Viaggio in Alentejo: 4a parte, verso il cuore della regione

Fino a questo momento ci siamo sempre diretti a nord e qualche volta ad ovest, costeggiando la linea di confine. Adesso invece puntiamo decisamente a sud per raggiungere il cuore dell’Alentejo.

testo e foto Claudio Falanga

Vai alla prima parte 

Vai alla seconda parte 

Vai alla terza parte

[wp_geo_map]

La prima città che incontriamo è Pavia piccolo centro carino e ordinato, poi Évoramonte centro fondato nel 1160 attorno al castello posto sulla sommità di un colle. In tutta la zona il traffico è praticamente inesistente e gli abitanti sono dediti alle attività agricole concedendosi momenti di socialità nelle piazze dove si affacciano accoglienti bar.

Pavia
Viaggio in Alentejo. Pavia.
vimieirodimens
Viaggio in Alentejo. Vimieiero:
Vimierodimens
Viaggio in Alentejo: Vimieiro.

É un tipo di vita tanto simile a quella dei nostri piccoli centri e per questo motivo non sarà difficile per i motociclisti sentirsi a casa. I portoghesi hanno in gran simpatia gli italiani con cui condividono tante similitudini, non ultima quella di degustare un ottimo caffè in qualsiasi ora della giornata. Più avanti Vimiero e poi Evoramonte, quest’ultima che ci porterà a uno spostamento deciso e momentaneo verso est. Ci piace curiosare questi paesini tranquilli e ricchi comunque di storia dove non manca mai un importante monumento, quasi sempre una fortificazione. A Evoramonte troveremo un castello interessante per le forme tondeggianti, differenti dall’architettura spigolosa degli altri manieri della zona.

IMG_1400
Il particolare Castello di Evoramonte

 

Proseguendo arriviamo a Arraiolos, centro facente anch’esso parte del distretto di Évora.

Anche Arraiolos ha un bellissimo castello, purtroppo abbandonato.

Come dicevamo la concentrazione di monumenti in Alentejo è grandissima e ci vorrebbe un grande sforzo per mettere in sicurezza tutto il patrimonio storico. Allo stato attuale, comunque, questi manieri abbandonati riservano un fascino incredibile anche per questa condizione, tenendo presente la raccomandazione di essere molto attenti nel salire sulle cinte murarie a causa della mancanza di qualsiasi protezione lungo le ripide scale e le mura.

IMG_1415
Viaggio in Alentejo. Il castello di Arrajolos
Viaggio in Alentejo. Il castello di Arrajolos
Viaggio in Alentejo. Il castello di Arrajolos

IMG_1417 IMG_1419

La città di Arraiolos è famosa, fin dal Medioevo, oltre per il castello, anche per la lavorazione di bellissimi tappeti di lana ricamati.

Ci dirigiamo ora nel nostro viaggio in Alentejo, nel cuore della regione, attraverso una statale ben tenuta e un panorama costantemente dominato da un cielo turchese, spezzato a tratti da grossi nuvoloni carichi a pioggia con cui danzeremo, schivandoli, per tutto il viaggio. Ai lati della strada numerosi alberi da sughero a volte “spogliati” della corteccia a volte integri e in attesa di fornire il prezioso materiale che troveremo sempre nelle botteghe di prodotti tipici dell’Alentejo sotto diverse forme.

Évora è una città museo bellissima ed antica, ricca di scorci emozionanti, pregevoli stili architettonici di diverse epoche, numerosi negozi ed anche una discreta vita notturna determinata dalla presenza dell’importante ed antica università fondata nel 1559 seconda solo a quella di Coimbra.

3
Viaggio in Alentejo. Évora e la piazza della cattedrale
1
Veduta di Évora
4
A Évora non mancano le botteghe artigiane con la lavorazione del sughero, uno dei prodotti della zona

Évora è Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO ed è famosa fin da epoca romana come testimoniano gli scritti di Plinio, ma soprattutto per il bellissimo tempio di Diana che sorge quasi inaspettato in uno spiazzo della città e un arco trionfale.

Tra i tanti monumenti importanti anche la cattedrale in stile romanico a tre navate in mattoni con due torri rivestite di piastrelle maiolicate. “Ebora Cerealis” com’era chiamata ai tempi dell’Impero Romano la città portoghese, per la grande ricchezza di cereali che forniva, ha anche un bellissimo acquedotto che dalla sua periferia entra fin nel cuore della città.

 

IMG_1489
Viaggio in Alentejo. L’antico acquedotto romano

La cosa straordinaria è che questi, entrando nel centro abitato, passa dalle immense volte ad arcate a quelle di più modesta entità nelle quali sono state costruite delle case.

IMG_1492

Al temine dell’acquedotto una piccola costruzione dove avvicinandosi si sente lo scorrere dell’acqua. Incredibile: funziona ancora!

Viaggio in Alentejo dove dormire:

IMG_2482Restaurante Dom Joaquim

Rua dos Penedos, 6

7000-531 Évora

Tel +351 266 731 105

38.5731,-7.914928

restaurantedomjoaquim@gmail.com

http://restaurantedomjoaquim.pai.pt/

 

Café Alentejo

Rua do Raimundo,5
7000-661 Évora

Tel +351 266 706 296

38.570208, -7.910047

cafealentejorestaurante@gmail.com

www.cafealentejo.com

 

IMG_1471Vitória Stone Hotel

Rua Diana de Lis, 5

7005-413 Évora

Tel +351 266 707 174

N 38.56421º | W -7.91232º

info@vitoriastonehotel.pt

www.vitoriastonehotel.com

 

Si ringrazia

ARPT – Turismo do Alentejo

Rua Manuel Baptista Reis, 6 R/C 

7570-284 Grândola

Tel:+351 269 498 680

Fax:+351 269 498 687

info@turismodoalentejo.pt

www.visitalentejo.pt

www.facebook.com/VisitAlentejoOfficial

www.pinterest.com/visitalentejo/

www.instagram.com/VisitAlentejo

 

 

Check Also

Nyons e Baronie Provenzali, la Francia ideale in motocicletta

Un piccolo tesoro nella provincia della Drôme, nel parco regionale delle Baronie Provenzali. Alla scoperta della Francia più autentica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.