Home / Viaggi in moto / Reportage / Alentejo in moto. Prima parte: la costa e la parte sud
Alentejo in moto. Lungo la costa

Alentejo in moto. Prima parte: la costa e la parte sud

testo e foto Claudio Falanga (Canon Eos D70 – Ob. 16/35 f 2,8 – 28/70 f 2,8)

[wp_geo_map]

 

“Oltre il Tago”, è questo il significato letterale e geografico dell’ Alentejo. Una regione che, a parte qualche città più conosciuta come Evora e Portalegre, è fuori da i grossi flussi turistici e proprio per questo ha attirato l’attenzione di Moto On The Road, sempre alla ricerca di nuove mete da proporre a chi ama le strade solitarie, i panorami incontaminati e le persone più genuine.

Il nostro viaggio parte da Lisbona, ma si può benissimo entrare in Alentejo dalle regioni meridionali della Spagna.

Alentejo in moto. Sul traghetto che tra Setùbal e Troìa
Alentejo in moto. Sul traghetto che tra Setùbal e Troìa
Il traghetto si allontana da Setùbal, regalandoci una vista complessiva sulla località
Il traghetto si allontana da Setùbal, regalandoci una vista complessiva sulla località

IMG_0970

Passato il Ponte Vasco de Gama si è già in Alentejo. Qui c’è una vasta zona umida dove sfociano diversi corsi d’acqua che si mischiano all’oceano creando un dedalo di insenature. E’ possibile tagliarne fuori una parte raggiungendo la località di Setùbal e con un breve tratto di traghetto arrivare a Troìa.

L'arrivo a Troìa
L’arrivo a Troìa

Il posto è turistico quanto basta, ma nella stagione in cui siamo andati (settembre) è praticamente deserto. Da Troìa a Comporta la strada è un istmo di terra lambita dal mare su due lati. La strada è dritta e veloce, e sui lati tratti di vegetazione e sabbia, accompagnano il viaggiatore con quell’odore tipico che ritroviamo nella nostra Sardegna.

Alentejo in moto. La strada da Troìa a Comporta
Alentejo in moto. La strada da Troìa a Comporta

Proseguendo si raggiunge la zona di Porto Covo. Il lungomare che conduce al paesino offre una spiaggia larga e onde che attraggono molti surfisti, piccoli bar sul mare, che offrono abbondanti piatti a base di pesce.

La natura è padrona in questo tratto di costa portoghese. L’oceano di fronte non è solo idealmente immenso, ma lo si percepisce in tutta la sua forza dalle onde e da quella bruma che solo a partire dalla tarda mattinata si attenua.

Porto Covo è carino, un piccolo paese di pescatori, che ha trovato impulso nel turismo. Niente a che vedere con quel turismo di massa invasivo e invadente, piuttosto la sensazione per il viaggiatore di essere ospite in un borgo come un antico viandante.

IMG_0980
Verso Porto Covo
L'immensa spiaggia di Porto Covo
L’immensa spiaggia di Porto Covo
IMG_0994
Diversi i piccolo bar su un tratto di costa fra i più amati dai surfisti
IMG_0995
La costa dell’ Alentejo è spesso selvaggia

Più avanti troviamo Vila Nova de Milfontes, cittadina più grande e già più dedita a un turismo che – se non di massa – sicuramente più adatto alle famiglie.

Il tramonto a Cabo Sardão è un’occasione da non perdere in prossimità di Zambujeira do Mar.

Poco più a sud comincia l’Algarve, con le sue famose spiagge e un turismo di larga scala.

IMG_1016
Vila Nova de Milfontes
Verso il centro storico di Vila Nova de Milfontes
Verso il centro storico di Vila Nova de Milfontes
La costa di Vila Nova de Milfontes
La costa di Vila Nova de Milfontes
Una delle tante insenatura lungo la costa dell'Alentejo
Una delle tante insenatura lungo la costa dell’Alentejo

Spostandosi all’interno, si incontra Odemira e a poca distanza una finca tipica portoghese che ci sentiamo di consigliare. Questo posto è sicuramente apprezzabile per la tranquillità, la qualità del cibo e la bellezza. Non ultima cosa poter tenere la propria moto a pochi metri dalla camera. Altro motivo d’interesse di questa struttura agrituristica, è la vasta area verde che l’attornia ed il fatto che sia attraversata dalla via Vicentina, un circuito di trekking famoso in Portogallo (e non solo) che offre 350 chilometri di percorso dal lungo costa alla strada collinare.

La via vicentina si chiama così perché conduce a San Vivente, in Algarve.

La moto si può parcheggiare vicino alla camera pernottando presso la Quinta do Chocalhinho
La moto si può parcheggiare vicino alla camera pernottando presso la Quinta do Chocalhinho
La Quinta do Chocalhinho
La Quinta do Chocalhinho
L'interno della struttura
L’interno della struttura
La Quinta do Chocalhinho è una tipica finca portoghese
La Quinta do Chocalhinho è una tipica finca portoghese

Proseguendo verso est si trova Santa Clara-a-Velha, raggiungibile da Odemira attraverso una strada di circa una ventina di chilometri dove non si incontra anima viva. I boschi sono molto belli e selvaggi, ma non ci si può distrarre perché la strada più volte diventa sterrata.

Si guida su strade solitarie nel sud dell’ Alentejo

La strada per Santa Clara-a-Velha non sempre è perfetta, ma per la nostra BMW 1200 GS nessun problema
La strada per Santa Clara a Velha non sempre è perfetta, ma per la nostra BMW 1200 GS nessun problema

Santa Clara-a-Velha è un piccolo centro, con una bella chiesetta e tante case in bianco e azzurro. La gente è cordiale e saluta sovente guardando con un po’ di curiosità i rarissimi motociclisti. Per raggiungere Santana da Serra da nord bisogna aggirare una zona lacustre, successivamente si trovano i centri di Gomes Aires – Almodôvar – Santa Cruz, paesini dediti alle attività rurali, ma sempre ben ordinati.

Alentejo in moto. Santa Clara-a-Velha
Alentejo in moto.
Santa Clara a Velha
Santa Clara-a-Velha
Santa Clara a Velha
Le tipiche case di Santa Clara-a-Velha
Le tipiche case di Santa Clara a Velha
La vita scorre tranquilla in Alentejo
La vita scorre tranquilla in Alentejo
Gomes Aires
Gomes Aires
Il panorama cambia dirigendosi verso il confine con la spagna
Il panorama cambia dirigendosi verso il confine con la spagna

Quasi d’obbligo fermarsi per un caffè espresso, che da queste parti è ottimo. Lo accompagneremo spesso con una Pastel de Nata, forse il dolce più famoso del Portogallo, fatto di pasta frolla su cui è poggiata una crema deliziosa. Diventerà una dolce consuetudine durante tutto il viaggio.

La prossima meta è Mértola.

Il panorama si allarga e si abbandonano i tratti boschivi per trovare via via un paesaggio molto simile alla non lontana Spagna. Una delle cose più incredibili di questa prima parte del percorso è viaggiare spesso in completa solitudine, in un territorio vasto. Può capitare di guidare anche per più di un’ora senza incontrare nessuna auto né nella stessa direzione, né in quella inversa.

Mertola ci appare lungo la strada con il suo castello
Mertola ci appare lungo la strada con il suo castello

Mértola è un borgo dominato da un imponente Castello sotto cui scorre il fiume Guadiana che più a sud dividerà il Portogallo dalla Spagna.

Il paese è sicuramente il più conosciuto fra quelli incontrati fino a ora all’interno dell’Alentejo. Dalla torre del castello e dalle mura offre un panorama emozionante sul fiume e all’interno del borgo si trovano diversi negozi e laboratori dove si effettua ancora la tessitura con antichi telai.

IMG_1053
Alentejo in moto. Mertola
IMG_1069
Il fiume Guadiana scorre ai piedi di Mertola
IMG_1070
La cinta muraria è intatta a Mertola

IMG_1067

La torre del castello di Mertola
La torre del castello di Mertola
Mertola.
Mertola.
Alentejo in moto. La vista sul fiume dalla torre del castello di Mertola
Alentejo in moto.
La vista sul fiume dalla torre del castello di Mertola
Mertola è una cittadina viva e accogliente
Mertola è una cittadina viva e accogliente

Non distante Mina de S.Domingos, un borgo di minatori, vicinissimo alla Spagna. Qui si gode di un Portogallo vero, per nulla dedito al turismo chiassoso.

La chiesa di Mina de Sao Domingo
La chiesa di Mina de Sao Domingo

 

www.visitmertola.pt

 

Quinta do Chocalhinho

Estrada N263, Klm 2, Bemposta,
7630-028 Odemira

Tel +351 283 327 280 / +351 927 981 788

37 35 48.73 N 8 37 11.03 W

info@quintadochocalhinho.com

http://quintadochocalhinho.com

 

 

Hotel São Domingos

Rua Dr. Vargas

7750-171 Mina de São Domingos

Tel +351 286 640 030

37º 40’ 13.515” -7º 30’ 9.3204”

reservas@hotelsaodomingos.com

www.hotelsaodomingos.com

 

 

ARPT – Turismo do Alentejo

Rua Manuel Baptista Reis, 6 R/C

7570-284 Grândola

Tel:+351 269 498 680

Fax:+351 269 498 687

info@turismodoalentejo.pt

www.visitalentejo.pt

www.facebook.com/VisitAlentejoOfficial

www.pinterest.com/visitalentejo/

www.instagram.com/VisitAlentejo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Check Also

abruzzo on the road

Abruzzo on the road. Aggiungete alla lista queste mete

Abruzzo on the road, e la mente già corre al bivacco su, a Fonte Vetica, panorama vino e arrosticini. Ma noi vogliamo proporvi cinque mete alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *