Home / Featured News / Porsche Panamera in Franciacorta

Porsche Panamera in Franciacorta

Cosa ci fa un convinto centauro su una quattro ruote? Presto detto: non ho resistito ad una tentazione. Nello specifico è stato l’invito a provare in Franciacorta la gamma Porsche Panamera.

Una tentazione irresistibile, fatta dalla possibilità di provare una delle autovetture più prestigiose al mondo e, nel contempo, di assaporare le meravigliose bollicine della Franciacorta.

Un ritorno in una zona ( qualcuno si ricorderà del servizio di un anno fa proprio in Franciacorta, nel caso andate a rivederlo) che mi ha fatto innamorare dei vini di questo piccolo angolo di Lombardia, e che stanno acquisendo anno dopo anno, una esponenziale fama.

Eccomi quindi alla volta delle sponde del Lago d’Iseo, per mettermi alla guida di una S Hibrid, la versione più ecologica della vettura tedesca, in qualità di inviato del giornale viaggivacanze.info, su cui presto verrà pubblicato uno speciale riguardo questo evento.

Ma perché Porsche ha scelto proprio la Franciacorta per questo evento, quando le strade in verità – a causa del susseguirsi di centri abitati, autovelox e dossi – sono le meno adatte per distendere lo splendido propulsore della casa di Stoccarda?

Il motivo è da ricercarsi nel desiderio di connubio fra eccellenze frutto dell’attività manifatturiera – in un caso quella meccanica e nell’altro della terra – e nel fatto che chi guida una Porsche non sempre cerca la velocità e le prestazioni, ma anche armonia e voglia di condivisione fra appassionati del marchio tedesco.

Ecco quindi che Porsche Italia e il Consorzio per la tutela del Franciacorta hanno messo a punto un percorso tra vigneti e cantine, per scoprire il piacere della guida rilassata e la cultura enologica della zona.

Non ultima iniziativa una speciale classifica che ha premiato l’equipaggio che ha consumato meno carburante. A bordo di Porsche Panamera V6, Panamera S Hybrid e Panamera Turbo S, le nuove Gran Turismo Porsche a quattro porte e quattro posti si è quindi svolta questa prova riservata ai giornalisti.

Il sottoscritto ha avuto l’onore di classificarsi ultimo grazie “all’abilità” dimostrata nel ruolo di navigatore e poi di pilota. Come navigatore sono riuscito a perdermi – nonostante un road book precisissimo – dopo pochi metri dalla partenza, e come pilota non ho saputo resistere al gusto di qualche gustosa accelerazione.

Una volta conscio di essere riuscito ad infrangere tutti i record negativi di consumo, pur alla guida dell’auto più ecologica, il resto è venuto da se.

Della Panamera che dire? E’ un salotto a quattro posti viaggiante. La visibilità anche per i passeggeri posteriori è fantastica e le comodità dell’abitacolo si sprecano. La climatizzazione per ogni ospite è perfetta e persino i sedili offrono la possibilità di caldo o di freddo individuale. Il motore della Hybrid si è dimostrato docile come un agnellino, ma capace di tirare fuori le unghie se solleticato con il piede destro. Ottimo il cambio automatico, senza alcuna variazione avvertibile nell’innesto delle marce. Rumorosità assente soprattutto quando in rilascio entra il funzione il motore elettrico e la sensazione è quella di veleggiare nel vento.

Un’auto fantastica, comoda dove ci si sente a casa e che – nella versione Turbo S – costa proprio come una casa.

La gamma Panamera conta oggi 8 versioni, ecco le caratteristiche di quelle presenti al Tour

Panamera (motore 6 cilindri, 3,6 litri, potenza 300 CV; trazione posteriore; prezzo 78.509,00 Iva Inclusa).

Panamera S Hybrid (motore 6 cilindri 3,0 litri, potenza 333 CV; trazione posteriore; prezzo 108.269,00 IVA inclusa).

Panamera Turbo S (motore 8 cilindri 4,8 litri, potenza 550 CV; trazione integrale; prezzo 169.889,00 IVA inclusa).

Franciacorta

Per quanto riguarda la Franciacorta posso dire solo che più la “frequento” più mi fa innamorare.

Ogni volta scopro nuove cantine vinicole e la passione che le anima. In soli 60 anni questo territorio è diventato uno dei più rinomati per le bollicine. Cultura, natura, gastronomia, capacità vinicole e un ottimo marketing stanno rendendo la Franciacorta una delle eccellenze italiane. Complimenti!

Le cantine visitate:

Cantina Villa Crespia

Cantine Barone Pizzini

www.baronepizzini.it

Cantina Villa di Monticelli

www.villafranciacorta.it

Si ringrazia:

Porsche Italia

www.porsche.com

Consorzio per la tutela del Franciacorta

www.franciacorta.net

Hotel Relais Mirabella

www.relaismirabella.it

Check Also

Sapori di Primavera

Vi sembrerà un po' prematuro parlare della bella stagione, ma è il momento di mettere in calendario i primi eventi interessanti. E che la cosa possa essere di buon auspicio per l'arrivo del bel tempo e del mototurismo.