Home / Mototurismo / Eventi / Festa con l’ Asparago Istriano a Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie

Festa con l’ Asparago Istriano a Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie

Dal 21 marzo al 14 maggio le Giornate dell’asparago istriano. Il 21-23 aprile 2017 a Castelvenere. Il 28 aprile 2017 la Festa degli asparagi a Cittanova.

Tra i prodotti più apprezzati l’ asparago istriano selvatico viene raccolto tra metà marzo e fine maggio. È questo il periodo in cui si moltiplicano feste e manifestazioni a Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie, per degustare questo ortaggio appena colto e abbinarlo agli altri prodotti tipici della cucina locale.

Dal 21 marzo al 14 maggio 2017 ad accogliere i visitatori ci sono le Giornate dell’asparago istriano, mentre il weekend 21-23 aprile 2017 a Castelvenere si tiene la tradizionale Sparisada, il 28 aprile 2017 è la volta della Festa degli asparagi a Cittanova.

Asparagi Istria 3m - Maurizio Drago
Festa con l’ Asparago Istriano

La primavera inizia con l’asparago

In concomitanza con la primavera arrivano le Giornate dell’asparago istriano, organizzate dal 21 marzo al 14 maggio 2017 a Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Ristoranti e trattorie accolgono gli ospiti con prelibatezze a base di asparagi, nella tipica atmosfera di cordialità che contraddistingue questi luoghi.

Un’ottima occasione per i veri appassionati di cucina per gustare piatti a base di asparago istriano selvatico: dai grandi classici della tradizione locale come frittate, zuppe, pasta fatta in casa e risotti, alle originali combinazioni che vedono gli asparagi preparati con carne e pesce o addirittura come squisiti dessert. Il gusto leggermente amarognolo che contraddistingue l’asparago selvatico, il suo sapore intenso, abbinato alla freschezza dei prodotti tipici dell’Istria, sapranno entusiasmare anche i palati più fini.

Non c’è famiglia in Istria che con l’arrivo della primavera, tra metà marzo e metà maggio, non si diletti a cercare nel bosco i primi germogli verdi dell’asparago istriano. In passato gli asparagi venivano raccolti dai pastori istriani che, per aiutare la famiglia contadina, portavano a casa fasci di asparagi selvatici legati insieme con la ginestra. Oggi l’abitudine di “andar per asparagi” è un gradito svago per gli abitanti di questi luoghi, che oltre a passare alcune ore in movimento all’aria aperta, concludono la passeggiata con un pasto sano e appetitoso. 

Festa con l' Asparago Istriano
Festa con l’ Asparago Istriano

L’asparago istriano, simbolo di Castevenere

Vicino a Buie, in cima a un colle a 123 metri s.l.m. sorge Castelvenere, la cui posizione offre al visitatore uno spettacolare panorama sulla valle del Dragogna. Castelvenere è da sempre legata alla manifestazione primaverile: la Sparisada, dedicata all’ortaggio simbolo della località.

Quest’anno prevista per il weekend 21-23 aprile 2017, la festa dell’asparago riserva degustazioni per i buongustai, ma anche programmi culturali, d’intrattenimento e sportivi, come escursioni ciclistiche e camminate. Sempre molto partecipata è la gara alla ricerca dell’asparago più lungo! Buona tavola e divertimento assicurati.

Asparagi e passeggiate a Cittanova

A Cittanova la giornata per eccellenza dell’asparago è venerdì 28 aprile 2017. La Festa degli asparagi prevede degustazioni di piatti a base del tipico prodotto istriano, accompagnato ad altre leccornie della cucina locale, tra cui i pregiati vini e oli di oliva. Ad allietare la serata ci sarà anche un mercato con agricoltori e produttori istriani dove sarà possibile acquistare, a prezzi promozionali, ottimi oli extravergini d’oliva, formaggi e prodotti caseari, prosciutto e salami, pasta fatte in casa e dolci tipici. Sarà inoltre allestita anche una mostra di souvenir originali mentre un programma musicale e d’intrattenimento accompagnerà l’evento. Durante il weekend anche i ristoranti metteranno a disposizione menu tematici con piatti a base di asparagi, dalla classica frittata, al risotto, alla zuppa fatta in casa.

Da non perdere, dopo un buon pranzo a base di asparagi, è la passeggiata cinta dalle mura che si snoda lungo la spiaggia. L’abbinamento non così comune delle mura cittadine e del mare caratterizza Cittanova e rappresenta anche le due anime della cittadina. Da una parte il popolare Mandracchio, considerato nei tempi il più sicuro porto di tutta la Croazia e per questo divenuto così famoso, oggi simbolo del borgo di pescatori. Dall’altra il centro storico con edifici e palazzi che risalgano alle varie epoche, da quella paleocristiana alla gotica, dal Medioevo a quella veneziana. Frammenti di storia, preservati proprio dalla presenza delle mura, trovano collocazione nel Museo Lapidarium, che raccoglie elementi architettonici dal I al XVIII secolo.

Tutti i colori dell’Istria

Coste chilometriche e spiagge accarezzate da un mare cristallino, villaggi di pescatori che colorano l’entroterra e affascinanti borghi ricchi di cultura e storia. Siamo in Istria, nella parte nord occidentale, quella più vicina al confine italiano, dove sorgono 4 perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Un territorio ricco di meraviglie naturali, una tradizione culinaria che gode dei prodotti locali, strutture di lusso e comfort con centri benessere all’avanguardia: tutto questo assicura una vacanza all’insegna di cultura, wellness e buona cucina. Un ventaglio di colori, profumi e sapori!

Info: Comprensorio turistico di Umago, Cittanova, Verteneglio, Buie www.coloursofistria.com

 

 

Check Also

1000 Sassi 2020, si aprono le iscrizioni. Tutti pronti ai blocchi di partenza!

Appuntamento imperdibile dal 25 al 28 giugno per la 1000 Sassi 2020: iscrizioni online a partire dal 13 gennaio o direttamente al MBE di Verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *