Home / Moto / Le moto più belle del Bike Expo di Verona

Le moto più belle del Bike Expo di Verona

di Carlo Nannini (Kiddo)

foto Carlo Nannini, Nadia Giammarco e Norberto Ronchi

È uno spettacolo per gli occhi e il cuore che dura tre giorni di seguito, quello del Verona Bike Expo, che come il grande circo allestito dal preparatore Mr. Martini che forse più di ogni altro ne è riuscito ad interpretare l’anima, porta in scena la personalizzazione del mondo della moto.

foto 1

foto 1.2 l'interno dello stand di Mr Martini con le sue bellissime specials, soprattutto su base Triumph Scrambler

 

È una tendenza alla quale anche le grandi Case, almeno quelle europee, hanno saputo adeguarsi in maniera molto intelligente adattando le loro esposizioni, sempre impeccabili e in grande stile, all’anima della manifestazione.

foto bmw

foto bmw.1

 

Verona è il luogo dove ognuno può rincorrere il proprio sogno, dove si sogna e si può realizzare la moto su misura se si ha la possibilità e l’immaginazione necessaria, ma anche dove si espone, si viene in contatto con tante altre immaginazioni, altre speranze, di chi lavora per portare in giro altri motociclisti, chi si occupa della sicurezza, dell’editoria. A Verona ci si incontra, si racconta la propria voglia di fare, si trova terreno fertile dove far crescere la propria idea per continuare ad andare in moto.

Ma soprattutto, si ammirano sempre e comunque le bellissime realizzazioni artigianali, che sarebbe presuntuoso soltanto pensare di voler raccontare in maniera esaustiva, anche solo con uno scatto ciascuna.

Per questo, a nostro insindacabile giudizio, parleremo di quelle che ci sono sembrate più interessanti. Non chiedeteci il perché.

Partiamo da quella che, come dire… non sai perché fra tante ti colpisce di più. Non è quella fatta meglio, né la più originale o la più intelligente. Non è nemmeno vestita tanto bene e non si sa comportare ma… ti fa un sesso estremo! Si tratta della creazione di X Moto di Riccione, una vecchia BMW R1100S salvata dalla pressa e trasformata in una sorta di maximotard, con forcella tradizionale al posto del Telelever e seduta rialzata. Vedendola abbiamo invidiato tantissimo l’attuale proprietario titola re dell’officina, che ci racconta come gode a sodomizzare le R1 sul passo di Bocca Seriola, e in sincerità, ci piacerebbe davvero provarla e godere come lui.

foto 2

Inutile dire che, fatta eccezione per le numerosissime preparazioni su base Harley, e quindi appartenenti al mondo custom dove non ci sentiamo, per religioso rispetto, di intervenire col nostro giudizio impreparato, principalmente le special hanno interessato basi BMW, Triumph (principalmente Bonnie e Scrambler), alcune vecchi mono enduro, Ducati e, finalmente, Moto Guzzi, la cui assenza totale nelle precedenti edizioni ci aveva stupito non poco. Anzi, visto il lancio del recente modello della bellissima V7 aggiornata e presentata nelle numerose vesti trasformabili in scrambler come quella che abbelliva anche lo stand di Moto-on the Road Moto Guzzi era presente in forma ufficiale e in grandissimo spolvero al Verona Bike Expo.

Fra le aziende che stanno credendo di più a questa nuova vita di Moto Guzzi troviamo 70tre (www.70tre.com ), un marchio che coniuga officina e preparazione di specials al mondo della moda, un binomio che sembra ormai inscindibile, e che ha presentato al Bike Expo, oltre alle preparazioni su base delle moto di Mandello, Yamaha e Bmw, anche la propria collezione di abbigliamento

IMG_8273

Ormai i garage e le officine traboccano di vecchi BMW serie R, spesso GS, e in tanti sembrano aver letto il nostro blog “Il Giesse che vorrei” e si comportano di conseguenza, trasformando e alleggerendoli.

foto 3.1 foto 3

Una delle realizzazioni più interessanti, presentate da Officine Sbrannetti (www.officinesbrannetti.com) di La Spezia su base R1100Gs, sembra interpretare proprio questo pensiero

foto 4

 

Stessa filosofia per Tondo Motor di Ravenna (www.tondomotor.com), che alleggerisce e scramblerizza la R1200R donandole una forcella tradizionale, vero spartiacque, sembra, della radicalizzazione e del costo nella customizzazione delle recenti BMW.

Oltre che su base BMW R1100S con la quale costruisce la sua Bolido dal frontale automobilistico

foto 5

Carronas (si pronuncia “Carognas”) era presente con numerose interessantissime special, fra le quali ci è rimasta impressa una semplice perciò geniale Ducati Monster realmente scrambler, ovvero rialzata nel telaietto posteriore, nel manubrio,, nello scarico, spogliatissima del superfluo, reattiva e sicuramente divertente. Semplicemente, la Monster come l’abbiamo sempre sognata.

foto 5.1 foto 5.3

Ovviamente non poteva mancare nell’esposizione di questo preparatore che si è rivelato una bellissima realtà, capace di coniugare design, architettura, stile e lavorazioni curate di verniciature, pellame ed ogni altro particolare la R1200R del caso, un po’ massiccia ma sicuramente affascinante per il carattere postatomico di Carronas Moto Especial.

foto 5.4

Sicuramente di stampo più classico ed elegante, ma non meno affascinanti e curate, le realizzazioni preziosissime di Moto Recyclos di Bari (www.motorecyclos.com) su base BMW classiche oppure K75 che si sono viste a Verona e che rappresentano un piccolo ma significativo esempio di come lavorino questi “ragazzi”

foto 6.1 foto 6.2 foto 6.3 foto 6.4

Decisamente dal carattere più sportivo le bellissime racers dei francesi Radical Ducati

( www.ducatiamo.fr )

foto 7.1 foto 7

Mentre ci ha appassionato il coraggio di un ragazzo di Parma, titolare dell’officina Luca’s Garage ( www.lucasgarage.com ) che fra le altre realizzazioni ha portato a Verona una scrambler su base Yamaha Xt 600 del ’92 molto semplice e curata

foto 8.1 foto 8

Le special su base monocilindrico giapponese datatissimo, da centinaia di euro all’acquisto per intenderci, sono sicuramente gettonatissime e divertenti, e sulle quali si sono cimentati anche Mr Martini

foto 9

E Motorè ( www.motorevintage.com), sempre su base Honda Dominator.

 foto 10

Come detto, cercare di dare visibilità a tutte le special del salone sarebbe impossibile, ma speriamo che fra le tante spettacolari creazioni portate anche da numerosi appassionati semplicemente per mostrare la propria bella, siamo riusciti a dare voce alle aziende che con dedizione e passione continuano a lavorare nel mondo della realizzazione di special, sempre più curate e belle.

IMG_8192 IMG_8194 IMG_8207 IMG_8208 IMG_8209 IMG_8210 IMG_8212 IMG_8248 IMG_8250 IMG_8251 IMG_8253 IMG_8254 IMG_8255

 Le immagini di Nadia

DSC_2989 DSC_2992 DSC_2997 DSC_3032 DSC_2939 DSC_2929 DSC_2922

 I dettagli di Norberto 

20150123_185538 20150123_185803 20150123_190229 20150123_190245 20150123_190300

20150123_185434 20150123_185457

 

 

 

 

 

 

 

Check Also

Prova BMW R 1250 GS, la Regina delle enduro si rinnova

Abbiamo provato la nuova BMW R 1250 GS. Nuovo motore ShiftCam a fasatura variabile, per una coppia più vigorosa e una fluidità di guida ancora migliorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *