Terra Berica: un territorio e le sue splendide ville

Quando la cultura incontra l’enogastronomia del territorio. 

46 ville visitabili. Tante sono le perle che la Terra Berica ha da offrire ai suoi visitatori. In una superficie di meno di 500 kmq, a sud di Vicenza, tra colli, valli e distese pianeggianti di campi coltivati, si trova uno scrigno di cultura, amorevolmente custodito fino ai giorni nostri. Originali proposte artistiche e letterarie conducono alla scoperta di un territorio tutto da scoprire, ospitale, inaspettato e sorprendente!

Terra Berica
Terra Berica

La cultura, grande protagonista

Grande protagonista della Terra Berica, oltre alla natura, è la cultura, parte integrante del paesaggio Berico. Basti pensare alla sua vicinanza con la città di Vicenza, perla del Rinascimento, dichiarata Patrimonio Universale dell’Umanità dall’Unesco, grazie anche alle meravigliose architetture del Palladio. 

Tantissime sono le ville, palladiane e di epoche diverse, che si possono ammirare in questo fazzoletto di terra, assieme a pregevoli esempi di arte rurale, eremi, chiesette, fontane. E poi ancora borghi caratteristici e case rupestri, testimonianze di civiltà antiche, musei che fanno rivivere tradizioni contadine e artigianato locale, prigioni e rocche, grotte e cave, paesaggi che hanno ispirato anche lo scrittore Antonio Fogazzaro. 

Alla cultura si ispirano numerose proposte turistiche che mirano a valorizzare le eccellenze del territorio, creando di volta in volta abbinamenti sempre nuovi e originali. C’è il pacchetto dedicato all’arte, quello specifico rivolto all’architettura delle ville, la letteratura e la poesia, e ancora il binomio cultura ed enogastronomia, a sottolineare due punti forti della Terra Berica che qui si intrecciano dando vita a curiose e coinvolgenti iniziative. 

 

Sulle orme di Fogazzaro

Proprio a Fogazzaro si ispira una delle proposte turistiche di Terra Berica: “L’antico, piccolo mondo dei colli berici”. La zona dei Colli Berici comprende infatti parte del Cammino Fogazzaro-Roi, un cammino che si snoda tra stradine, argini e sentieri della provincia di Vicenza, fra tesori di arte e natura nei luoghi narrati dal famoso romanziere. Il Cammino Fogazzaro-Roi tocca luoghi e ville descritti dallo scrittore vicentino e tanto cari al suo pronipote, il marchese Giuseppe Roi, un “diplomatico” della cultura e della bellezza della terra veneta nel mondo. Si parte da Barbarano Vicentino, qui si potranno visitare le ville Godi Marinoni, detta il “Castello”, Sangiantofetti Rigon e Villa Pedrina, e ancora, la chiesa e il convento di San Pancrazio.

Seconda tappa è Orgiano per visitare la Villa Fracanzan Piovene, dimora privata dove arredi, quadri e cimeli di famiglia fanno parte della casa-museo “Vita quotidiana e lavoro in Villa”, per spostarsi poi a Villa Fogazzaro Colbacchini a Montegalda, luogo raccontato in “Piccolo Mondo Moderno” e molto amato dallo scrittore per lo scenario di bellezza campestre.

Il cammino sarà intervallato da brevi tappe durante le quali sarà possibile assistere a letture di passi particolarmente significativi dell’opera letteraria di Fogazzaro, con particolare riferimento alla natura e al territorio dei Colli Berici. Un modo per rivivere l’opera e le ispirazioni del grande artista, direttamente dentro la loro cornice originaria, ricca di arte e natura tutta da vivere.

Nello specifico il pacchetto comprende: 1 pernottamento in camera doppia in hotel o b&b, colazione e cena con prodotti De.Co. (Denominazione Comunale), pranzo in agriturismo con degustazione vini e menu tipico, ingressi con guida specializzata alle ville Colbachini, Marinoni, Sangiantofetti Rigon, Pedrina e Convento di San Pancrazio, guida cartacea e ove possibile audioguida, 5 cartoline a scelta delle ville, libro “Piccolo mondo moderno” con copertina personalizzata. Quota per persona, con minimo due partecipanti, 250 euro.

Terra Berica: Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo (VI), progettata dall'architetto Andrea Palladio.
Terra Berica: Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo (VI), progettata dall’architetto Andrea Palladio.

 

Ville e poesia

Due giorni dedicati a poesia e architettura, visitando alcune tra le più interessanti ville della provincia di Vicenza. Questa la proposta “Un percorso alla scoperta di ville e poesia”. Si parte da Noventa Vicentina che ospita la cinquecentesca Villa Barbarigo, intorno alla quale si è sviluppata l’urbanistica dell’intero paese; si prosegue con Villa Prosdocimi, di origine cinquecentesca e ristrutturata nel settecento; si passa alle rinascimentali Villa di San Floriano e Villa Albrizzi, per finire la prima giornata con la settecentesca Villa Rossi Bellin. Il tutto accompagnati da una guida che svelerà i segreti delle splendide ville, tutte dislocate all’interno del territorio comunale: la visita guidata diviene così anche un bellissimo tour attraverso i paesaggi di Noventa Vicentina. 

Terra Berica: Villa Negri De Salvi
Terra Berica: Villa Negri De Salvi

La mattina seguente si parte alla volta di Agugliaro, vicino comune ricco di pregevoli architetture: Villa del Verme, nobile dimora di campagna del XV secolo in stile gotico veneziano; Villa Saraceno, straordinaria opera incompiuta del Palladio; la cinquecentesca Villa Saraceno Palazzo delle Trombe attribuita al Sanmicheli, la seicentesca Villa delle Rose e Villa Saraceno Franchin, dimora padronale ricca di elementi gotici. Il tour si conclude ad Albettone con la visita a Villa Negri De Salvi, detta anche Villa Campiglia, dalla nobile famiglia che l’ha commissionata e abitata fino al passaggio ai Gonzaga. La villa è nota anche per essere stata dimora della poetessa vicentina Maddalena Campiglia, personalità complessa e di grande interesse culturale e umano. Proprio con i suoi versi si saluterà questo interessante e incantevole tour.  

Nello specifico il pacchetto comprende: 1 pernottamento in camera doppia a Noventa Vicentina, cena e colazione in agriturismo a base di prodotti tipici e cestino per pranzo-degustazione a base di prodotti locali. Quota per persona, con minimo due partecipanti, 60 euro.

Cave, fontane e grotte rupestri

Terra Berica: Museo Civilta Contadina Grancona
Terra Berica: Museo Civilta Contadina Grancona

Non solo ville. Terra Berica offre diversi esempi d’arte e architettura che testimoniano epoche del passato. Tutte da scoprire grazie al pacchetto “La materia di cui è fatta l’arte”. Prima tappa al Museo della Civiltà Contadina di Grancona “Carlo Etenli” che raccoglie decine di macchine agricole e migliaia di strumenti di lavoro e oggetti d’uso quotidiano, ordinati secondo criteri funzionali in sette sezioni, con l’obiettivo di recuperare e conservare le testimonianze e i valori della civiltà contadina. Si prosegue con la visita guidata a un’altra importante testimonianza dell’economia e dell’artigianato locale: la Cava Scioso, situata in località Casette di Grancona, dalla quale si ottiene la pietra gialla. Si tratta dell’unica cava che presenta un sistema d’escavazione a cielo aperto, per lo sfruttamento del banco di pietra superficiale.

La mattina successiva, sulle tracce delle tradizioni locali andate perdute, si farà una passeggiata alla scoperta delle antiche fontane e lavatoi presenti nel territorio comunale: Fontana del Casalin, del Corrubio, del Crearo, di Spiazzo, de Caregheta, de Scaranton, Canton de Napoli, Del Buso, dei Spidui, del Pescatore. Si conclude con una deviazione nel vicino comune di Zovencedo per una visita alle Case Rupestri. Il territorio di Zovencedo, soggetto a fenomeni di carsismo, presenta numerose grotte, in alcune delle quali sono state trovate testimonianze di una antica occupazione da parte dell’uomo. Dapprima usate come eremi o luoghi religiosi, divennero poi abitazioni, usate sino a non molti anni fa. Una delle più importanti testimonianze di casa rupestre si trova nella cosiddetta “Sengia dei Meoni”, ricavata all’imboccatura di un’antica cava di pietra ed abitata fino agli anni ’60.
Nello specifico il pacchetto comprende: 1 pernottamento in camera doppia in b&b, aperitivo di benvenuto, colazione e cena a base di prodotti tipici in locali selezionati, ingresso al museo della civiltà contadina e guida accompagnatore per il tour. Quota per persona, con minimo due partecipanti, 150 euro.


Tra suggestioni letterarie e sapori genuini

Letteratura e gustosi prodotti tipici: un binomio che lungo il territorio berico trova più di uno spunto per gli appassionati. Il tour inizia a Montegalda con la visita alla villa di impianto seicentesco Fogazzaro-Roi, ora Colbachini, che era di Giovanni Antonio Fogazzaro, nonno del romanziere. Parte del complesso architettonico è oggi sede del Museo Veneto delle Campane, la più ricca e curata collezione di campane in Italia, ormai prossima a divenire la più grande in Europa, che raccoglie esemplari storici, curiosità e metodi di lavorazione visibili nella ricostruzione di una fonderia statica.

La seconda giornata sarà dedicata alla visita di due importanti aziende agroalimentari. La prima è una distilleria storica situata a Montegalda, in attività dal 1840 nella cornice di un edificio del Cinquecento. La seconda è la casearia ovicaprina, che a partire dal 1982 ha saputo conquistarsi la considerazione di esperti e ristoratori. Qui vengono prodotti caprini aromatizzati con erbe coltivate in proprio, formaggi a muffa bianca o rosa, tipo Camembert e Taleggio, o i cosiddetti “erborinati”, a muffa verde e blu, tipo Gorgonzola e Roquefort.

Nello specifico il pacchetto comprende: 1 pernottamento in camera doppia in agriturismo, cena e brunch a base di prodotti tipici, bottiglia di grappa, cofanetto con piccola selezione di formaggi caprini e copia personalizzata del libro “Piccolo Mondo Moderno”, pranzo del secondo giorno in agriturismo a Castegnero con prodotti locali, ingresso alla Villa e al Museo delle Campane con guida. Quota per persona, con minimo due partecipanti, 185 euro.

Terra Berica
Terra Berica

 

Terra Berica, scrigno del Veneto

Uno scrigno di meraviglie concentrate in poche manciate di chilometri: questo è Terra Berica. Un territorio che si sviluppa a sud della città di Vicenza, su una superficie che non raggiunge i 500 kmq, e comprende 24 comuni situati tra i Colli Berici e la pianura circostante, per un totale di 85 mila abitanti circa.  

Cultura, storia, enogastronomia, escursionismo e sport si combinano qui in un mix unico, dando vita a proposte turistiche che mirano a valorizzare le eccellenze della Terra Berica, un territorio tutto da scoprire, ospitale, inaspettato e sorprendente!

 

Info: Terra Berica – tel. 0444 964380

www.turismoterraberica.it 

 

Check Also

“In Volo senza Barriere”, il 3° appuntamento di un evento benefico

Il 12 settembre terzo appuntamento per “In Volo senza Barriere”, rivolto a portatori di disabilità. Su aeromobili leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.