Home / Viaggi in moto / Reportage / Glitzern Österreich, scintillio d’Austria

Glitzern Österreich, scintillio d’Austria

In moto verso l’Austria, il paese delle meraviglie, alla scoperta di un territorio dove si fondono natura, arte e cultura.

Testo e Foto di Paola Bettineschi

Non vi siete mai chiesti se esiste una meta che possa condurvi lungo un viaggio che desti il vostro interesse di appassionati motociclisti e, perché no, anche l’interesse delle vostre esigentissime passeggere? La cosa migliore sarebbe chiederlo direttamente a loro, ma sono certa che la risposta non soddisferebbe le vostre virili aspettative. Ma io ho in serbo una soluzione: l’Austria, il paese delle meraviglie. So che molti di voi avranno già affrontato ed esplorato gli innumerevoli itinerari austriaci che si snodano lungo questo meraviglioso e vario territorio, ma fidatevi e partite…

Varcato il confine del Brennero, si punta verso Nord per raggiungere l’incantevole località di Innsbruck, capitale storica del Tirolo, stretta dal vigoroso abbraccio dei Monti del Karwendel, del Patscherköfel e dell’Altopiano di Mieming. Qualunque strada decidiate di seguire non potrà che offrirvi scorci incantevoli, lussureggiante vegetazione, sinuosi pendii e vallate costellate dalla presenza di fiabeschi borghi. Vi abbandonerete al piacere della guida lungo strade immacolate, dove il traffico regolare e quasi inesistente vi consentirà di godere del tragitto verso la prima tappa.

Innsbruck, che veste i panni di città di montagna accogliente e a dimensione d’uomo, vi metterà subito a vostro agio. Qui troverete una splendida cornice montuosa, l’eleganza e la raffinatezza delle vie che ospitano edifici medioevali del centro storico e giardini ben curati.

Come in ogni bella città che si rispetti, anche qui vi è la presenza di un fiume che scorre indisturbato: il nome della città deriva infatti da “Inn” e “Bruck” che significa “Ponte sull’Inn”. Dal suo centro parte la funicolare Nordkettenbahn, firmata dall’architetto Zaha Hadid e inaugurata nel 2012, collegamento diretto con le vicine vette innevate sino a primavera inoltrata.

In soli 20 minuti allargherete i vostri orizzonti e godrete di uno spettacolo mozzafiato. Qui potrete concedervi del sano relax o adattarvi allo spirito sportivo degli abitanti austriaci, che sanno bene come sfruttare le potenzialità dei luoghi per concedersi della rivitalizzante ed appagante attività fisica.

Ma dopo tutto questo pellegrinare tra cultura, sport, storia e natura, un modo per commettere qualche peccato lo troverete anche qui. Tornate a vagare in tutta tranquillità tra le vie della città e lasciatevi guidare dall’istinto. I vostri sensi verranno attratti dai colori e dai profumi di prelibatezze salate e dolci da accompagnare rigorosamente a buona birra locale.

A questo punto non dimenticate però che dovrete soddisfare anche e soprattutto le esigenze delle vostre passeggere. Non mi resta che svelare la “punta di diamante” del programma di viaggio…E’ qui che ha origine un’importante ricchezza austriaca: l’incantato ed affascinante mondo di Swarovski!

L’eccentricità di quello che rappresenta, è un ottimo motivo di approfondimento. Di fatto tutto ebbe inizio dalle sapienti mani di un artigiano che diede vita, forma, colore e soprattutto luce ad una materia naturale e terrena come la pietra di cristallo, facendola diventare uno scintillante ornamento di lusso. Nel 1895 il visionario sognatore boemo Daniel Swarovski, erede di tale maestria, inventò una macchina che avrebbe forgiato e lucidato le preziose pietre e si trasferì alle porte di Innsbruck, stabilendosi nel paesino ricco di risorse energetiche e di volenterosa forza lavoro di Wattens.

Fu il settore della moda ad avvalersi per primo di questi sfiziosi e scintillanti elementi, seguito da quelli della gioielleria e dell’architettura di interni. Oggi l’industria del design e dell’illuminazione stanno dando nuova linfa vitale a queste entità, così poliedriche ed accattivanti. La forza motrice della crescita e dello sviluppo esponenziale che governa questa sana e faraonica impresa, è sicuramente lo spirito di collaborazione e l’unione familiare che la matrona Marie Swarovski, moglie di Daniel, seppe infondere ai suoi famigliari. Si tratta di un impero in continua crescita, impegnato a mantenere alta la qualità e la professionalità. Esso è presente sul mercato internazionale con più di 2.200 negozi sparsi in 120 paesi di tutto il mondo, in cui collaborano oltre 26.000 dipendenti.

Swarovski Kristallwelten (I Mondi di Cristallo Swarovski) di Wattens. E’ qui che ci si può abbandonare alle emozioni, inoltrandosi letteralmente sotto la grande testa di un gigante buono, percorrendo sentieri scintillanti tra allucinazioni e fantasie artistiche che ne fanno una vera e propria galleria d’arte. E’ un mondo incantato fatto di illusioni, suoni, luci e bagliori che vi lascerà a bocca aperta. Il Museo di Wattens, inaugurato nel 1995, è una delle attrazioni turistiche d’Austria più visitate; undici milioni di visitatori hanno già seguito eventi e manifestazioni artistiche e culturali. È un mix perfetto tra la meraviglia suscitata dallo sfavillante luccichio di opere d’arte e lo shopping.

Non vi svelerò altro, perché vale la pena lasciarsi trasportare sino a qui, anche in sella alla propria moto, per toccare con mano come i sogni possano diventare realtà…

Circondati da così tanta bellezza, non potrete che continuare il vostro viaggio immergendovi in atmosfere indimenticabili come quelle che troverete anche nei ristoranti tipici della zona, dove potrete assaporare piatti genuini degustando del buon vino austriaco e concedervi una notte nei caratteristi hotel di montagna, come il Romantik Hotel Schwarzer Adler di Innsbruck. Situato in posizione strategica è noto anche per il rinomato ristorante. L’edificio storico in cui si sviluppa è stato sapientemente e rispettosamente rivisitato per ospitare camere elegantissime, personalizzate e dotate di ogni comfort; il personale cordiale ed efficiente renderà il vostro soggiorno più piacevole che mai.

Ma un motociclista non può abbandonarsi solo ai piaceri della vita. Il richiamo delle due ruote lo riporta in sella e lo guida verso nuove mete, che come sempre arricchiranno il suo bagaglio.

Se avete già visitato la bella Vienna, sapete che ha sempre tanto da offrire. Le strade che conducono verso la mitica capitale austriaca, sono meravigliose e mutevoli e vi daranno anche la possibilità di attraversare la Germania, rendendo il vostro viaggio ancora più avvincente.

Per nulla caotica o frenetica, l’affascinante Wien non delude mai. Sembra che il tempo si sia fermato all’era delle carrozze e dei fasti imperiali. E allora perché non concedervi una notte nell’elegante Hotel Le MERIDIEN? E’situato proprio davanti alla Staatsoper, l’Opera di Stato, il più celebre teatro viennese detto anche “Erste Haus am Ring” (“La prima casa sulla Ringstraße”).

Poi ad aspettarvi, come sempre, ci sarà il centro storico della città, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. L’ampia zona pedonale ospita gli edifici che raccontano le origini e il presente di una città sempre vivace, dinamica e proiettata verso il futuro. Al suo cospetto una popolazione giovane, attiva, curiosa, socialmente e culturalmente impegnata. Il fiorente quartiere dei musei è la prova che il carattere esuberante di Vienna è vissuto con orgoglio dalla comunità.

Città del design, segnata dal passaggio dall’Era Imperiale al Modernismo, oggi come allora espone in ogni angolo della città i frutti della sua creatività. Ecco che negozi, hotel, ristoranti, gallerie d’arte, giardini, diventano luoghi dove ammirare le espressioni artistiche contemporanee. Ed è anche qui, come ad Innsbruck e Wattens, che Swarovski ha trovato la giusta location per mostrare al mondo la propria magnificenza, lo show room di Kaerntner Strasse 24, a due passi dalla famosa Cattedrale di Santo Stefano (Stephansdom).

Per chiudere in bellezza il vostro soggiorno a Vienna, non fatevi mancare una passeggiata tra i giardini del Burggarten, situati tra L’Albertina e il Complesso di Hofburg. E come amava fare l’imperatore Francesco Giuseppe, entrate nella Serra delle Palme. Oggi qui potrete sorseggiare un bicchiere di buon vino viennese all’interno di questa insolita costruzione in acciaio e vetro, meditando sul fatto che Vienna è l’unica capitale al mondo a possedere, entro i propri confini urbani, un’ampia area vitivinicola che per l’80% è coltivata di uve bianche.

Prosit.

Per viaggiare in treno dall’Italia:

DB BAHN e ÖBB-Personenverkehr AG – Il rapporto qualità –prezzo è ottimale con alti standard qualitativi

www.megliointreno.it

Dove dormire:

Romantik Hotel Schwarzer Adler

Kaiserjägerstraße, 2 – Innsbruck

www.deradler.com

Le Meridien

Operning 13/15 – 1010 Wien

www.lemeridienvienna.com

Dove mangiare:

Romantik Restourant Schwarzer Adler

Kaiserjägerstraße, 2 – Innsbruck

www.deradler.com

Café Terra all’interno del museo “I Mondi di Cristallo Swarovski”

Kristallveltenstraße, 1 – 6112 Wattens

www.kristallwelten.com

Albertina Passage Dinner Club

Opernring – 1010 Vienna (nei pressi dell’Opera di Vienna)

www.albertinapassage.com

Palmenhaus

Burggarten,2 – 1010 Vienna

www.palmenhaus.at

 

Check Also

10 brevi vacanze in Italia in moto, al tempo del Covid

Una piccola serie di proposte, piccole vacanze in Italia in moto, per non rinunciare alla propria passione. Ideali per una settimana o un week end.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.