Home / Blog / Tanta strada per nulla!

Tanta strada per nulla!

Mi vedo costretto ad usare questo spazio sul giornale per informare di accadimenti e colpevoli omissioni perpetrate ai danni e all’insaputa dei lettori di Moto On The Road da parte del Sig. direttore Claudio Falanga.

Nonostante con solerte professionalità e subitanea dedizione alla Causa del giornalismo nel settore motociclistico e alla rivista che amate di più lo scrivente Kiddo all’indomani del viaggio in Inghilterra meridionale e dopo pochi giorni dal ritorno procedette all’invio di materiale fotografico in copiosa quantità, tutto di ottima fattura, oltre che di scritto atto ad illustrare le tappe del medesimo, a distanza di alcuni mesi ancora non si è potuto riscontrare traccia di detto reportage fotografico.

Sollecitato più volte dall’autore del servizio che ha domandato le cause di tale colpevole omissione, il Direttore di Moto On The Road ha addotto motivazioni vaghe e mai del tutto giustificanti un ritardo nella pubblicazione del pezzo, definito telefonicamente “bello, con foto bellissime”, tanto da progettarne una uscita frazionata in numero 3 parti o capitoli.

A dimostrazione della qualità e dell’impegno profuso nell’elaborazione del pezzo, si ricorda che un primo reportage dedicato al cinquantesimo anniversario degli scontri fra Mods e Rockers celebrati nel film “Quadrophenia” è già stato pubblicato qualche tempo addietro.

Riteniamo, consigliati da fonti quasi certe, che il motivo del ritardo nella pubblicazione non sia in realtà dovuto a problemi di natura tecnica o di visibilità sul web come a volte giustificato dal Falanga ma che sia imputabile unicamente al fatto che il reportage, già impaginato e pronto per la pubblicazione, se lo guardi lui da solo, tanto gli garba che non vuole farlo vedere a nessuno.

Chiedo quindi a tutti i lettori di Moto On The Road di richiedere con ogni mezzo a disposizione la pubblicazione del pezzo quanto prima, onde evitare spiacevoli quanto improcrastinabili ritorsioni da parte dello scrivente Kiddo, quali “scordarmi” di portare al sig. Direttore il brandy albanese che gli piace tanto o i toscanelli al caffé che preferisce in occasione del prossimo incontro al salone del motociclo di Milano, altresì conosciuto come EICMA.

Nel frattempo, consolerò i lettori di Moto On The Road, che hanno intravisto il molo di Brighton sul pezzo di Quadrophenia e che ospita un luna park, ristoranti e bancarelle con una bella foto del molo di Follonica, giusto come consolazione. Questo molo ospita anche lui strutture ricettive come un albergo ristorante; non deve resistere alle forti mareggiate del gelido Canale della Manica ma ai cavalloni del Golfo di Follonica, a volte sommariamente impetuosi.

Detta immagine, riesca a rinfocolare il vostro desiderio di lettura e scoperta, e vi induca a meditare che, pur avendo girato tanto il mondo, a volte le cose più esotiche si trovano anche dietro casa.

O più semplicemente, che a volte si porti come bagaglio al ritorno da una lunga perigrazione, la sensazione di aver fatto tanta strada per nulla.

 

Check Also

Fuorisalone EICMA 2019, come imbucarsi a un evento

Impossibile sottrarsi al nuovo rito associato al Salone di Milano, il Fuorisalone EICMA sta diventando sempre più importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *