Home / Rubriche / Lo sport / GP Thailandia Cairoli ed Herlings al comando del mondiale MX.

GP Thailandia Cairoli ed Herlings al comando del mondiale MX.

Il mondiale motocross approda in Thailandia, a Si Racha, per la seconda prova del 2013.

La benedizione della pioggia sul GP Thailandese.

Un sabato di prove bagnato sferzato da una, vera e propria, tempesta tropicale. Situazione imprevista che ha obbligato l’organizzazione a modificare il programma della giornata. Fortunatamente però, la composizione del terreno, molto drenante, ha fatto riassorbire buona parte dell’acqua restituendo un fondo, ottimale, per le gare di domenica.

Prima curva dopo il via della MX1.

Una domenica dominata dai piloti del Red Bull KTM Factory Racing che si aggiudicano due manche nella MX1 e  nella MX2 la Super Final.

Jeffrey Herlings.

Jeffrey Herlings, nella MX2, ha dominato, come oramai d’abitudine, la gara 1 e ha migliorato il suo piazzamento nella Super Final con un quarto posto assoluto.

Antonio Cairoli.Antonio Cairoli, nella MX1, vince la manche e la Super Final, portando via dalle mani di Clement Desalle (Rockstar Energy Suzuki) la tabella rossa di leader del mondiale.

Tony Cairoli, freddo calcolatore, ha, nuovamente, dimostrato di essere un pilota programmato per vincere. Partito in testa nella gara 1 è stato ripreso e passato da un Evgeny Bobryshev (Honda Racing) molto determinato.

Evgeny Bobryshev.

Il pilota russo ha corso i primi cinque giri, tenendo dietro il belga Ken de Dycker e Cairoli guadagnando anche un buon margine. Peccato la scivolata che gli ha fatto perdere la testa della gara e preziose posizioni. Il proseguo della gara 1 ha visto battagliare per il primo posto Cairoli e de Dycker,  che ha ceduto agli attacchi, del siciliano, lasciandolo condurre la sua KTM al traguardo, ancora una volta, in solitaria.

MX2 al cancello di partenza.

Nella MX2, tanto per cambiare, Jeffrey Herlings gestisce tutto, qualifiche, manche e il miglior piazzamento, di un pilota MX2, nella Super Final. Se non fosse stato per un problema alla sua KTM, che ne ha rallentato la rimonta delle posizioni, avrebbe potuto addirittura centrare il podio. Un talento che, nei prossimi anni, darà del filo da torcere a tutti.

Molti i piloti italiani impegnati nelle due categorie.  David Philippaerts ha corso una prima manche da vero leone, partito in nona posizione ha battagliato con il belga Kevin Strijbos (Rockstar Energy Suzuki) per chiudere in sesta posizione. Nella Super Final complice una brutta partenza, e una scivolata, si è dovuto accontentare della ventesima posizione. Comunque, al di là del risultato, vedere correre David è sempre un piacere per stile di guida e spettacolarità.

Prove di volo per Alessandro Lupino.Bene anche Alessandro Lupino (Kawasaki), in continuo assestamento e graduale crescita con la sua nuova moto. Con un 8° di manche  e un 17° assoluto nella Super Final si è assestato all’ottavo posto nella classifica mondiale. Buone prospettive per Alessandro che, al ritorno sulle piste europee, potrà dimostrare finalmente che la scelta di Kawasaki, di affidargli una moto, è stata quella giusta.

Buona prova anche per Davide Guarneri, che ha dovuto lottare più con i suoi problemi fisici che con gli avversari.11° nella manche e 16 nella Super Final chiude il Gp Thailandese con un tredicesimo posto nella classifica finale.

Adesso si rientra in Europa, si riparte il weekend di Pasqua con il gran premio d’Olanda a Valkenswaard. Con il rientro, nel continente europeo, si ritorna alla formula delle due manche per categoria. l’Eurocircuit di Valkenswaard è una delle piste storiche del motocross mondiale, i piloti la conoscono bene e gli specialisti dei terreni sabbiosi sono avvantaggiati. Lo spettacolo del mondiale sta per entrare nel vivo, qui vedremo chi può contrastare, veramente, i piloti KTM. Insomma un’altra gara da non perdere, noi ci saremo e vi informeremo direttamente dall’Olanda sui risultati delle prove e delle gare.

Classifiche del GP di Thailandia:

Super Final top 10: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 40:29.807; 2. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:17.338; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:19.927; 4. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:32.228; 5. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:39.004; 6. Rui Goncalves (POR, KTM), +0:48.891; 7. Xavier Boog (FRA, KTM), +0:51.171; 8. Joel Roelants (BEL, Yamaha), +0:59.330; 9. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +1:05.281; 10. Ken de Dycker (BEL, KTM), +1:12.554.

MX1 Championship top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 95 points; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 87 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 78 p.; 4. Ken de Dycker (BEL, KTM), 70 p.; 5. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 64 p.; 6. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 55 p.; 7. Rui Goncalves (POR, KTM), 52 p.; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 47 p.; 9. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 47 p.; 10. Xavier Boog (FRA, KTM), 41 p.

MX1 Manufacturers: 1. KTM, 97 points; 2. Suzuki, 87 p.; 3. Kawasaki, 78 p.; 4. Honda, 59 p.; 5. Yamaha, 48 p.; 6. TM, 26 p.

MX2 Championship top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 100 points; 2. Romain Febvre (FRA, KTM), 82 p.; 3. Dean Ferris (AUS, Yamaha), 69 p.; 4. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 65 p.; 5. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 63 p.; 6. Jose Butron (ESP, KTM), 60 p.; 7. Jordi Tixier (FRA, KTM), 57 p.; 8. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), 56 p.; 9. Julien Lieber (BEL, Suzuki), 47 p.; 10. Max Anstie (GBR, Suzuki), 37 p.

MX2 Manufacturers: 1. KTM, 100 points; 2. Yamaha, 78 p.; 3. Suzuki, 59 p.; 4. Kawasaki, 56 p.; 5. Honda, 29 p.; 6. TM, 3 p.

All image © Youthstream events

Check Also

Mondiale Motocross – A Kegums ancora Carioli ed Herlings.

Kegums, Lettonia, una pista veloce e sabbiosa in superficie che nasconde molte insidie. Qui è disputata l’undicesima prova del Mondiale Motocross 2013. Novità delle novità, Cairoli ed Herlings dominano nelle rispettive categorie.

One comment

  1. Anno prossimo Me lo sparo dal vivo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *