Sei beneducato? Per te l’albergo è gratis!

A lanciare la sfida, e l’invito, è Nani Marcucci Pinoli di Valfesina, proprietario dell’Alexander Museum Palace Hotel di Pesaro, che ha deciso di fare sconti significativi ( e addirittura di ospitare gratis) le persone beneducate e di premiare così la cavalleria e la galanteria. E chi meglio di un motociclista può rappresentare l’ideale di cavaliere?

Infatti, in una realtà come quella attuale in cui regnano maleducazione e volgarità, si sente la necessità di ritrovare il senso della misura, i comportamenti realmente ( e non formalmente) educati, il piacere di conversare civilmente, la vera eleganza che non è il lusso ma è determinata dal senso del gusto e del bello.

Nani Marcucci Pinoli vuole fare dell’Art hotel che si affaccia sul lungomare di Pesaro il luogo in cui si ritrovano persone che condividono questi valori di educazione, eleganza, senso del bello, amore per l’arte e la cultura. E per spronarle a fare dell’Alexander Museum il loro “cenacolo”, prevede per loro sconti, card, ed una serie di agevolazioni.

Non solo: Coinvolgerò gli ospiti dell’hotel in una performance in continuo divenire, che avrà come oggetto l’educazione vera, il bon ton, il fair play – dice Marcucci Pinoli – In un mondo che sempre più si involgarisce diventano, a mio avviso, un’opera d’arte un comportamento educato, un vestire elegante, dei modi raffinati (ma non affettati). Il mio progetto è di creare attorno all’Alexander Museum un turismo di motivazione, anziché di destinazione”.

Informazioni

Alexander Museum Palace Hotel

Viale Trieste 20, Pesaro

tel 0721 34.441

e mail: alexander@viphotels.it

www.alexandermuseum.it

Alexander Museum Palace Hotel

E’ l’unico albergo italiano nella classifica Top Ten dei migliori Design Hotel d’Europa ed è stato inserito fra le Opere d’arte non trasportabili della Biennale 2011. Una “performance permanente”, come ama definirlo il suo proprietario – il Conte Nani Marcucci Pinoli di Valfesina – dove ogni spazio, ogni stanza, ogni dettaglio porta la firma di un autore diverso. Nove piani di arte contemporanea, 63 camere firmate da 75 artisti diversi e le parti comuni decorate da altri 25, per un totale di 100 fra pittori e scultori. Ogni camera è trattata come un’opera d’arte a sé stante, realizzata con diversi materiali (dal ferro, al plexiglass, alla resina) e tecniche (dal dripping, alla semplice matita, dal tradizionale affresco al découpage). Ad essere decorate non sono solo le pareti, ma anche i mobili, i soffitti, i pavimenti e i bagni. Le porte, che anticipano lo stile delle stanze, conferiscono ai corridoi un effetto museo, come se ci si trovasse davanti a ben 18 gallerie (tanti sono infatti i corridoi) di dipinti appesi geometricamente alle pareti, proprio come in un museo. Davanti all’hotel spicca una stele di Enzo Cucchi di 16 metri e al suo interno si trova una grande collezione di sculture e quadri dei principali protagonisti dell’arte contemporanea, quali Sandro Chia, Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Primo Formenti, Arnaldo Pomodoro, Nanni Valentini, Simon Benetton, Mauro Brattini, Gino Marotta, Loreno Sguanci, Walter Valentini, Davide Dall’Osso.

 

Check Also

Sapori di Primavera

Vi sembrerà un po' prematuro parlare della bella stagione, ma è il momento di mettere in calendario i primi eventi interessanti. E che la cosa possa essere di buon auspicio per l'arrivo del bel tempo e del mototurismo.