Tra frutti antichi e prati in fiore

Sembrano uscire dal mondo delle favole eppure fino a qualche anno fa regnavano nelle nostre tavole. I profumi e i sapori di un tempo tornano dal passato e si fermano per un weekend nelle piazze di Guastalla. Sabato 28 e domenica 29 settembre 2013, la cittadina sulle rive del Po si trasforma con la mostra mercato “Piante e Animali Perduti”, uno degli appuntamenti più originali dedicati alla natura e alla campagna.

Giardini di rose e mostre pomologiche

Riscoprire il sapore dei frutti antichi, il particolare cromatismo dei fiori dimenticati, la curiosa forma di piante ormai introvabili. Sabato 28 e domenica 29 settembre 2013 i portici secenteschi di Guastalla si trasformeranno in un giardino sorprendente, dove il profumo ormai sconosciuto di fiori dimenticati porta alla scoperta di frutti e piante salvate dalla passione dei collezionisti. Sofisticate orchidee, vasche di loto, rose, dalie, crocosmie, iris. Presenze immancabili nei giardini storici italiani, che per un weekend tornano alla ribalta accanto a frutti ormai desueti, ma dal sapore intenso come il biricoccolo, nespole, giuggiole, le introvabili pera briaca detta anche cocomerina, dalla polpa zuccherina e rossa, come se fossa imbevuta di vino, la succosa pera mora di Faenza, la mela Cavilla di origine germanica cinquecentesca e la Renetta Champagne coltivata in Francia dal 1700.

Mele e pere di ogni forma, colore e provenienza renderanno unica la mostra pomologica di frutti dimenticati organizzata con la collaborazione dell’azienda Antichi poderi del Paradiso: 260 varietà antiche saranno in esposizione e in occasione della mostra sarà possibile acquistare e scegliere tra ben 105 varietà di stagione, come pere e mele invernali, dal campanino alla cavilla fino al pòm cavèc. Per gli intenditori, saranno in vendita anche gli “assaggi” misti delle due specie provenienti dai frutteti invernali.

Durante i due giorni verranno presentati anche: Prati fioriti”, una speciale e preziosa miscela di essenze antiche da fiore, con la conseguente creazione di un prato perenne a semina del tutto personalizzato e Le pareti verdi verticali”, raffinati arredi vegetali in voga in particolare in Francia.

Interessante sarà poi la dimostrazione di Bio-manutenzione”,realizzata con somarelli e pecore che, brucando l’erba, si impegneranno in un “taglio” del prato del tutto naturale, all’insegna del vero risparmio energetico e la presenza di piante acquatiche e fitodepuratrici, risorse insostituibili per piccoli specchi d’acqua domestici.

La zucca di Cenerentola –Un curioso appuntamento sarà quello con il quarto raduno dei produttori di zucche giganti: perché le zucche di halloween non sono solo americane! Dai colori accesi e solari sono l’ideale per decorare la casa e la cucina in autunno. La zucca è poi un simbolo di queste terre: in tutte le case c’è una ricetta speciale per preparare i famosi e dolci tortelli di zucca, conditi con burro e salvia o con il soffritto di cipolla e pomodoro. Durante Piante e Animali perduti i panifici di Guastalla proporranno una speciale variante del delizioso gnocco fritto, che per l’occasione si colorerà di un brillante giallo, grazie alla presenza della zucca nell’impasto. Una specialità tutta da provare!

Info:UIT Informazione e Accoglienza Turistica, strada Gonzaga 37/e, Guastalla (RE), tel. 0522 219812, uit@comune.guastalla.re.it; www.pianteeanimaliperduti.it.

Check Also

La 1000SASSI 2021 vista da dentro, nel racconto di Franz

Abbiamo partecipato alla 1000SASSI 2021, evento di riferimento del panorama adventouring. Ve la raccontiamo da un punto di vista diverso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.