In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels

Ci siamo fermati a Luson, scoprendo quando viaggiare in moto in Alto Adige, offra sempre scoperte gradevoli, tra cibo, benessere e accoglienza

[wp_geo_map]

di Dino Caliman

Dopo una giornata di curve in moto sulle Dolomiti, una sosta in Alto Adige è quanto di meglio un motociclista possa desiderare.

35 alberghi – tra le tre e le quattro stelle a conduzione familiare di questa meravigliosa zona – hanno deciso di dar vita ai Vitalpina Hotels.

In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels.
In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels.

Queste strutture offrono l’occasione per stare a contatto con la natura, per conoscere la cultura di chi abita il territorio, scoprire la tradizione culinaria, quasi sempre con prodotti a chilometri zero. Proprio la cucina è una delle motivazioni per cui tanti tedeschi e austriaci varcano una vicina frontiera, motivazione comune ai tanti turisti italiani.

Siamo andati a scoprirne uno sotto l’alpe di Luson, il Bergschlossl Hotel, struttura moderna con richiami al castello ed ai suoi spazi. La zona offre una splendida vistasulle Alpi Breonie di Levante e sulle Dolomiti.

L’aspetto fortificato si ritrova in diversi ambienti, come la corte chiusa, adattissima per il gioco dei bambini di giorno, occasione alla sera per bere grappa attorno a un braciere di legna magari ascoltando musica locale suonata da una fisarmonica come è capitato a noi.

All’interno si aprono grandi sale da pranzo, la cucina a vista e i salotti. Nel Bergschlossl Hotel troviamo anche una SPA con 2 piscine (una interna e una esterna), 5 saune e 3 giardini wellness, il tutto immerso nei profumi prodotti dai legni locali.

In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels - La piscina termale del Bergschlossl Hotel
In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels – La piscina termale del Bergschlossl Hotel

La ristorazione, curata da competenti cuochi, offre gustose prelibatezze, leggere pietanze mediterranee e genuini piatti locali. La cucina si serve solo di prodotti naturali e genuini provenienti dai masi di Luson. I piatti sono accompagnati da vini da cui emerge l’elegante sapore del pinot nero prodotto in quei territori.

foto 3

Il territorio del comune di Luson, a circa 950 m/slm è costeggiato dalla catena dell’alpe di Rodengo, che lo separa dalla val Pusteria, ed è costituito da sette località, quasi tutte sul lato destro della Valle di Luson.

Poste nella parte anteriore della valle le frazioni di Croce, Masi e Monte, quelle di Valletta e Pezzè nella posteriore e il villaggio di Luson e la frazione di Ronco nel punto centrale del comune.

Tutto attorno al territorio comunale estesi pascoli alpini e superfici boschive.

Le strade con il manto in ordine, presentano curve con raggi quasi costanti, non danno adito a preoccupazioni di sorta per chi arriva in moto in Alto Adige. Ed è bello percorrerle a passo costante, nel rispetto dei paesi attraversati, ma anche per godersi lo straordinario panorama circostante.

In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels
In moto in Alto Adige: una sosta ai Vitalpina Hotels

 

Anche se si arriva in moto in Alto Adige un’escursione a piedi è sempre consigliabile

Lasciando l’asfalto, salendo sull’alpe di Rodengo, è possibile raggiungere a 2030 m/slm la baita Starkenfeld per assaggiare la loro produzione di formaggi presentati con un misto di erbe selvatiche accompagnate dai Pinot grigio e nero, i cui profumi ed aromi si avvantaggiano dall’altezza a cui li si degusta.

foto

L’escursione sarà anche interessante per gli amanti della tecnologia. La Baita è completamente autonoma dall’uso di Energie esterne, tutto viene auto-prodotto ed immagazzinato, come i 3000 litri di acqua calda prodotta dai pannelli solari termici. L’energia elettrica viene prodotta dal fotovoltaico ad inclinazione variabile che segue il percorso del sole per il suo massimo sfruttamento.

phoca_thumb_l_(27)

La sosta nei Vitalpina Hotels, arrivando in moto in Alto Adige, sarà particolarmente gradita ai motociclisti per la familiarità dell’accoglienza e per i tanti elementi di pregio che queste strutture offrono.

[alert type=alert-blue ]

Info utili:

pernottare a Bolzano

Vitalpina Hotels Alto Adige/Südtirol

piazza della Parrocchia 11

39100 Bolzano –

tel. 0471 999 980

www.vitalpina.info

 

pernottare a Luson

Vitalpina Anpenidyllhotel Bergschlössl

via Luson 24

39040 Luson (BZ) – tel. 0472 413933

www.bergschloessl.com

 

pernottare a Rodengo

Rifugio Starkenfeld Plonahütte

zona Weinberg 21

39030 Rodengo (BZ)

tel. 338 1015599

www.starkenfeld.com

www.luson.info

Si ringraziano Elena Cogo e Sabrina Talarico di Studio EIDOS

[/alert]

Check Also

EICMA 2023

EICMA 2023: è giallo!

Colori e i misteri di Eicma 2023, vi raccontiamo cosa abbiamo visto, cosa ci è piaciuto, cosa meno, e cosa non abbiamo capito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *