Home / Moto / Prove / Moto Guzzi California 1400 Touring SE: la prova!

Moto Guzzi California 1400 Touring SE: la prova!

Una versione esclusiva e più ricca per la mitica Moto Guzzi California. L’ammiraglia della Casa di Mandello del Lario si conferma al vertice di categoria. Il prezzo al pubblico della California Touring S.E. è di 20.690 euro fc.

testo Claudio Falanga

foto Marco Zamponi

Presentata nel 2012, la nuova Moto Guzzi California ha subito destato l’interesse degli appassionati del marchio dell’aquila e non ha lasciato indifferente nessun motociclista.

Troppo forte nella memoria collettiva l’eco di un periodo che ha reso le moto di Mandello, regine delle strade americane, sull’onda di una fornitura alla polizia di Los Angeles e di altre città della California.

La Moto Guzzi California 1400 Touring S.E. è l’ultima versione di questa moto, destinata al turismo di lusso su due ruote, categoria coperta dal diverse importanti case, ma che in questo modello racchiude i migliori elementi della tradizione italiana: stile estetico personale e piacere di guida nonostante le dimensioni.

Moto Guzzi California Touring SE marrone executive
Moto Guzzi California Touring SE marrone executive

In questa versione si è andati alla ricerca di preziosità estetiche e funzionali, forse anche per riaccendere i riflettori su un modello destinato – per il prezzo – a un’élite di motociclisti che cerca prestigio, originalità e comfort ad alto livello.

La Moto Guzzi California 1400 Touring S.E. ha tutti questi elementi cui si sono aggiunti alcuni particolari.

Veste grafica two-tone in due varianti cromatiche: marrone Executive e grigio Elegance.

Schienalino e maniglione passeggero integrato che esalta la virtuale continuità con progenitrici come il profilo della sella, il maniglione cromato e i fianchetti laterali ispirati alla storica Guzzi T3.

Deflettori anteriori, che migliorano la protettività di un parabrezza che già da solo fornisce una buona copertura aerodinamica.

Il resto è invariato a partire dal poderoso propulsore da 1380cc, con gestione elettronica Ride-by-wire multimappa, che permette, di poter scegliere fra tre mappature di gestione del motore: Turismo, Veloce e Pioggia. 

Così come invariata la ciclistica con una forcella da 46mm, telaio a doppia culla e doppio ammortizzatore posteriore. Le finiture sono accurate e nella vista frontale spicca il bel faro polielissoidale provvisto d’illuminazione diurna con LED DRL, su cui si innalza il parabrezza e, poco sotto i nuovi deflettori, i due faretti supplementari.

02 california_touring_se_34sx_marrone executive copia copia

Su strada con il nostro tester

Salire su una Moto Guzzi per me ogni volta è come ritornare a casa. Quando l’accendo sembra volermi dire ”bentornato!”. Anche solo il suono del motorino di avviamento mi parla, il borbottio del motore che prende vita, l’innesto della prima. Chi ha avuto nella sua vita di motociclista almeno una volta una Moto Guzzi, non può restare insensibile nel ritornare a guidarne una.

La nuova Moto Guzzi California, non l’avevo ancora provata, e mi riservavo la cosa per un viaggio speciale, dove portarla in giro come si deve.

Invece l’occasione è arrivata dalla presentazione della 1400 TOURING S.E., dove l’acronimo finale sta per Special Edition.

IMG_6230

In sostanza la moto non è diversa da quella della nostra prova, ma concedetemi di dire la mia. La Moto Guzzi California 1400 Touring è poderosamente pesante e stazzata, come si conviene a una custom da viaggio e quindi qualsiasi manovra a motore spento diventa faticosa e spesso preoccupante. Ma appena la grossa aquila si muove, dopo nemmeno un metro, sembra sgravarsi da peso e dimensioni e diventa leggera e agile.

ZAMP5660

Qui la grossa esperienza Moto Guzzi in fatto di telai e più in generale sulla ciclistica fa valere la propria tradizione ed infatti per questa prova in Guzzi non si sono certamente attrezzati per portare i giornalisti su strade più consone alla tipologia motociclistica, magari con lunghi rettilinei o curve di media entità. No, la prova si è svolta lungo le strette e tortuose strade di qual lago che ha dato i natali alla fabbrica motociclistica più vecchia del continente, una delle primissime al mondo, appunto la Moto Guzzi.

ZAMP5768
La California 1400 Touring SE piega che è una bellezza. A fermare gli eccessi, le pedane, la cui parte inferiore è una mattonellina in plastica sostituibile.

Sui tornanti, nonostante, peso, dimensioni e il lunghissimo interasse di 1685mm, si riesce a girare con sufficiente disinvoltura e anche nei cambi di direzione la guzzona si muove bene, senza incertezze. Il motore inconfodibilmente Guzzi, gira tondo e fluido, senza grandi vibrazioni, e al pilota arriva ben poco, anche grazie all’opera di isolamento dal teaio tamite fissaggio elastico. Ritengo che oltre al perfezionamento meccanico del bicilindrico di Mandello, in questo miglioramento concorra anche il travaso di esperienze da parte di Aprilia, grazie ad un know how specifico sull’elettronica che ha dato vita a una resa ottimale del propulsore Guzzi. Di sicura derivazione del reparto esperienze Aprilia anche il sistema di gestione della potenza Ride-by-wire e il controllo di trazione, i cui effetti si possono effettivamente sentire nelle tre modalità di utilizzo.

Il doppio disco anteriore si comporta bene, e quello posteriore, posto in maniera avanzata lungo la pedana destra, è utile per le correzioni in curva, ma non offre grandi decelerazioni, come è normale sia.

Le sospensioni sono adeguate e l’assetto non viene turbato dalle piccole sconnessioni, e nemmeno dalle difformità longitudinali dell’asfalto, ma entrano un po’ in crisi solo se sollecitate con insistenza per diversi metri.

Il cambio è preciso ed sempre un piacere trovarlo con leve a bilanciere, che risultano comode e di facile azionamento, anche nella ricerca del folle.

Come tutte le Moto Guzzi è una moto che va guidata con decisione. Più si è incisivi nell’azione, più la moto diventa reattiva, senza mai lasciare spazio a spiacevoli sorprese.

Tra le tante diverse custom sul mercato, la Moto Guzzi California ha dalla sua una guidabilità eccezionale. Per questo motivo spero ancora di averla tra le mani, per portarla in un viaggio che sia degno di tanto lignaggio.

IMG_6333
Bella la strumentazione analogica/digitale, con il display multifunzione full matrix sospeso al centro e il contagiri analogico lungo la circonferenza di ben 150mm.

Cosa mi piacerebbe vedere su questa moto o in una versione extra-lusso

Comando indicatori direzione: Per una moto di questa categoria il comando delle frecce dovrebbe avere lo spegnimento automatico del dispositivo.

Termometro temperatura esterna: Un termometro della temperatura esterna, anche se non indispensabile, è un elemento presente oramai su quasi tutte le moto.

La retromarcia. Una moto con dimensioni e peso così importanti diventa difficoltosa da gestire da ferma. Se si parcheggia con il muso anche in leggera discesa, una retromarcia elettrica (tramite il motorino d’avviamento invertito) sarebbe di grandissimo aiuto.

Una versione cromata. Sarebbe bello vedere una versione cromo di questa moto. Certo il prezzo dovrebbe lievitare, ma a questo punto, 1000 euro in più o in meno non farebbero grande differenza.

E come optional anche il parabrezza con paramani integrato nello stile di quello fornito alle V7 della polizia stradale italiana negli anni 70.

Questi sono dei suggerimenti da appassionato, se a Mandello (o a Pontedera) li vorranno accogliere li ho fatti con il cuore.

ZAMP5833
Nonostante le dimensioni la vista frontale è elegante

 

[alert type=alert-white ]

LINEA ACCESSORI MOTO GUZZI:

Kit valigie laterali in pelle

Sella comfort gel biposto

Sella ribassata comfort gel biposto

Sella in pelle biposto

Baule 60 litri

Baule 50 litri

Borse interne per valigie

Kit borsa serbatoio

Kit borsa manubrio

Portapacchi Fondelli scarico in acciaio

Manubrio cromato nero

Specchietti retrovisori

Kit manopole in alluminio

Kit manopole riscaldate

Copri-serbatoio olio freno posteriore

Leve freno e frizione

Cover pompa freno e frizione

Kit cover serbatoio

Kit porta-targa

Kit cover per forcellone

Protezione laterale cilindri

Kit copri-iniettori

Kit supporto navigatore satellitare

Kit pedane pilota

Kit pedane passeggero

Telo coprimoto

http://www.motoguzzi.it/motoguzzi/IT/it/accessori.html?model=CALIFORNIA+1400+TOURING+SE

 

[/alert]
Moto Guzzi California SE grigio elegance
Moto Guzzi California SE grigio elegance

Scheda Tecnica Moto Guzzi California 1400 Touring S.E.

Cilindrata: 1380 cc

Alesaggio e corsa: 104 x 81,2 mm

Rapporto di compressione: 10,5 : 1

Potenza massima: 71 kW (96 CV) a 6500 min-1

Coppia massima: 120 Nm (12,3 kgm) 2750 min-1

Alimentazione/Accensione: iniezione elettronica Multipoint, sequenziale, fasata Magneti Marelli IAW7SM; corpo farfallato “ride by wire” Ø 52 mm, iniettori IWP 243 Magneti Marelli, doppia sonda Lambda, gestione integrata di 3 mappe motore, controllo di trazione, cruise control

Avviamento: Elettrico

Candele: NGK LMAR8F, 2 per cilindro

Impianto di scarico: in acciaio inox, del tipo 2 in 2 catalizzato a 3 vie con doppia sonda Lambda

Omologazione: Euro 3

Cambio: 6 marce con ultimo rapporto di overdrive

Trasmissione primaria: a denti elicoidali (rapporto 26/35 = 1: 1.346)

Trasmissione finale: doppio giunto di cardano e coppia conica fissa (rapporto 10/36 = 1 : 3,6)

Frizione: monodisco con parastrappi integrato

Telaio: tubolare in acciaio, a doppia culla chiusa, con sistema di fissaggio del motore elastocinematico per l’isolamento delle vibrazioni.

Interasse: 1685mm

Avancorsa: 155 mm

Inclinazione cannotto di sterzo: 32°

Angolo di sterzo: 38°

Sospensione anteriore: forcella tradizionale, Ø 46 mm, con piedino per pinza freni attacco radiale e cannocchiali sugli steli

Escursione ruota anteriore: 120 mm

Sospensione posteriore: forcellone con doppio ammortizzatore regolabile nel precarico molla

Escursione ruota posteriore: 110 mm

Freno anteriore: doppio disco flottante in acciaio inox, Ø 320 mm, pinze radiali Brembo a 4 pistoncini contrapposti

Freno posteriore: disco fisso in acciaio inox, Ø 282 mm, pinza flottante Brembo a 2 pistoncini paralleli

Ruote: in lega d’alluminio

Cerchio anteriore: 3,50” x 18”

Cerchio posteriore: 6,00” x 16”

Pneumatico anteriore: 130/70 R 18”

Pneumatico posteriore: 200/60 R 16”

Lunghezza: 2445 mm

Larghezza: 1030mm

Altezza: 1460 mm

Altezza sella: 740 mm

Altezza minima da terra: 165 mm

Peso in ordine di marcia: 337 Kg (completamente equipaggiata)

Peso a vuoto*: 322 Kg

Capacità serbatoio carburante: 20,5 litri (di cui di riserva 5 litri)

* Peso con moto pronta all’uso, con tutti i liquidi di esercizio, senza carburante

Prova Moto Guzzi California 1400 Touring S.E.
Prova Moto Guzzi California 1400 Touring S.E.
Prova Moto Guzzi California 1400 Touring S.E.
Prova Moto Guzzi California 1400 Touring S.E.
ZAMP5875
La Moto Guzzi California è incredibilmente a suo agio anche nei cambi di direzione repentini
IMG_6530
Le borse laterali sono di facile apertura e di facile utilizzo. Assieme forniscono 70 litri di capienza.
 

 

Check Also

Prova Giacca Hevik Ikaro: versatile, sicura e resistente.

Per non soffrire il caldo, mantenendo alti gli standard di sicurezza passiva, c'è la giacca Hevik Ikaro. Ecco la nostra prova.

2 comments

  1. Mi scusi 2 piccoli dettagli che mi Sa che Gli sono sfuggiti,primo) la moto di serie è dotata di temperatura esterna ambiente; secondo) le frecce dopo solo 500 metri effettuati si disinseriscono automaticamente…. Per il resto gli confermo che è la migliore custom / touring premiata nelle varie prove effettuate nel 2013/2014!! L’aquila vola alto ancora come un tempo! Cordialmente by Sapo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *