Home / Rubriche / Lo sport / Mauno Hermunen vince a Ottobiano. Andrea Occhini migliore degli azzurri. Lazzarini conserva la tabella del campionato italiano.
Hermunen e Charyere un confronto durato tutto il weekend

Mauno Hermunen vince a Ottobiano. Andrea Occhini migliore degli azzurri. Lazzarini conserva la tabella del campionato italiano.

International Series Supermoto 2012, Coppa Italia Supermoto, Trofeo HM Honda, Ducati Hypermotard 796 Cup, questi sono gli ingredienti che hanno dato vita ad una stupenda  due giorni motoristica sulla pista South Milano di Ottobiano.

Hermunen e Chareyre un confronto durato tutto il weekend

Un evento organizzato da Youthstream Events e FMI, con la collaborazione dei gestori del circuito pavese.  A scendere in pista, nelle varie categorie sono stati 130 piloti in rappresentanza di quindici paesi. Il terreno di battaglia, un circuito tecnico di 1450 metri con una parte di sterrato di circa 300 metri, un piccolo gioiello gestito a regola d’arte.

Le gare sono state caratterizzate da un notevole equilibrio tra i piloti che hanno visto ben sei vincitori su dodici gare.

Adrien Chareyre

Nell’International Series Supermoto S1, prova valida anche per  l’assegnazione dei punti per il Campionato Italiano, ha dominato il finlandese Mauno Hermunen (Team SHR ) su TM che, vincendo le due finali, si è aggiudicato il GP. Alle sue spalle il leader della classifica mondiale il francese Thomas Chareyre (TM Factory Racing), il transalpino ha conquistato entrambe gli holeshot delle due finali dando vita a due gare combattutissime con Hermunen non riuscendo però a contenere la furia agonistica del finlandese. In terza posizione si è classificato il fratello di Thomas Chareyre, Adrien (Aprilia Fast Wheels). Il migliore degli italiani è stato Andrea Occhini (Honda Red Foxes) che, per due soli punti, non ha centrato il podio concludendo le due finali rispettivamente al quinto e al terzo posto.

Ivan Lazzarini

Buona prova anche per Ivan Lazzarini (Only Motor Honda), attuale leader del campionato italiano che, seppur ancora convalescente dopo l’infortunio della prova di Palermo, ha limitato i danni chiudendo al 7° posto e conservando la tabella del campionato.

A seguire, a completamento della top ten, Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Massimo Beltrami (Honda TDS) e Massimiliano Verderosa (Honda Team Hbv).

Massimiliano Verderosa e Christian Ravaglia
Andrea Occhini il migliore degli italiani nella International Series Supermoto

Cronaca delle gare S1 International Series Supermoto

S1 GARA-1: Thomas Chareyre (TM Factory Racing) centra l’holeshot, alle sue spalle il fratello Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels).  Il finlandese Mauno Hermunen (TM SHR) è terzo davanti al britannico Matthew Winstanley (TM SHR) mentre il leader tricolore Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) è quinto davanti al ceco Petr Vorlicek (Honda SHR), Andrea Occhini (Honda Red Foxes), Massimo Beltrami (Honda TDS), Massimiliano Verderosa (Honda HBV), Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Edgardo Borella (Yamaha Extreme Team).

Nella parte sterrata caduta, senza conseguenze, di Mattia Martella (Ktm Motoracing) che si rialza ma è costretto a ripartire ultimo. Intanto Chareyre cerca di guadagnare terreno e vantaggio ma dietro, Hermunen, non molla la preda e da vita a una furibonda rimonta.  All’ottavo giro cambio di consegne in testa alla gara e il finlandese si porta in testa andando a vincere. Piazza d’onore per Thomas Chareyre davanti ad Adrien Chareyre e Vorlicek. Andrea Occhini è il migliore degli italiani seguito da Lazzarini, Winstanley, Beltrami, Verderosa, Ravaglia.

Petr Vorlicek impegnato a contenere Mattew Winstanley

S1 GARA-2:Thomas Chareyre (TM Factory Racing) si conferma il killer delle partenze   e conquista, nuovamente, l’holeshot. Dietro di lui il fratello Adrien (Aprilia Fast Wheels) seguito dal finlandese Mauno Hermunen (TM SHR), Andrea Occhini (Honda Red Foxes), Matthew Winstanley (TM SHR), Massimo Beltrami (Honda TDS), Christian Ravaglia (Ktm Miglio), Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), Edgardo Borella (Yamaha Extreme Team). Gara bellissima e avvincente Hermunen, come al solito, ha bussato più volte alla porta del francese, tentando più volte di passare al comando. Chareyre è stato molto bravo a chiudere quella porta, contenendo il finlandese. Al settimo giro la svolta della gara,  nel tratto sterrato, Hermunen passa il francese che, nel tentativo di ripassarlo non riesce a evitare il finlandese e cade perdendo la seconda posizione a favore del fratello Adrien.

Thomas Chareyre rialza la moto dopo il contatto con Hermunen

Colpito nell’orgoglio Thomas Chareyre fa segnare una serie di giri veloci e si riporta in seconda posizione ma, comunque, troppo lontano da Hermunen che va a vincere in solitaria.

Successone per il pilota di casa, il lodigiano Andrea Occhini, che chiude al terzo posto, davanti a Adrien Chareyre, Winstanley, Ravaglia. Settimo posto per il leader del campionato italiano Ivan Lazzarini, davanti a   Vorlicek , Beltrami e Verderosa.

Bagarre alla partenza della S2

CLASSIFICHE

S1 ASSOLUTA:1. Mauno Hermunen FIN Shr TM 50 (25+25); 2. Thomas Chareyre – FRA TM Factory Racing – punti 44 (22+22); 3. Adrien Chareyre – FRA Fast Wheels Aprilia 38 (20+18); 4. Andrea Occhini – Red Foxes Honda 36 (16+20); 5. Petr Vorlicek – CZE SHR Honda 31 (18+13); 6. Matthew Winstanley – ENG SHR TM 30 (14+16); 7. Ivan Lazzarini – Only Motor Honda 29 (15+14); 8. Christian Ravaglia – Miglio Ktm 26 (11+15); 9. Massimo Beltrami – Tds Honda 25 (13+12); 10. Massimiliano Verderosa – Team Hbv Honda – 23 (12+11).

Il gruppone della S2

GRADUATORIA INTERNATIONAL SERIES S1:1. Mauno Hermunen punti 150; 2. Thomas Chareyre 132; 3. Ivan Lazzarini 105; 4. Adrien Chareyre 94; 5. Christian Ravaglia 87; 6. Petr Vorlicek 84; 7. Matthew Winstanley 81; 8. Teo Monticelli 75; 9. Massimo Beltrami 71; 10. Andrea Occhini 65.

Ivan Lazzarini conserva la tabella di leader del Campionato Italiano

GRADUATORIA CAMPIONATO ITALIANO S1:1. Ivan Lazzarini 105; 2. Christian Ravaglia 87; 3. Teo Monticelli 75; 4. Massimo Beltrami 71; 5. Andrea Occhini 65; 6. Elia Sammartin 57; 7. Edgardo Borella 51; 8. Fabrizio Bartolini 42; 9. Massimiliano Verderosa 38; 10. Paolo Gaspardone 19.

Devon Vermeulen

ASSOLUTA COPPA ITALIA:1. Luca Brambilla Extreme Team Yamaha punti 420 (210+210); 2. Alessandro Ghirelli Lux Performance Suzuki 360 (110+250); 3. Giulio Lorenzini Santa Rita Honda 340 (250+90); 4. Mauro Cucchietti Red Foxes Racing Honda 290 (120+170); 5. Alessandro Catallo Libero Liberati Yamaha 280 (140+140).

Andrea Moschini

GRADUATORIA COPPA ITALIA: 1. Giulio Lorenzini punti 1120; 2. Alessandro Ghirelli 1083; 3. Alessandro Catallo 880; 4. Luca Brambilla 634; 5. Mirko Cavalleri 599.

ASSOLUTA S2:1. Devon Vermeulen – Ktm Motoracing Ktm punti 50 (25+25); 2. Luca D’Addato – Valdemi Racing Honda 38 (20+18); 3. Andrea Moschini – Ignorant Racing Team Kawasaki 36 (14+22); 4. Diego Monticelli – Freccia Honda 36 (16+20); 5. Matteo Piva – Tre Pini Honda 35 (22+13).

Diego Monticelli

GRADUATORIA S2: 1. Luca D’Addato 124; 2. Diego Monticelli 101; 3. Devon Vermeulen 99; 4. Marco Dondi 93; 5. Vladimiro Leone 87.

ASSOLUTA S3: 1. Riccardo Lodigiani – Ottobiano Honda – punti 47 (25+22); 2. Lorenzo Promutico – Cianfrocca Honda – 45 (20+25); 3. Edoardo Gente – Ufo Frascati Yamaha – 35 (15+20); 4. Ivan Chiariotti – Fagioli Kawasaki – 34 (16+18); 5. Cristiano Leo Girardi – Team Pergetti Suzuki – 33 (22+11).

GRADUATORIA CAMPIONATO S3: 1. 1. Edoardo Gente punti 135; 2. Lorenzo Promutico 123; 3. Cristiano Leo Girardi 114; 4. Jacopo Di Fucca 97; 5. Attardo Paolo 94.

ASSOLUTA DUCATI HYPERMOTARD 796 CUP: 1. Manuel Noto La Diega – Ducati – punti 200 (100+100); 2. Denis Cagnin – Ducati Venezia – 164 (74+90); 3. Diego Dell’Oro – Ducati Craponi Del La Val – 148 (90+58); 4. Matteo Nicaso – Ducati Verona – 142 (80+62); 5. Alberto Moseriti – Ducati Osellini Moto Piacenza – 142 (68+74).

GRADUATORIA TROFEO DUCATI HYPERMOTARD 796 CUP:1. Manuel Noto La Diega punti 534; 2. Giovanni Gabrielli 520; 3. Denis Cagnin 504; 4. Diego Dell’Oro 420; 5. Alberto Moseriti 396.

Lorenzini piega quasi al limite

ASSOLUTA TROFEO HM HONDA S2:1. Bryan Ciarlatini – Honda punti 200 (100+100); 2. Andrea Lupini – Honda 170 (90+80); 3. Emanuele Maccariello – Honda 158 (68+90); 4. Andrea Tull – Honda 148 (74+74); 5. Carlo Leopardi – Honda 124 (62+62).

Uno dei tanti duelli che hanno entusiasmato il pubblico di Ottobiano

GRADUATORIA TROFEO HM HONDA S2: 1. Bryan Ciarlatini punti 644; 2. Emanuele Maccariello 642; 3. Jacopo Farneti 602; 4. Andrea Lupini 540; 5. Gabriele Muzi 416.

All images © Alessandro Tiraboschi

Check Also

Mondiale Motocross – A Kegums ancora Carioli ed Herlings.

Kegums, Lettonia, una pista veloce e sabbiosa in superficie che nasconde molte insidie. Qui è disputata l’undicesima prova del Mondiale Motocross 2013. Novità delle novità, Cairoli ed Herlings dominano nelle rispettive categorie.