Home / Moto / News due ruote / Non solo birra: Pilsen gioiello di arte, design e architettura
Pilsen - Cattedrale di San Bartolomeo

Non solo birra: Pilsen gioiello di arte, design e architettura

Nota per essere la patria della birra Pilsner, bevuta in tutto il mondo, Pilsen è una meta interessante anche per chi ama l’arte.

Se vi trovate a Praga, Pilsen è un’ottima proposta per una gita fuori porta, dato che dista dalla capitale solamente un centinaio di chilometri.

Interni realizzati da Adolf Loos

Pilsen ospitava, ai tempi della Prima Repubblica Cecoslovacca, una ricca comunità ebraica. L’architetto austriaco Adolf Loos fu ingaggiato da alcuni facoltosi membri di tale comunità per la ristrutturazione di otto immobili in città.

Tali ristrutturazioni sono vere e proprie opere di architettura, design e arredamento di interni. Quattro di questi appartamenti sono visitabili con visite guidate, consultabili al sito www.adolfloosplzen.cz

Pilsen si rivela quindi una ottima meta di viaggio, con una offerta variegata di proposte turistiche.

Vi abbiamo già parlato dello stabilimento del birrificio Pilsner Urquell, dei sotterranei, della Cattedrale di San Bartolomeo e della Sinagoga:

Pilsen, in viaggio alla scoperta della patria della birra

Visitare questi appartamenti è un’ottima opportunità per gli amanti di architettura e interior design.

Le ristrutturazioni realizzate da Adolf Loos sono il risultato di un attento studio degli spazi e della sapiente ricerca dei materiali: lusso e funzionalità che danno vita a spazi raffinati in cui fanno mostra di sé accessori, opere d’arte e soprammobili. Tutti in perfetta armonia.

Appartamenti Kraus e Vogl

Il primo tour proposto riguarda gli appartamenti delle famiglie Kraus (al numero 10 di via Bendovae) e  Vogl (in Klatovska trida 12).

In casa Kraus rimarrete incantati alla vista del salone con il soffitto di pannelli di mogano e dalle pareti in marmo svizzero Cipollino e dalla sala da pranzo con le pareti a specchio. Raffinato il marmo velato di verde scuro che riveste le pareti delle camere. Un vero gioiellino funzionalista è la camera da letto con gli armadi a muro e la toeletta.

L’appartamento originale del dottor Josef Vogl colpisce invece per le sue pareti rivestite in marmo e travertino, molto d’effetto anche la grande sala da pranzo con mobili a incasso.

Casa Brummel

Il secondo tour porta in Husova 58, dove c’è Casa Brummel, un ampio appartamento bifamiliare, ancora parzialmente arredato con mobilio originale e considerato tra le opere più originali di Loos a Pilsen.

La visita ha la durata di circa un’ora, comincia dalla tromba delle scale e comprende alcune chicche tra cui la cabina armadio in legno di ciliegio, che nasconde anche un gande bagno, e il soggiorno con caminetto gigante e terrazza panoramica sul giardino.

Residenza Semler

Il terzo tour si svolge in Klatovska 110.

La residenza Semler è l’unico esempio a Pilsen di applicazione da parte di Loos del suo celebre principio del Raumplan (soluzione spaziale). Gli interni furono progettati, verosimilmente su idea di Loos, da un suo allievo e collaboratore: Heinrich Kulka. Dell’appartamento si visita la vasta zona di rappresentanza: ampio soggiorno, guardaroba, sala da pranzo e cucina.

 

 

Check Also

Marco Papa

Marco Papa: l’appuntamento per ricordarlo è a Perugia il 27 Aprile

Marco Papa: il 27 Aprile a Perugia, a vent'anni dalla sua scomparsa, verrà inaugurata una rotonda in ricordo del campione di motociclismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *