Home / Featured News / Halloween la festa irlandese

Halloween la festa irlandese

Fra i primi prodotti che l’Irlanda ha fatto conoscere di sé nel mondo figurano proprio… gli Irlandesi. Popolo fiero e legato alle proprie tradizioni, neppure nei momenti bui della massiccia emigrazione verso le Americhe rinunciò a mettere in valigia quei valori, forti ed irrinunciabili, della propria Terra d’origine.

E così, ballate ritmate dai “bodhràn” (il caratteristico tamburello irlandese), appassionanti storie di folletti e pentole d’oro, di streghe e spiriti solcarono l’Oceano e misero ben presto solide radici in quella che per milioni di Irlandesi, divenne la Patria adottiva dove trasferire un po’ di sé e della propria storia..

Ormai seconda festa per importanza e partecipazione di folla del mondo anglosassone, Halloween –  la “festa di fine raccolto” o Samhain, in gaelico, che celebrava la conclusione del ciclo agreste scandito dal sole e dalla luna  – è forse la tradizione celtica che più ha accompagnato l’epopea del popolo irlandese, trasformandosi poi in un evento che, nella notte tra il 31 ottobre ed il 1° novembre, contagia il mondo intero con la sua allegria e il suo spirito frizzante ritardando l’arrivo della stagione invernale.

A Milano è il pretesto per ricordare le remote origine celtichedel capoluogo lombardo e  celebrare, dal 29 al 31 ottobre, il “Capodanno Celtico” fra le possenti mura del Castello Sforzesco. Un appuntamento, giunto alla undicesima edizione, organizzato dall’Associazione Capodanno Celtico, con il patrocinio ed il contributo del Comune e della Provincia di Milano, e di cui Turismo Irlandese non a caso e con grande onore, è sponsor ufficiale del Concorso “I Colori d’Irlanda” che mette in palio un bellissimo week-end a Dublino per due persone. Turismo Irlandese allestirà anche uno stand dove per l’intera durata della manifestazione porterà un po’ di questo spirito, di questa allegria, nell’intento di condividere con il pubblico le emozioni che il Paese sa dare e di informare sulle possibilità di viaggio.

Chi ama le partenze improvvisate può ancora regalarsi l’emozione di vivere in diretta l’attesa, tuttora viva ed autentica, di questa coinvolgente celebrazione scegliendo per il Ponte del 1° novembre fra uno dei tanti City Break autunnali a cui ora Turismo Irlandese riserva una sezione del proprio sito (www.irlanda-travel.com/citybreaks ). Tour a tema, festival, occasioni di shopping, soggiorni a Dublino e Belfast “low budget”… Una delle celebrazioni più fastose di Halloween si tiene a Dublino (www.visitdublin.ie), The Samhain Parade, che riversa in strada un fiume di folla degno del Carnevale brasiliano. Dublino, in occasione di Halloween, invita inoltre a visitare il suo Museo Nazionale, custode di molte testimonianze dell’arte celtica, e il nuovo Leprechaun Museum, che apre le porte a tutti coloro che vogliono entrare in sintonia con leggende e miti dell’antica Irlanda  (www.leprechaunmuseum.ie ) e con le celebrazioni tipiche di questo evento, tra cui i falò beneauguranti.

A Londonderry questi falò diventano fastosi fuochi di artificio e giochi pirotecnici sulle rive del Foyle, con i quali, la bella città fortificata a ovest di Belfast designata città della cultura 2013, chiude quello che è definito l’ “Halloween Carnival” (29 – 31 ottobre), epilogo di una giornata vissuta tra “ Ghostbuster tours” e intrattenimenti per tutti la famiglia. (www.derryvisitor.com)

Ovunque si decida di vivere questo momento di pura tradizione pagana, vale la raccomandazione di  farsi sedurre dal fascino di entrare in un Pub dove si fa musica tradizionale o si intrecciano antichi racconti. E tra amici, davanti alla fiamma del camino, gustare una pinta di Guinness e un piatto di Colcannon (un puré di patate e verza) o una fetta di Barm Brack, torta tradizionale.

Per info:

Tel. 02 48296060 – Email informazioni@tourismireland.com ; Web www.irlanda-travel.com

Check Also

Sapori di Primavera

Vi sembrerà un po' prematuro parlare della bella stagione, ma è il momento di mettere in calendario i primi eventi interessanti. E che la cosa possa essere di buon auspicio per l'arrivo del bel tempo e del mototurismo.