Home / Rubriche / Moto e dintorni / Nuovo Suzuki V-Strom 650 ABS

Nuovo Suzuki V-Strom 650 ABS

Presentata nel 2002, la V-Strom 1000 ha espresso una nuova categoria di moto: le Sport Enduro Tourer. Forte del consenso unanime Suzuki nel 2003, ha lanciato la V-Strom 650 diretta a una clientela più ampia. La versatilità di questa moto è ideale, non solo un uso quotidiano, ma anche le gite fuori porta nel fine settimana con tratti di percorrenza più lunghi.

Nel 2006 con l’aggiunta dell’ABS la V-Strom 650 è rimasta ai vertici delle vendite di categoria.

Per migliorare oltremodo le sue prestazioni in corsa e il comfort di guida, Suzuki ha deciso di sviluppare un nuovo modello. Il concept alla base dello sviluppo è stato ” The Comfortable Adventure Tourer”. Oltre ad esaltare le collaudate prestazioni del motore ai bassi e medi regimi e la versatilità dell’attuale modello, è stato ulteriormente migliorato il comfort di guida e il design complessivo per una migliore protezione dall’aria. Sono stati inoltre ottimizzati i consumi per un maggior risparmio di carburante e le emissioni per un minor impatto sull’ambiente. Il 2012 segnerà il decimo anniversario della serie V-Strom dal momento della sua introduzione, 10 anni di successi e consensi da parte dei motociclisti che hanno apprezzato il motociclo, prediligendolo alla concorrenza.

La nuova moto

L’attuale modello, realizzato sulla base del concept di “Sport Enduro Tourer di peso medio (o leggero)”, è riuscito a differenziarsi dai concorrenti per le sue caratteristiche quali prestazioni nel lungo raggio e comfort di guida. In questo nuovo modello è stata posta particolare attenzione al comfort di guida, migliorando la tenuta, le prestazioni in corsa ai medi regimi, la protezione dall’aria e le emissioni per un maggior rispetto per l’ambiente. È stato anche rivisto il design complessivo per donare alla nuova V-Strom un’immagine ancora più avventurosa e armoniosa allo stesso tempo.

Il design

Il design della nuova V Strom offre un’immagine forte e allo stesso tempo una leggerezza tipica delle moto sportive con proporzioni ben equilibrate. Le linee stilistiche sono state ottenute smussando gli angoli e combinando texture diverse (parti verniciate a parti in resina nera) che ne enfatizzano la funzionalità. La protezione dall’aria è migliorata sia frontalmente sia lateralmente, mentre il frontale è stato progettato per favorire una migliore fuoriuscita del calore derivato dal motore, proteggendo il pilota e facilitando il raffreddamento del motore.

La sezione del serbatoio, la sella, la copertura del telaio e le manopole sono concepite per il massimo comfort di guida. Il quadro strumenti, che ora incorpora un display multifunzione LCD, offre una migliore visibilità. Il logo del modello è visualizzato in 3D ed insieme alle curate rifiniture dona un senso di grande qualità. Gli accessori realizzati per il nuovo modello sono stati progettati per mantenere inalterato lo stile della nuova V-Strom ed adattarsi perfettamente alla carrozzeria, enfatizzando ulteriormente l’immagine avventurosa.


Il comfort

Per un maggior comfort del pilota e del passeggero nelle lunghe percorrenze, il cupolino è stato sviluppato appositamente, dopo approfonditi test nella galleria del vento, per assicurare una maggiore silenziosità e un minor affaticamento del pilota.

Spostando indietro di 30 mm la parte superiore del cupolino rispetto all’attuale modello, il flusso dell’aria è stato ridotto, ottenendo un’eccellente protezione del pilota dall’aria. La posizione del cupolino può essere regolata in 3 posizioni: posizione standard, spostato di 24 mm verso l’alto (8 mm all’indietro) o spostato di 18 mm verso il basso (18 mm in avanti), per garantire un miglior comfort di guida e per adattarsi alla corporatura del pilota e alle condizioni di guida. Il supporto del cupolino e il logo “SUZUKI” presentano una finitura a grana (testurizzazione), che accentua la sensazione di trasparenza. Inoltre, il meccanismo di bloccaggio del cupolino è semplificato per facilitare la regolazione.

La sella offre una grande libertà di posizione di guida in senso longitudinale ed è predisposta per permettere al pilota di raggiungere più facilmente il suolo. La sella del passeggero è strutturata per evitare di scivolare in avanti durante la marcia e sostenere saldamente il passeggero per rendere ancora più confortevole un viaggio in coppia anche sulle lunghe distanze.

Il rivestimento della sella è dotato di una finitura in pelle con cuciture rosse, personalizzata con il logo “V-Strom” in rilievo, combinata con una finitura in tessuto scamosciato antiscivolo. Questi particolari donano una maggiore sensazione di sicurezza e funzionalità. In seguito alla variazione dell’altezza della sella e alla disposizione delle sospensioni, la sella è più alta di 15 mm rispetto all’attuale modello. Questo assicura al motociclista una posizione di guida più naturale. La sella, il manubrio e le pedane sono configurati per assicurare una posizione di guida confortevole e ridurre l’affaticamento del pilota durante i lunghi viaggi. La posizione eretta offre una maggiore libertà di guida e, unitamente alla struttura sottile e leggera, permette al motociclista di creare la giusta intesa con la moto.

Inoltre, sono disponibili come optional una sella ribassata (20 mm più bassa della sella standard) e una sella rialzata (20 mm più alta della sella standard) con le stesse finiture della versione standard, per soddisfare le più svariate richieste e preferenze a seconda delle caratteristiche fisiche del pilota.

L’autonomia

Il serbatoio del carburante è sagomato per renderlo più omogeneo nelle linee e per garantire una posizione di guida ottimale raggiungendo il suolo senza difficoltà.

Con 20 litri è il serbatoio tra i più capienti della sua categoria. Le coperture laterali del serbatoio e la sagomatura finale della sella sono stati realizzati in materiale termoformato che creano così una linea slanciata, espressiva e allo stesso tempo distintiva. Il nuovo materiale è stato sviluppato per consentire una facile riparazione dello stesso in caso di danneggiamento.

Il corpo serbatoio dalle linee fluide che si integra con le parti verniciate ne enfatizzano il senso di protezione. I nuovi convogliatori sono stati progettati per migliorare il sistema di raffreddamento del motore e nel contempo proteggere le gambe del pilota dall’aria.

Lo scarico

I collettori di scarico sono stati spostati in avanti per dare un posizionamento al terminale di scarico più rastremato vicino alla sella ed è stata ridotta la sporgenza laterale del terminale, accentuando così l’immagine sportiva. Per ridurre il peso, il materiale utilizzato per il portapacchi è stato modificato impiegando la resina al posto dell’alluminio (presente sull’attuale V-Strom 650/A). Il portapacchi è stato concepito per poter fissare un bauletto o direttamente un bagaglio.

Il terminale di scarico è dotato di un copri-marmitta in metallo color argento che conferisce alla moto una migliore qualità, è stato concepito inoltre per permettere un facile fissaggio delle borse laterali. Il portapacchi ha una copertura in gomma sulla parte superiore personalizzata con il logo “SUZUKI” in rilievo con dei punti antiscivolamento che permettono di fissare facilmente il bagaglio con le cinghie. È possibile installare sul portapacchi un adattatore che permette il fissaggio del bauletto, rimuovendo il tappetino ed utilizzando i fori pre-esistenti.

Altre caratteristiche

La struttura del parafango anteriore è stata progettata in sintonia con la forcella in modo da permettere un flusso d’aria regolare al radiatore. La targa sul parafango posteriore è inclinata verso l’alto. Questo spostamento è dovuto alla posizione della marmitta e del nottolino della chiave che crea così una linea distintiva.

La forma del parafango anteriore è ridisegnata per permettere un regolare passaggio dell’aria al radiatore.

Il nottolino della chiave di apertura/chiusura sella è posizionato a sinistra del parafango posteriore per un facile accesso. È disponibile uno spazio sotto la sella per riporre un lucchetto a U o piccoli oggetti. Sia il parafango anteriore sia quello posteriore sono stati trattati in superficie con una combinazione di rifiniture di diversa texture che donano alla nuova V-Strom un aspetto più sportivo.

Il propulsore

Il motore di nuova concezione fornisce una coppia maggiore ai bassi e medi regimi grazie al profilo modificato delle camme. Il motore offre la caratteristica sensazione del V-Twin e una maggiore coppia per una facile tenuta ai bassi e medi regimi e al contempo mostra le sue potenti prestazioni agli alti regimi.

Il nuovo motore gira regolarmente fino ai massimi regimi mostrando la sua potenza in qualsiasi scenario di guida, dal ripido passo di montagna alla velocità di crociera in autostrada o ancora lungo una strada congestionata dal traffico. Oltre alla frizione, è stato migliorato il sound del motore al minimo per trasmettere una maggiore sensazione di qualità. Sono stati ridotti i consumi con la conseguenza di minori emissioni e grazie al risparmio di carburante è stato possibile ridurre la capacità del serbatoio, permettendo a quest’ultimo di essere più leggero e compatto. Questo restyling ha impresso una linea alla moto nell’insieme più sportiva e leggera, contribuendo a conferire maggior dinamicità e maneggevolezza. Il nuovo motore non solo offre versatilità al motociclista, ma trasmette soddisfazione e una sensazione di qualità superiore.

Sebbene l’alesaggio x corsa (81,0 mm x 62,6 mm) sia lo stesso dell’attuale V-Strom 650, il nuovo motore si presenta con nuovi cilindri, pistoni, segmenti e bielle. Il nuovo motore presenta una camera di combustione più compatta e nuove valvole (31,0 mm di diametro per l’aspirazione e 25,5 mm per lo scarico). Cambia inoltre l’angolo d’inclinazione delle stesse (14° per l’aspirazione e 16° per lo scarico). Sono stati rivisti anche i profili delle camme e l’albero motore. Pur utilizzando il sistema di iniezione carburante a doppia valvola a farfalla Suzuki Dual Throttle Valve (SDTV) e le doppie candele dell’attuale modello, sono nuovamente impiegati i cilindri trattati con il materiale Suzuki Composite Electrochemical Material (SCEM) e le candele all’iridio, che garantiscono un ottima e fluida erogazione del motore ai bassi, medi e alti regimi.

La frizione

Il meccanismo di rilascio della frizione è stato modificato con un tipo a camme e leveraggio esterno per migliorare la sensazione di funzionamento della leva frizione. È stato migliorato anche il funzionamento della leva del cambio ora più fluida.

Il meccanismo di rilascio della frizione è passato da uno con viti a sfere (dado su sfere) ad un tipo a camme per un funzionamento deciso e affidabile, garantendo una risposta immediata. Inoltre il nuovo rivestimento a doppio strato del coperchio della frizione riduce le rumorosità meccaniche.

Il radiatore

Al fine di migliorare il raffredamento del motore e il comfort di guida sono state aggiunte delle alette di direzionamento dell’aria.

L’efficienza di raffreddamento è stata incrementata aggiungendo convogliatori di direzionamento dell’aria. (In attesa di brevetto Suzuki).

Il telaio

La nuova V-Strom 650 ABS eredita il telaio rigido e leggero a doppio trave in alluminio e il forcellone oscillante dell’attuale modello. Rispetto alle strutture in acciaio usate sui modelli concorrenti, la struttura leggera della nuova V-Strom, si integra perfettamente al motore fluido e potente, per una miglior stabilità e maneggevolezza. Il telaio è costituito da parti estruse e pressofuse. Il forcellone (lunghezza: 598,3 mm) fornisce un’escursione alla ruota posteriore di 159 mm.

La nuova V-Strom 650 ABS è l’unico modello della categoria 600-800cc con un telaio in alluminio (dati a giugno 2011).

L’ABS

La nuova V-Strom 650 ABS è dotata del Antilock Brake System (ABS) controllato elettricamente che produce una frenata stabile e potente in ogni condizione del fondo stradale. È stato adottato un ABS più leggero e compatto progettato espressamente per i motocicli. Il sistema ABS di serie è di nuova generazione, con un design compatto e più leggero. Il sistema ABS migliora le performance della frenata evitando, in una certa misura, il bloccaggio delle ruote a causa delle condizioni stradali o di una frenata eccessiva, facendo corrispondere il potere d’arresto all’effettiva trazione.

Le sospensioni

La forcella anteriore, con steli da 43 mm, conferisce rigidità e nello stesso tempo un funzionamento fluido. Come nell’attuale modello, la sospensione posteriore usa un monoammortizzatore con sistema di leveraggio progressivo, che ottimizza le performance. Il monoammortizzatore è dotato di un registro di precarico molla a 5 posizioni.

La forcella anteriore ha una corsa di 150 mm, la stessa del modello attuale, con registrazione del precarico molla su 5 posizioni, che permette di regolare la tensione della molla secondo le preferenze del motociclista. Inoltre, la piastra superiore della forcella ha un nuovo design che, combinato con il manubrio, offre maggiore qualità.

Il precarico molla è regolabile tramite una manopola posizionata sul lato destro della motocicletta. La regolazione della sospensione varia in funzione del peso, delle condizioni stradali e dell’uso in coppia e garantisce un miglior comfort di viaggio.

Cerchi e pneumatici

La nuova V-Strom650 ABS è equipaggiata con cerchi in alluminio e pneumatici progettati su misura.

Il cerchio anteriore in alluminio a tre razze monta un pneumatico radiale 110/80R19M/C 59H.

Il cerchio posteriore in alluminio a tre razze monta un pneumatico radiale 150/70R17M/C 69H. Lo pneumatico radiale è progettato espressamente per questo modello. Il cerchio e il forcellone entrambi in alluminio riducono le masse non sospese e migliorano la risposta della sospensione al contatto stradale, incrementando il comfort di guida.

La strumentazione

Rispetto al modello attuale, viene adottato un quadro strumenti multi-funzione compatto e più funzionale. Sul lato sinistro è posizionato un tachimetro analogico ed un display LCD di grandi dimensioni con regolazione della luminosità sul lato destro.

L’indicatore di posizione della marcia (conta marce) permette al pilota di vedere l’attuale posizione della marcia inserita, con un rapido sguardo. L’indicatore gelo e quello di temperatura ambiente allertano il motociclista sulle condizioni stradali. L’indicatore gelo si illumina sotto i 3°C e si spegne sopra i 5°C. L’indicatore di consumo di carburante aiuta il pilota a pianificare i rifornimenti quando si viaggia in aree poco abitate. L’interruttore multifunzione è posizionato sul blocchetto devio luci sinistro per consentirne la selezione senza lasciare il manubrio.

Indicatore ABS

Posizione marcia inserita

Indicatore di guasto

Interrutore di regolazione Indicatore di gelo

Indicatore temperatura olio/refrigerante

Indicatore carburante

Odometro/ contachilometri parzializzatore

Indicatore di temperatura ambiente/orologio

LCD display: .Tachimetro .Odometro .Doppio contakm parzializzatore .Indicatore di carburante .Indicatore temperatura refrigerante .Orologio

Indicatori (LED): .Indicatore folle .Indicatore abbagliante .Indicatori di segnalazione di svolta .Indicatore di guasto

.Indicatore marcia inserita (novità) .Indicatore temperatura ambiente (novità) .Indicatore consumo di carburante .(novità; commutabile a risparmio di carburante medio, odometro & contachilometri parzializzatore)

Regolazione di luminosità (nuova funzione, regolazione a 6 posizioni)

.Indicatore ABS .Indicatore temperatura refrigerante/pressione olio. Indicatore gelo (novità)

Il sistema di illuminazione

I doppi fari con lampadine alogene da 12 V 60/55 W sono posizionati orizzontalmente. La luminosità e l’intensità della luce del faro sono già apprezzati sul modello attuale e sono stati mantenuti sulla nuova V-Strom (grazie alla visibilità ai vertici della categoria, ricerca interna Suzuki), e assicurano un utilizzo notturno in piena sicurezza. Entrambe le lampadine hanno una doppia funzionalità (luce anabbagliante e abbagliante). I fari contengono due luci di posizione da 12V 5W.

L’Immobilizer

Sulla V Strom è stato adottato un dispositivo di immobilizzer di tipo transponder (SAIS) completamente nuovo.Un microchip IC integrato nella chiave permette di controllare istantaneamente il codice identificativo ID. L’iniezione e l’accensione di carburante vengono disabilitate in caso di manomissione come rottura del blocchetto accensione o funzionamento non autorizzato usando un duplicato. Rendendo impossibile l’avviamento del motore.

Gli accessori originali Suzuki

Puntale € 238,80

Cavalletto centrale € 294,00

Presa 12V € 84,00

Manopole riscaldate € 324,00

Sella rialzata € 198,00

Sella ribassata € 198,00

Cupolino touring € 150,00

Barre paramotore € 174,00

Supporto navigatore € 62,40

Estensione specchi € 30,00

Centralina allarme € 160,80

 

Check Also

In moto… al fresco!

Quando la temperatura sale, muoversi in moto o scooter è meno divertente… Il disagio si allevia indossando capi adeguati, protettivi ma soprattutto ventilati. Come il giubbotto AIRJET 2 e i guanti TAZIO di Clover