Home / Blog / Lavoro, nuove fantastiche opportunità: il Bike Sitter

Lavoro, nuove fantastiche opportunità: il Bike Sitter

Vi manca il lavoro? Lavorate troppo e vi manca il tempo per sistemare la vostra moto? Ecco che si aprono opportunità per entrambi: il Bike Sitter

Il mercato del lavoro recentemente sta subendo una trasformazione radicale, complice anche il perdurare di una crisi economica che per definizione dovrebbe essere una cosa passeggera, e invece saranno dieci anni che andiamo tutti sempre più con le pezze al culo, ma è anche irrefrenabile la fantasia di chi si impegna nel trovare un’occupazione.

Il lavoro interinale, i voucher, le APP per trovare chi può prestare la propria manodopera per poco tempo, insomma tutte queste diavolerie che i più maliziosi ritengono che siano soltanto un sistema di tenere occupati i giovani sulla cinquantina in attesa di primo impiego sono solo alcuni dei sistemi moderni utilizzati da chi cerca o offre lavoro.

A questo proposito, anche noi di Moto-ontheroad vogliamo contribuire alla risoluzione del pressante problema della scarsità di offerta del mondo del lavoro inventandone uno a tema motociclistico, ovviamente: il Bike Sitter!

Di cosa si tratta?, direte voi.

Partiamo dalla domanda, che come ci insegna la legge del mercato è essenziale al fine di proporre un’offerta.

La forbice si allarga, chi ha i denti non ha il pane e viceversa, più ne hanno e più ne vorrebbero, i soldi vanno ai soldi, sono solo alcuni dei detti propri della saggezza popolare, nonché della mia povera nonna che spiegano come pochi fortunati possano permettersi molti lussi e la maggior parte delle persone sono costrette a fare sempre più rinunce. Si contrappone quindi a livello sociale al giovane squattrinato che ha ancora tante giunture da immolare sull’altare sacrificale della passione per la motocicletta ma non si può permettere neanche il Mosquito di PieroPelù altrettanti ricchi possidenti di svariate motociclette di ogni marca e modello che affollano garage strapieni di splendidi mezzi usati poco o nulla. Anziani proprietari spesso vittime di sciatica, morbo di Renault, cervicale impossibilitati per lunghi periodi anche solo a muovere le numerose moto lasciate tristemente immote senza nessuno che le porti a darsi una sgranchita.

E la moto, a stare ferma, soffre! Non le fa bene, le guarnizioni si seccano, le gomme si imporrano, l’olio non gira e non lubrifica, provoca sedimenti, si forma condensa nel serbatoio che provoca la ruggine. Un disastro. Le moto si devono muovere con regolarità!

Ed ecco che qui arriva l’offerta, il posto di lavoro per il giovane di cui sopra che con spirito imprenditoriale prende partita IVA e offre il suo tempo per portar fuori le moto inattive. Non male, eh?! Ce l’avete già barzotto, lo so.

Chiaramente è un’offerta di lavoro di tipo territoriale, che richiede un permesso rilasciato dal Ministero dei Trasporti (la patente di guida) ma che può dare una svolta al mercato del lavoro nel campo della motocicletta inaspettato.

Lavoro, nuove fantastiche opportunità: il Bike Sitter
Lavoro, nuove fantastiche opportunità: il Bike Sitter

Alla tariffa base oraria, che definiamo intorno alle 10-15 € più le spese come benzina o pedaggi a seconda delle moto da portare a giro (ovviamente si parte da un monocilindrico stradale come tariffa base, si salirà di molto per portare a spasso una custom da 800 kg con ape hanger. Insomma c’è anche da vergognarsi. Va bene la professionalità, però…), si possono sommare i servizi più disparati. Eccone nel dettaglio alcuni fra i più comuni, estratti dal listino divulgato dal sindacato di categoria:

Lavaggio 20 €

Lavaggio a mano (senza idropulitrice) 35 €

Ingrassaggio catena 5 €

Controllo pressione pneumatici 2 €

Trasporto dal meccanico da o per il tagliando 10 € oltre alla tariffa oraria

Revisione previo appuntamento 20 € o.t.o. e costo revisione

Pulitura delle gomme entrambi i lati da mostrare agli amici al bar 20 € o.t.o.

Infangatura della maxienduro per esibirla zozza 20 € o.t.o.

Fotografie scattate alla moto parcheggiata in località bellissime da concordare per la pubblicazione sui social, 5 €/una o.t.o.

I suddetti prezzi si intendono IVA22% esclusa, le moto prese in consegna si intendono in regola con il c.d.s. con assicurazione in corso di validità.

 

La foto di copertina per gentile concessione degli amici motociclisti Moe E Ryan di Cycle Garden

 

Il nuovo libro di Kiddo, autore di questo pezzo, è in vendita su  www.stradediverse.it

Check Also

Il buono Il brutto Il biker edizione zero, l’evento western on the road

Il buono il brutto il biker nasce dall'amore per l’Abruzzo e dalla passione per la moto. Da questo mix non poteva che prendere forma una bella avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *