1000Curve 2021, il report di un evento da incorniciare

Grande successo e più di 200 partecipanti alla 1000Curve 2021 – Rebuild Edition: da Camerino a Ascoli Piceno su un percorso che più libero non si può.

Dove eravamo rimasti? Ah sì, l’anno scorso ci eravamo salutati a Camerino al termine della prima edizione con la promessa di ritrovarci ancora, ed eccoci qua per la 1000Curve 2021, accolti da un’organizzazione impeccabile in una grande area dove era stato allestito il parco chiuso per le moto, la consegna dei roadbook e dei gadgets, la musica dal vivo e lo spazio per la cena. Con Michele a fare da cerimoniere, Luca a tenere i contatti, Prisc… Lucil… Domit… ah no, Cromilla a fare da madrina, l’infaticabile Claudia a gestire ogni problema col sorriso sulle labbra, e tutti gli altri che si prodigavano perché tutto andasse per il meglio.

1000Curve 2021 Camerino panorama
Già dalla vista dal parco chiuso si intuisce la bellezza dei luoghi

La formula è nota

Un evento atipico e intrigante, a metà tra competizione, turismo, avventura e fine gioco di strategia. Un punto di partenza (Camerino), uno di arrivo (Ascoli Piceno), tre controlli orari obbligatori in luoghi strategici (Montegiorgio, Arquata del Tronto, Campotosto), e in mezzo una miriade di punti di interesse (i cosiddetti cookies) da raggiungere per poter accumulare il maggior numero di curve possibili, e quindi punteggio. Quanti e quali raggiungere lo decide liberamente il partecipante controllando cartine, navigatori gps, google maps con un occhio all’orologio. Ganzissimo!

 

Punteggi o panorami? That is the question

Fondamentalmente ci sono due tipi di approccio per affrontare un evento come la 1000Curve 2021: quello competitivo, cercando di seguire velocemente (ma sempre rispettando il codice della strada, si capisce) un percorso che unisca tanti cookies accumulando timbri sul roadbook, e quello turistico, lasciandosi dondolare su strade fantastiche, fermandosi a fare foto ogni tre per due, facendosi mettere il timbro in qualche locale tipico della zona e già che siamo lì ad assaggiare qualche prodotto locale. Per quel che ci riguarda, noi di MotoOnTheRoad notoriamente lenti… ehm… suvvìa diciamo panoramici contemplativi, abbiamo optato per la seconda opzione, un po’ per scelta e un po’ per circostanze.

1000Curve 2021 panorama

 

Che figura!

Dopo essere partiti belli agguerriti conquistando diversi cookies ci siamo accorti di essere in ritardo di una decina di minuti sull’arrivo al primo controllo orario. Gas Gas Gas! (ovviamente sempre rispettando il CdS, almeno nei centri abitati) e li abbiamo recuperati. Ma siccome a ogni evento qualche bischerata la dobbiamo fare per forza, a cento metri (cento!) dal controllo abbiamo sbagliato vicolo e ci siamo letteralmente incastrati (giuro!) tra le transenne dei lavori in corso. Perdendo tempo a disincagliarci e arrivando un minuto fuori tempo. Forti della figura cacìna rimediata da lì in avanti abbiamo deciso per l’opzione turistica. Se adesso a qualcuno venisse in mente la storiella della volpe e l’uva sappia che ha ragione.

La cosa più bella

Ma divagazioni personali a parte, macinando chilometri immersi in paesaggi da cartolina ci veniva in mente un aspetto di questa 1000Curve 2021, forse il più entusiasmante, sicuramente quello che deve rendere orgogliosi organizzatori e partecipanti: duecento motociclisti tutti insieme alla partenza… PRONTI VIA! Ed è come un’esplosione di fuochi di artificio, con tutti che immediatamente si sparpagliano qua e là sul territorio senza seguire un percorso unico, ma secondo la strada che ognuno ha deciso di fare.

Dopo mezzora c’era mezza regione Marche invasa da moto con l’adesivo 1000Curve 2021. A ogni bivio, a ogni incrocio c’era chi andava da una parte chi da un’altra, ti fermavi a fare benzina o a cercare un timbro e scambiavi due parole con qualche partecipante in procinto di ripartire, su una strada in salita capitava di incrociare altri che scendevano, un cenno di saluto ma lipperlì veniva il dubbio di aver sbagliato strada, e invece no, ognuno faceva la sua, ed era comunque quella giusta!

La rinascita passa anche dai motociclisti

Davvero bellissimo, obbiettivo raggiunto, soprattutto alla luce del fatto che questa era una Rebuild Edition che si proponeva di far conoscere certi luoghi che abbiamo sentito nominare durante le tristi cronache di cinque anni fa e dove le ferite del terremoto sono ancora drammaticamente aperte e fanno ancora un male bestia.

1000Curve 2021
Ferite ancora aperte nei luoghi terremotati

E non è finita qui!

Ovviamente abbiamo conservato la cartina con sottolineati tutti quei cookies che non siamo riusciti a raggiungere, la teniamo buona per i prossimi giri, perché sicuramente torneremo, lo merita il territorio e lo meritano le persone che cercano faticosamente di rialzarsi dopo le macerie e dopo la pandemia. Però nel frattempo prendete nota: la 1000Curve 2021 raddoppia, e a settembre ci sarà “L’INIZIAZIONE”, da Misano a Bologna, le iscrizioni sono aperte, non fatevi sfuggire l’occasione. Magari ecco, da parte dei partecipanti non guasterà un pelo di attenzione in più alle norme anticovid, d’altra parte in questo momento la grande voglia di ritrovarsi e l’euforia da primo evento post pandemia ha spesso preso il sopravvento e reso invetabile qualche distrazione sull’uso delle mascherine, ma speriamo tutti che tra un paio di mesi l’emergenza sarà un ricordo.

E la competizione?

A breve le classifiche dal sito ufficiale della 1000Curve, stay tuned!

Check Also

Vacanze in moto d’autunno, dove andare in Toscana

Tre luoghi per conoscere tre territori meno frequentati della toscana. Tre strutture come base per le Vacanze in moto a d'autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.