Eicma 2015: la moto che non c’era

di Carlo Nannini (Kiddo)

Come tutti gli anni, anche in questa edizione 2015 di Eicma, il Salone di Milano, sono state presentate numerose novità, alcune delle quali attese da tempo come la nuova Africa Twin o altri modelli per i quali erano trapelate indiscrezioni o quantomeno voci di corridoio.

Molto spesso però le speranze degli appassionati che attendono il rinnovamento di una moto o la presentazione di un’altra vengono clamorosamente disattese, anche se l’uscita pareva cosa assolutamente scontata.

Eicma 2015: la moto che non c’era

Partiamo quindi da una delle principali assenze di questo Salone del motociclo, ovvero la Yamaha Tracer derivata dalla MT-07, la naked bicilindrica. Giravano infatti numerose indiscrezioni e foto “rubate”, addirittura i concessionari la davano per cosa certa, ma a Milano non c’era! Mistero. In compenso c’era questo scooter a tre ruote.

Yamaha tre ruote
Eicma 2015: Yamaha tre ruote

BMW ci ha messo del suo, certamente, evitando di aggiornare nella sostanza come in molti si aspettavano un modello invariato se non nelle sovrastrutture ormai da ben otto anni (un periodo lunghissimo, per gli standard della Casa bavarese), ovvero l’F800GS. Moto di sostanza, un mix equilibratissimo davvero difficile da modificare senza il timore di sconvolgere un progetto assolutamente azzeccato; ma certamente applicare due fianchetti in metallo sulla carena per imitare la GS 1200 non si può certo definire un aggiornamento.

foto 1 F800GS rinnovata
Eicma 2015: F800GS rinnovata

Stesso discorso se vogliamo per la neonata Scrambler, che a guardar bene non è che una Nine-T con manubrio largo e differente posizione di guida. Alcuni maligni che hanno assistito insieme a noi alla presentazione alla stampa hanno insinuato che fosse una “moto da aperitivo” ed effettivamente non si può dire che sia il mezzo versatile, economico e spartano che avrebbe potuto essere la nuova GS 800 senza telelever che in molti richiedono da tempo, e ai quali a suo tempo abbiamo dato voce. http://www.moto-ontheroad.it/blog/il-giesse-che-vorrei/

BMW Scrambler
Eicma 2015: BMW Scrambler

Il discorso si complica se arriviamo in Casa Piaggio, più in particolare Aprilia e Moto Guzzi.

Diciamo subito che un po’ di delusione l’abbiamo provata quando accanto alla splendida RSV4 derivata dalla superbyke abbiamo scorto la solita vecchia adorabile Dorsoduro 750. In molti infatti attendono la versione “2.0” della media maximotard italiana. Gli addetti stampa della Casa di Noale ci hanno confidato che effettivamente è in fase avanzata il progetto di trasformare la Dorso in qualcosa di molto simile al prototipo “Mana” (tranquilli, non l’automatica) presentato nel lontano 2003 insieme alla Blu Marlin. Per chi non se la ricordasse, era una ETV denudata, assolutamente troppo avanti per i tempi, per la quale in molti ci eravamo già preparati il sacco a pelo per fare la coda al concessionario ma che purtroppo non uscì mai. In compenso poco dopo Ducati uscì con la Multistrada, che non ne sono state vendute solo due…

Aprilia Dorsoduro
Aprilia Dorsoduro
Aprilia Mana prototipo del 2003
Aprilia Mana prototipo del 2003

Moto Guzzi, comunque, se si parla di aspettative disattese, è da tempo la numero uno! A dare la stura ai commenti dei tanti appassionati si capisce che in molti aspettavano un rinnovamento di Stelvio (neanche esposta al Salone, purtroppo), e Griso (stessa sorte della maxienduro di Mandello), né tantomeno di una qualsiasi erede della ormai archiviata MGS 01 in favore di un dilagare di V7 in qualsiasi declinazione e delle gemmazioni della California, fra le quali lo splendido prototipo (ma questo sembra andrà in produzione) MGX 21.

Eicma 2015: Moto Guzzi MGX 21
Eicma 2015: Moto Guzzi MGX 21

Altra moto che c’era, ma poteva benissimo fare a meno, questa naked del marchio CF Moto, marchio cinese noto a dir la verità soprattutto per i quad che stanno avendo in Italia un discreto successo per via dell’ottimo rapporto qualità-prezzo. Vi piace? effettivamente anche a noi, solo che quando abbiamo provato a chiedere informazioni non ci hanno saputo dire né il prezzo né dove poterla acquistare. Insomma, la moto c’era, ma è come se non ci fosse stata.

 Eicma 2015: CF Moto 650
Eicma 2015: CF Moto 650

Forse non tutte le moto attese erano presenti, dunque, ma le sorprese e le novità vere hanno senz’altro saziato gli appassionati. Del resto, noi abbiamo appena cominciato a mostrarvene alcune.

Check Also

Il Motor Bike Expo 2021 sarà posticipato a Primavera

A causa della situazione Covid 19, il Motor Bike Expo 2021 sarà posticipato, presto saranno comunicate le date ufficiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.