le parole del primo cittadino di Maggiora- Una società nuova, gestita da due imprenditori intraprendenti e appassionati, che hanno ridato vita a quello che è stato, il fiore all’occhiello del Comune di Maggiora. Con la rinascita del motocross a Maggiora, rinasce anche il nostro territorio e l’amministrazione comunale, non poteva far altro che supportare al meglio e per quanto possibile, questa iniziativa”. Un progetto, denominato MAGGIORA PARK, che si materializza attraverso la grande “ouverture” del Gran Premio d’Italia Motocross, massima espressione dell’attività agonistica fuoristrada, sul territorio nazionale. Un evento che, come sottolineato dall’assessore allo sport Sig. Italo Cerri, “riporterà Maggiora alla ribalta delle cronache mondiali dello sport e non solo”. Un progetto che per il momento ha ravvivato un’intera comunità e ha creato molte opportunità di lavoro portando occupazione e introiti economici in tutto il territorio e presso tutte le strutture ricettive che per il week end del 15-16 giugno hanno fatto gia registrare numeri record. Un progetto che comunque non sarà finalizzato soltanto alla pratica del motocross ma anche alla rivalorizzazione dell’intera area che, da totale stato di abbandono, è stata bonificata e riportata alla luce, nel migliore dei modi. Maggiora Park prevede al suo interno attività collaterali di diverso genere, che spaziano dai concerti musicali alle gara di MTB, e tutte le altre discipline su due ruote non a motore, massima espressione dello sport nel rispetto dell’ambiente e dell’ecologia. È stato Paolo Schneider (amministratore SCHAVA srl), a descrive i numeri del progetto focalizzando il punto sulla risposta del territorio “A Maggiora, mi sento come a casa. Abbiamo ricevuto molti consensi e tutti si stanno adoperando per agevolare il nostro lavoro. Il progetto è ambizioso ma abbiamo le carte in regola per portarlo a termine e stiamo procedendo secondo i piani. Il motocross è la nostra passione, è diventata la nostra professione e con il GP d’Italia, organizzato in prima persona, arriviamo al coronamento di un sogno”. Maggiora Park, non solo motocross, recita lo slogan principale che apre le descrizioni del progetto nel suo complesso e Stefano Avandero (amministratore SCHAVA srl) ha illustrato le molteplici opportunità che, una volta portata a regime la macchina organizzativa, si svilupperanno all’interno dell’area situata alle porte del parco del Fenera. “Le attività legate al motocross sono regolamentate da una specifica convenzione stipulata con il Comune di Maggiora e per il momento sappiamo con certezza che nell’arco dell’anno saranno al massimo due, gli appuntamenti con il fuoristrada, come protagonista all’interno della nostra area. Il progetto prevede molteplici attività collaterali e abbiamo in fase di studio un calendario eventi dove sono inseriti concerti musicali e eventi mediatici di diversa caratura. Le strutture, compreso il ristorante con piscina che resterà aperto tutto l’anno, potranno essere utilizzate, da privati per momenti conviviali, come da tutte le aziende, che avranno a disposizione spazi esclusivi dedicati a meeting e non solo”. Alla conferenza stampa di presentazione del GP d’Italia, ha partecipato il campione del mondo MX1 – 2008, David Philippaerts che in zona ha molti fans, abitando a pochi chilometri dal Mottaccio del Balmone. “Sono in netto recupero anche se non è facile –ha cosi commentato la sua prima parte di stagione, David – ma nelle ultime gare ho visto netti miglioramenti della mia condizione fisica e anche sul lato tecnico abbiamo fatto grossi passi in avanti. Moto e team: tutto nuovo. Avevano bisogno di un bel “rodaggio” e stiamo entrando in forma, tutti insieme. Facciamo test su test e anche questo mi sta aiutando, spero di fare una bella gara a Maggiora. Arriveranno molti fans a sostenermi e con la squadra abbiamo preparato una livrea nuova per la moto, per l’abbigliamento e per il mio casco. L’occasione per far bene nella gara di casa è veramente allettante, io ce la metterò tutta, come sempre.” Un altro motivo per il quale nessuno potrà mancare a questo appuntamento è dettato dall’annuncio che, Chicco Chiodi, tre volte campione del mondo della classe 125 (1997-1998-1999) approfitterà del GP d’Italia 2013 per salutare in pista tutti i suoi tifosi, dando l’addio ufficiale alle competizioni.

Il bresciano, in sella a una delle moto ufficiali con le quali ha conquistato l’iride, effettuerà un giro di pista per salutare tutti quelli che nel corso della sua brillante e longeva carriera lo hanno sempre sostenuto. La bandiera verde si sta per abbassare sul

Mottaccio del Balmone, decretando il via libera. Nessuno deve mancare.

La pista.

Curiosità: Ecco alcuni numeri sul GP d’Italia di Maggiora.

Il cantiere

– il tempo di lavorazione del progetto dalla stesura alla previsione di fine lavori :

24 mesi – 2 anni

• • Primi contatti, documento programmatico e bozza di convenzione, variante di PRGC e analisi di compatibilità giugno 2011 giugno 2012

• • Bonifica di 110.000 mq di terreni in stato di degrado

• • Progetto definitivo presentazione ed approvazioni finali – luglio 2012 – dicembre 2012

• • Fine lavori per evento sportivo – giugno 2013.

– giornate lavorative complessive : 250 gg

– imprese coinvolte : 27

– persone coinvolte: 250

I materiali

• • Smaltimento di oltre 400 mq di coperture Eternit e di 5 tonnellate di materiali ferrosi ammalorati

• • Oltre 20 Km di cavi elettrici

• • Oltre 2 Km di tubazioni gas, acqua e scarichi

• • Oltre 50 Tonnellate di acciaio

• • 5 tonnellate di vetro

La logistica

– 50 Mb di velocità standard delle connessioni di rete

– 200.000 mq di parcheggi

– 7 Km di transenne

La logistica

– 50 Mb di velocità standard delle connessioni di rete

– 200.000 mq di parcheggi

– 7 Km di transenne

– 150 volontari

– 400 addetti ai servizi

– oltre 100 mezzi di servizio utilizzati

– piena affluenza negli alberghi di tutta la zona dei laghi e delle colline novaresi

– incremento dei consumi presso gli esercizi commerciali

I numeri dei Media

– 250 giornalisti e fotografi accreditati

– dirette e repliche TV nei Cinque Continenti

– redazionali sui quotidiani e mensili sportivi in tutta Europa

– successo Social Media

– oltre 15.000 Likes su FaceBook

– più di 800.000 utenti che hanno visualizzato contenuti associati con la pagina dell’evento

Check Also

Mondiale Motocross – A Kegums ancora Carioli ed Herlings.

Kegums, Lettonia, una pista veloce e sabbiosa in superficie che nasconde molte insidie. Qui è disputata l’undicesima prova del Mondiale Motocross 2013. Novità delle novità, Cairoli ed Herlings dominano nelle rispettive categorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.