C.E.R.T. Coordinamento Escursionisti su Ruote

Coordinamento Escursionisti su Ruote: facciamo gruppo!

E’ in atto un censimento nazionale del Coordinamento Escursionisti su Ruote, lodevole iniziativa che si propone di creare una rete di motociclisti appassionati di guida su strade a fondo naturale.

C.E.R.T. FranciaE’ notizia di questi giorni la mobilitazione dei motards francesi contro il divieto di superare le auto incolonnate, la foto degli Champs Elysées invasi da migliaia di motociclette ha suscitato in ognuno di noi una sana invidia e commenti tipo “loro sì che sono uniti!”. In effetti da che mondo è mondo e in qualsiasi campo non mancano gli esempi in cui l’unione fa la forza: giusto per rimanere nel campo delle ruote a motore basta vedere come per esempio i tassisti riescano ad arginare con le buone o con le cattive qualsiasi iniziativa che ai loro occhi appaia come una minaccia al loro potere.

Strade a fondo naturale

C.E.R.T. Coordinamento Escursionisti su RuoteNoi motociclisti di potere ne abbiamo ben poco, e di soprusi ne abbiamo sempre subiti parecchi. Assicurazioni d’oro, pedaggi autostradali iniqui, gabelle assurde, ma l’indole individualista del motociclista medio ha sempre prevalso sullo spirito di gruppo. Tra le categorie più mal viste dall’opinione pubblica, e quindi discriminate, c’è quella dei fuoristradisti. O meglio, le parole sono importanti: degli amanti della guida su strade a fondo naturale. Cioè, più semplicemente, non asfaltate.

 

E’ per loro (anzi, noi) che è nato il Coordinamento Escursionisti su Ruote, prima in Emilia Romagna e via via allargatosi in Veneto, Piemonte, Lombardia, Toscana, e presto anche in Sicilia. Lo scopo è quello, nobile, di creare una rete di appassionati, coordinati nelle varie realtà locali da dei referenti esperti del loro territorio, che si occupi di tutelare la libera circolazione sulle strade così come sono catalogate dal CdS, portando avanti e diffondendo il nostro sport secondo principi di legalità e massimo rispetto.

C.E.R.T. Fuoristrada, non fuorilegge
Non siamo fuorilegge

L’unione fa la forza

La forza di una rete capillare basata sui referenti locali sta nella conoscenza approfondita che gli escursionisti hanno del proprio territorio, e ciò permette di individuare le criticità sul nascere e trovare soluzioni di convivenza pacifica con tutti gli altri fruitori: ciclisti, camminatori, residenti. Non solo, ma anche evidenziare situazioni di necessità in cui possiamo essere una risorsa preziosa per la comunità, per esempio la ricerca di dispersi in zone boschive impervie, o collegare comunità isolate per eventi naturali, o la segnalazione di attività illecite, di discariche abusive o principi d’incendio. In quest’ottica sono nati progetti di collaborazione e accreditamento con le strutture della Protezione Civile.

C.E.R.T. Coordinamento Escursionisti su Ruote
Massimo rispetto per la natura e per tutti i suoi amanti

 

Il Coordinamento Escursionisti su Ruote non nasce quindi per sostituire le realtà locali già presenti, ma anzi vuole essere, come dice il nome stesso, un punto d’incontro, un coordinamento di queste realtà in modo da poter integrare le capacità e le conoscenze di ognuno e trarne forza e vantaggio per tutta la categoria.

Il censimento

Per favorire tutto ciò è in atto un censimento nazionale promosso da C.E.R Lombardia (https://cerinlombardia.wixsite.com/censimentonazionale) che riguarda tutti gli escursionisti su ruote, siano questi su moto da enduro mono o bicilindriche, trial, mountain bike, e-bike, 4×4 e quad. Serve a fare numero ed avere peso per potersi interfacciare al meglio con le amministrazioni e le altre associazioni. L’obbiettivo è quello di creare un gruppo il più numeroso possibile per far sapere che siamo in tanti ad avere questa passione, un gruppo che abbia un peso politico sufficiente per far valere i nostri diritti e far capire nelle sedi adatte che non siamo fuorilegge e non dobbiamo essere trattati come tali.

Il tesseramento

I ragazzi dei C.E.R. regionali e in particolare della Toscana ce la stanno mettendo tutta, sarebbe cosa buona e giusta sostenerli anche col tesseramento, la risposta dagli appassionati è incoraggiante. Perché alla fine per cambiare le cose occorre che ognuno si senta in dovere di fare la sua parte.

 

Per approfondire: vademecum per il rispetto di tutti sulle strade sterrate.

Per informazioni sul Coordinamento Escursionisti su Ruote, sezione Toscana, copincollare questa url: https://www.cer-t.it/chi-siamo/

Per aderire al censimento nazionale copincollare questa url: https://cerinlombardia.wixsite.com/censimentonazionale

Check Also

Auguri e speranze per il prossimo anno

Bene, alla fine di questo anno disgraziato ci siamo arrivati, spero tutti in buona salute. Auguri e speranze per il 2021

One comment

  1. Ok .. Io sono incazzato con i naturalisti, che dicono che sono… Ma in realtà sono tutt’altro… Noi in moto, in montagna opp in strada… Si rispetta sempre titto e tutti ( sappiamo bene che c’è sempre l’eccezione di qualcuno )…. Ripuliamo sentieri ecc …. Nn vorrei dire altro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.