Home / Rubriche / Partiti per l'arte / Hangar 2173, l’esposizione di Skyway Monte Bianco
Inaugurazione Hangar 2173

Hangar 2173, l’esposizione di Skyway Monte Bianco

A gennaio 2019, Skyway Monte Bianco, le funivie situate nel cuore delle Alpi della Valle d’Aosta, hanno inaugurato Hangar 2173, l’esposizione che ne racconta gli oltre 70 anni di storia.

Hangar 2173

Hangar 2173 non è semplicemente un museo, ma un percorso espositivo che celebra oltre settanta anni di storia della funivia Skyway Monte Bianco. Un sogno visionario sul cantiere di quella fune che solca il cielo, della passione di uomini straordinari e sull’impresa che ha consentito di realizzare un’opera degna della montagna che la ospita.

L’hangar che ospita lo spazio si trova nei due piani inferiori della vecchia stazione del Pavillon, ubicata a 2.173 metri di altitudine. E’ un viaggio nella memoria, a ritroso nel tempo, quello che accoglie il visitatore, una linea che narra gli avvenimenti dall’inaugurazione di Skyway nel 2015, fino al 1941, quando partì il cantiere. Il piano terra è dedicato alla funivia contemporanea, dove un video racconta il cantiere tra le nuvole, la creatività e l’operato straordinario di coloro che sono riusciti a realizzare quella meraviglia tecnologica che oggi è Skyway Monte Bianco. La visita prosegue in un’area dedicata a tre personaggi straordinari, l’attrice Matilde Gioli, l’alpinista Hervé Barmasse, e l’astronauta Samantha Cristoforetti, che con la loro testimonianza simboleggiano rispettivamente l’uomo, la funivia e la montagna.

Hangar 2173

E’ qui che il visitatore diventa parte integrante della storia di Skyway grazie ad un’istallazione interattiva che fa incontrare la funivia di oggi con quella di ieri. Scendendo al piano inferiore, un’emozionante finestra si spalanca sul passato e sulla primissima funivia inaugurata nel 1947 e rimasta in funzione fino al 2015. Le vecchie funi dell’impianto sono state riutilizzate nell’opera di Letizia Cariello ‘Una scala appesa al cielo’, rinnovando così il loro compito di condurre verso l’alto i piedi di ideali osservatori. Il viaggio nel tempo prosegue con le testimonianze che celebrano la grandezza e l’evoluzione di questo capolavoro d’ingegneria.

Hangar 2173

Chiude la visita l’opera dell’artista Chicco Margaroli, che espone un foulard di seta che, come un quadro, rappresenta idealmente l’evoluzione delle magiche cabine appese a un filo.

L’Hangar 2173 è aperto tutti i giorni e segue l’orario di apertura di Skyway Monte Bianco. L’ingresso è gratuito ed incluso in quello del biglietto di Skyway. Per ulteriori info visitare il Sito Montebianco.com

Check Also

“La mostra sospesa”. I maestri del muralismo messicano a Bologna

Bologna ospiterà per la prima volta in Europa la famosa “Mostra Sospesa”, 70 opere degli artisti muralisti messicani Orozco,Rivera,Siqueiros.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *