Ponza in Moto. Cosa sapere per visitarla.

L’isola laziale su due ruote. A Ponza in moto, con la propria o noleggiando uno scooter sul posto, per assaporare la bellezza allo stato puro.

La prima domanda che si pone un motociclista è se vale la pena andare a Ponza in moto. La risposta non può che essere salomonica: va bene se la si inserisce all’interno di un viaggio, magari lungo costa, o percorrendo l’entroterra sulle statali, altrimenti, se si ha poco tempo, conviene affittare uno scooter sul posto.
Ponza ha si e no una quindicina di chilometri di strade, con alcuni tratti di curve, anche belle, ma che di per sé non giustificano l’utilizzo di un veicolo né performante, né particolarmente attrezzato.

Ponza in Moto
Sempre con due ruote e con il vento in faccia, Ponza in moto, ma anche in scooter va bene

Ponza fa parte di una manciata di perle disseminate al largo della costa laziale, non distante da quella campana. Anzi, senza far torto a nessuno, riteniamo che la cultura napoletana predomini nel forte accento partenopeo degli abitanti, nella calorosa accoglienza e nella splendida cucina.

Ponza in Moto

è di scena la natura…

L’isola offe angoli spettacolari di costa, dove la violenza di remote eruzioni ha lasciato impervi roccioni. Poi, successive frane hanno creato variegate cromie che si tuffano in un mare dal blu intenso degli immediati baratri marini (qui si arriva a 3.800 metri di profondità), fino al turchese e al verde dei tratti meno profondi.
Ponza è un’isola verde, tuttavia l’acqua dolce sull’isola scarseggia e deve essere approvvigionata con navi cisterna. Quasi una beffa per quella che fu per i gli antichi romani l’isola di rifornimento idrico, attrezzata con decine di cisterne colme di acqua piovana. Verrebbe da chiedersi come mai, al netto di una meteorologia senz’altro differente da quella di più di 2000 anni fa, alcune di queste non si possano proficuamente utilizzare. Una domanda non polemica, fatta da completi inesperti.

Una delle più grandi, e ovviamente vuota, è possibile visitarla.
Si tratta della cisterna romana della Dragonara, visitabile previo appuntamento al numero tel. 0771/80031.
Qui si è al cospetto di una serie di sale che danno alla cisterna l’aspetto di una cattedrale ipogea.
Scavata nel tufo fu impermeabilizzata utilizzando la tecnica, inventata dai romani, del cocciopesto. Ma la bellezza di Ponza splende indubbiamente sotto il sole, con le sue acque cristalline, le spiagge pittoresche e i paesaggi straordinari.
Ecco una panoramica di alcune delle attrazioni principali alcune raggiungibili via terra, altre solo via mare. Quindi nella vostra pianificazione di una vacanza dovrete includere sicuramente anche una gita in barca.

Spiagge e Calette

Cala Feola: una caletta con piscine naturali formate dalla roccia vulcanica, perfetta per il nuoto e lo snorkeling.                                      Spiaggia di Chiaia di Luna: una delle spiagge più iconiche di Ponza, situata ai piedi di una scogliera bianca e accessibile solo in barca.
Cala Felce: raggiungibile via mare è un piccolo angolo di paradiso.
Cala dell’Acqua: nota per le sue acque cristalline e l’ambiente tranquillo.
Spiaggia di Frontone: raggiungibile via mare e via terra con il sentiero che parte da località Tre Venti, è un luogo popolare per rilassarsi e godersi il mare.

Grotte e Formazioni Rocciose

Grotte di Pilato: Antiche grotte romane scavate nella roccia, usate presumibilmente per l’allevamento delle murene.
Arco Naturale: un’iconica formazione rocciosa a forma di arco alta 30 metri situata sulla costa dell’isola.

Paesi e Villaggi

Ponza Porto: il principale insediamento dell’isola, caratterizzato da case color pastello, strade strette e una vivace vita notturna. È il luogo ideale per passeggiare, fare shopping e cenare.

Le Forna: una frazione tranquilla situata nella parte settentrionale dell’isola, ideale per chi cerca un po’ di pace e natura. Nei pressi diverse spiagge e calette. Con un piccolo sentiero si può raggiungere il Fortilizio Farnese e con un altro tra le case la Madonna di Le Forna. Inutile dire che da entrambi i luoghi si gode di un panorama magnifico.

Borgo di Santa Maria: col suo piccolo porticciolo e una spiaggia di ciottoli dove sedersi a contemplare il panorama è uno dei luoghi più famosi di Ponza. Da qui si gode di una visuale esclusiva sul Porto Borbonico.

Ponza in Moto

Attività Nautiche

Escursioni in barca: Molto popolari per esplorare le calette nascoste e le grotte marine. Molti operatori offrono tour dell’isola.
Snorkeling e immersioni subacquee: Le acque intorno a Ponza sono perfette per queste attività grazie alla loro trasparenza e alla ricca vita marina. Un’altra delle esperienze da non perdere è una gita in barca verso l’isola di Palmarola. Qui le colorazioni e le formazioni rocciose offrono uno spettacolo per certi versi ancor più eclatante di quello delle coste ponzesi.

Per una gita in barca: Agenzia Amareea – MobyDick – Tel. 3460964485

Sentieri e Natura

Sentiero del Monte Guardia: offre panorami spettacolari dell’isola e del mare circostante. È una delle escursioni più popolari per gli amanti del trekking.
Giardino Botanico Ponziano: un giardino botanico che ospita una varietà di piante locali e mediterranee, ideale per una passeggiata rilassante. La visita va prenotata https://giardinobotanicoponza.it/prenota-visita-giardino-botanico/

Cultura e Tradizioni

Feste e sagre locali: durante l’estate, Ponza ospita vari eventi culturali, feste religiose e sagre dove è possibile assaporare la cucina locale e partecipare alle tradizioni dell’isola.

Ogni anno a Ponza si celebrano le seguenti ricorrenze:

. Ultima domenica di febbraio: Festa di S. Silverio a Le Forna, con benedizione dei pescatori, processione e fuochi pirotecnici.
. 18 marzo: Sagra delle Zeppole, serata musicale a S. Maria.
. 19 marzo: Festa di San Giuseppe a S. Maria, con processione, concerto musicale e fuochi d’artificio.
. Giorno di Pasqua: Sagra del Casatiello in Piazza Carlo Pisacane dalle 18:00, serata musicale.
. Inizio giugno: Pellegrinaggio a Palmarola (data variabile) in onore di San Silverio.
. 9 giugno alle 24:00: Arrivo dello stendardo di San Silverio da Palmarola, falò sulla spiaggia di S. Maria e processione fino alla chiesa madre.

. 18-19 giugno: Serate musicali con vari concerti per i festeggiamenti di San Silverio.
. 20 giugno: Festa patronale di San Silverio con messa solenne alle 10:30, processione via terra e mare alle 12:00, benedizione dei pescatori, lancio dei garofani, serata musicale con concerto, lotteria di S. Silverio e fuochi pirotecnici alle 24:00.
. Dal 29 giugno al 5 luglio: Mostra foto/documentaria “La vita dei coloni delle isole ponziane nel 1700” dalle 21:30 alle 24:00 presso il Museo di Ponza, via Roma.
. Dal 1 al 5 luglio: Giro podistico per le strade panoramiche.
. 21 luglio: Processione della Madonna della Civita a Scotti, seguita da sagra del cocomero e serata musicale.
. 24 luglio: Anniversario dell’affondamento del piroscafo S. Lucia durante la 2° guerra mondiale. Partenza da Ponza per Ventotene alle 10:15, messa in suffragio alle 11:30 nella chiesa di S. Candida di Ventotene, ritorno a Ponza alle 17:15.
. 23 luglio alle 19:00: Benedizione del monumento a Giancos per ricordare l’anniversario dell’affondamento del S. Lucia.
. 15 agosto: Festa della Madonna Assunta in cielo a Le Forna, processione solenne alle 18:30, serata musicale e fuochi pirotecnici.

e poi la splendida cucina…

Ponza è un paradiso per chi ama il mare, la storia e la natura. Ogni angolo dell’isola offre qualcosa di unico e affascinante, rendendola una meta ideale per una vacanza all’insegna del relax e dell’esplorazione. Fra le cose meravigliose di Ponza non possiamo dimenticare la cucina un’affascinante combinazione di tradizioni marinare e influenze mediterranee. Essa riflette la storia e la cultura dell’isola, caratterizzandosi per l’uso di ingredienti freschi e locali, soprattutto pesce e frutti di mare, ma anche prodotti agricoli come verdure, erbe aromatiche e legumi.

Ecco alcuni dei piatti e degli ingredienti tipici della cucina ponzese:

Piatti di mare

Zuppa di pesce: Un piatto ricco e saporito preparato con pesce fresco, crostacei e molluschi, cotti lentamente in un brodo aromatizzato con pomodoro, aglio, prezzemolo e altre erbe mediterranee.
Calamari ripieni: Calamari farciti con un ripieno a base di pangrattato, formaggio, aglio, prezzemolo e talvolta uova e formaggio, poi cotti al forno o in umido.
Spaghetti con le vongole: Un classico della cucina italiana, qui preparato con vongole freschissime, aglio, olio d’oliva, prezzemolo e un tocco di peperoncino.
Pesce alla griglia: Diversi tipi di pesce, come orata, spigola o pesce spada, vengono grigliati semplicemente con un po’ di olio d’oliva, limone e rosmarino.

Piatti di terra

Fagioli con le cotiche: Un piatto rustico e saporito fatto con fagioli e cotenna di maiale, arricchito con pomodoro e aromi.

Prodotti tipici
Lenticchie di Ponza: Coltivate in piccole quantità sull’isola, sono note per il loro sapore unico e vengono utilizzate in diverse preparazioni, dalle zuppe alle insalate.
Erbe aromatiche: Il finocchietto selvatico, il rosmarino, il timo e altre erbe spontanee sono ampiamente utilizzate per insaporire i piatti.

Dolci

Torta di ricotta: Una torta semplice ma deliziosa, fatta con ricotta fresca, zucchero, uova e spesso aromatizzata con scorza di limone o arancia.
Zeppole Ponzesi: Dolcetti fritti tipici del periodo di Carnevale, spesso ripieni di crema o ricoperti di zucchero a velo.

Bevande

Vini locali: L’isola produce alcuni vini locali, spesso bianchi e freschi, ideali per accompagnare i piatti di pesce.
Limoncello: il classico liquore digestivo a base di limoni, simile a quello prodotto sulle coste campane soprattutto Sorrento.
Finocchietto: infuso alcolico al sapore di finocchio selvatico

I vini di Ponza riflettono la tradizione vitivinicola dell’isola, che ha radici antiche e sfrutta al meglio il terroir unico di questa terra vulcanica. Nonostante la produzione sia limitata a causa delle dimensioni ridotte dell’isola, i vini di Ponza sono apprezzati per la loro qualità e carattere distintivo.

Vitigni Principali

Biancolella: un vitigno a bacca bianca autoctono della Campania e diffuso anche a Ponza. Produce vini freschi e aromatici, con note di frutta bianca, agrumi e fiori.
Forastera: un altro vitigno a bacca bianca, originario delle isole del Golfo di Napoli. I vini ottenuti da questo vitigno sono leggeri, freschi e floreali, con una buona acidità.
Falanghina: questo vitigno bianco, molto apprezzato in Campania, produce vini con note di mela, pera e agrumi, con un sottofondo minerale che riflette il suolo vulcanico dell’isola.
Aglianico: un vitigno a bacca nera che produce vini robusti e tannici, con note di frutti di bosco, spezie e tabacco. È meno comune rispetto ai vitigni bianchi, ma comunque presente in alcune produzioni locali.
Piedirosso: Un altro vitigno a bacca nera, noto per produrre vini leggeri e fruttati, con aromi di ciliegia e violetta.

Caratteristiche dei Vini

Vini bianchi: i vini bianchi di Ponza sono tipicamente freschi e aromatici, con una buona acidità che li rende ideali per accompagnare i piatti di pesce. Le note minerali, derivanti dal suolo vulcanico, aggiungono complessità e profondità ai vini.
Vini rossi: i vini rossi, sebbene meno comuni, presentano un buon equilibrio tra frutta e tannini. Sono spesso leggeri e fruttati, perfetti per essere gustati giovani.

Produttori e Etichette Note

Casale del Giglio: Un’azienda vitivinicola che ha iniziato a coltivare vigneti a Ponza e produce vini di alta qualità, tra cui il “Faro della Guardia”, un bianco ottenuto da Biancolella e Forastera. Tel. 3331592229

Antiche Cantine Migliaccio: Situata nell’isola vicina di Ventotene, ma che ha anche produzione a Ponza, produce vini tipici dell’arcipelago ponziano. Tel. 3392822252
Azienda Agricola Marisa Taffuri – Falanghina, Vino di Bianca, Greco tra i bianchi e Enrico I e Enrico I Riserva tra i rossi, ma non mancano le bollicine Tel. 3497781927

Cantina Tre Venti: Giuseppe Andreozzi, enologo 34enne di Ponza, è tornato alle origini dopo diverse esperienze vinicole. Nel 2020 ha lanciato il marchio Tre Venti con una vendemmia di 800 bottiglie, puntando a 2.000 nel 2021 e fino a 4.000 in futuro. Coltiva Biancolella, Fiano, Falanghina, Piedirosso, Merlot, Cabernet e Sangiovese. Tel. 3389551995

Abbinamenti Gastronomici
I vini di Ponza si abbinano perfettamente alla cucina locale. Ecco alcuni esempi di abbinamenti:
Biancolella e Forastera: Ideali con piatti di pesce alla griglia, calamari ripieni, e zuppe di pesce.
Falanghina: Perfetta con antipasti di mare, insalate di frutti di mare e piatti a base di verdure.
Aglianico e Piedirosso: Ottimi con piatti di carne bianca, formaggi semi-stagionati e piatti rustici come fagioli con le cotiche.

Ponza in moto: considerazioni sul turismo

Il turismo ponzese deve ancora delineare con sicurezza se vuole ampliare il periodo di fruibilità di questo splendido territorio. Gli elementi di base ci sarebbero a partire dal clima che consentirebbe molti più mesi dei canonici tre estivi. Ma per fare ciò ci vuole innanzitutto chiarezza sul target cui rivolgersi. Non crediamo gli operatori turistici pensino alla movida, né a un turismo di basso profilo economico. Bisogna quindi lavorare sui collegamenti con il continente per i periodi di bassa stagione e poi ampliare la gamma di attività outdoor, come trekking, bici e quelle marine, già tutte esistenti in verità ma che necessiterebbero di una maggior attenzione e promozione.
Noi crediamo che proprio i motociclisti siano un target adeguato, soprattutto perché annovera praticanti di tutte le età, e fra queste, i “più grandi”, che hanno tempo, danaro, voglia di tranquillità e leggere pratiche sportive. Motociclisti, Ponza in moto vi aspetta, magari non con la vostra…

Ponza in Moto
Ponza in moto si può certamente fare, se la inserisce in un viaggio con diverse statali per arrivarci

Contatti utili per vivere Ponza in Moto (o motorino…)

Ass. Pro Loco di Ponza – Via Molo Musco, snc – Tel. 077180031

www.prolocodiponza.it

Ponza in moto: dormire

Grand Hotel Santa Domitilla – Via Panoramica, snc – Tel. 0771809951
Hotel Chiaia di Luna – Via Panoramica, snc – Tel. 077180113
Hotel Bellavista – Via Parata, snc – Tel. 077180036
Hotel Ortensia – Via Piscine Naturali, Via Forna Grande, 04027 Le Forna – Tel. 0771 808922

Ponza in Moto
La vista dalle camere dell’Hotel Ortensia

Ponza in moto: mangiare

Ristorante “da Ivan Altieri” Via Piscine Naturali, Via Forna Grande – Le Forna – Tel. 339 165 7382
Ristorante Bellavista – Via Parata, snc – Ponza Tel. 077180036
Ristorante Gennarino a Mare – Via Dante Alighieri, 04027 Ponza – Tel. 0771 80480
Il Rifugio dei Naviganti – Piazza Sant’Antonio – Ponza Tel. 0771 278148
Ristorante EEA – Corso Umberto I – Ponza Tel. 0771 80100
Oasi del Mare – Villaggio dei Pescatori, Cala Feola – Tel. 0771 808330

Noleggio motorini ed E-Bike
Luna Noleggio di Carlo Cipolla – Via Panoramica, snc – Tel. 333 988 7604

Check Also

Melegnano la porta di Milano che regala scorci ed emozioni

Provenendo da sud l’ultimo casello della A1 è quello che rende Melegnano la porta di Milano. Ne abbiamo scoperto bellezze e particolarità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *