Home / Moto / News due ruote / Eicma 2016: le novità più attese, sul web e non solo

Eicma 2016: le novità più attese, sul web e non solo

Rumors, voci di corridoio, foto rubate, confessioni strappate agli amici addetti stampa delle Case produttrici di moto, riguardo le novità a Eicma 2016.

Come ogni anno, si avvicina la più importante vetrina mondiale per il mondo moto (Eicma 2016) e si rincorrono le voci dei nuovi debutti per un mercato in faticosa ma sostanziale ripresa. Alcune sono solo indiscrezioni, altre assolute certezze, altri ancora sogni ad occhi aperti che il marchio che più amiamo si decida a produrre proprio il modello che avremmo voluto, e non è detto che alcune aspettative non vengano deluse all’ultimo minuto o che vengano rivelati dei progetti ormai in fase ultimata assolutamente inaspettati. Ma il bello delle previsioni preSalone sta proprio in questo e noi siamo andato a vedere in rete cosa si prospetta:

yamaha-mt-07-tenere-03-web
Eicma 2016: le novità più attese sul web: La Yamaha-MT07 Ténéré

http://www.insella.it/news/yamaha-mt-07-tenere-ecco-le-prime-foto-135412

Partiamo in questa nostra carrellata delle possibili anzi probabili prossime uscite proprio con la Yamaha (tanto per non procedere assolutamente in ordine alfabetico) la MT-07 Adventure o Ténéré, a seconda di quello che verrà deciso in ultima analisi. Bicilindrico parallelo, il gestibile ma brillante motore bicilindrico frontemarcia già fonte di notevole soddisfazione in termini di vendite nella versione moked. L’anno scorso la versione Tracer, la turistica carenata si era lasciata attendere, da vera primadonna. Speriamo che la sorella con cerchio anteriore da 21” e sospensioni adatte all’offroad non replichi l’exploit della sorella.

Da che mondo e mondo, alla R1 è sempre seguita una R6, e molto probabilmente i tempi sono maturi per l’uscita della carenata sportiva di media cilindrata che dovrebbe ricalcare l’estetica della supersportiva che ha recentemente alzato l’asticella di tecnologia e prestazioni.

Eicma 2016: le novità più attese sul web. Una nuova Honda Transalp?

http://forum.soloenduro.it/threads/95860-Nuovo-transalp-2017

Rimaniamo in ambito giapponese con la Honda. L’anno scorso vennero presentati un paio di concept stradali di grande richiamo, e voci di un quattro cilindri di grossa cubatura dalle forme avveniristiche si rincorrono.

A questo, aggiungiamo che la tanto attesa nuova Transalp, probabilmente sull’onda del grande successo della nuova Africa Twin, potrebbe essere uno dei nuovi modelli che vedremo alla kermesse milanese. Come ben sappiamo la ricerca di nuove tecnologie, ibridazioni fra i generi, sperimentazioni meravigliosamente avveniristiche sono la specialità della Casa dell’ala dorata e si parla infatti di un nuovo motore ibrido termico-elettrico.

Le moto che verranno guidate dai nostri figli si stanno già affacciando, apriamo gli occhi e la mente per essere pronti ad accoglierle al meglio.

suzuki-in-arrivo-una-piccola-gsxr-250_71054_sbig
Eicma 2016: le novità più attese sul web. Una piccola GSXR 250 ?

http://moto.infomotori.com/moto/suzuki-in-arrivo-una-piccola-gsxr-250_85193/

Altro colosso giapponese, Suzuki, tornerà a proporre, tanto per restare in tema “moto nuove, nomi già conosciuti”, la sua Hayabusa, alleggerita nelle forme e nel peso, ma non certo nella cavalleria! Un modello che ha fatto storia e che ha trovato in una nutrita schiera di appassionati una forma di assoluta devozione, quasi quanto quella che nutrono gli estimatori della arcinota GSX-R, che sarà presentata a Milano nella cilindrata entry-level di 250 cc.

kawa
Eicma 2016: le novità più attese sul web. Una Kawa tutta particolare.

http://www.insella.it/news/kawasaki-arrivo-una-cafe-racer-900-137115

Terminiamo la carrellata del sol levante e delle quattro sorelle con Kawasaki che promette una versione turistica della H2 e una maxinaked di 900 cc dalle forme futu-retrò come fece a suo tempo per la riedizione di una GPZ 750.

schermata-2016-09-12-a-21-33-04
Eicma 2016: le novità più attese sul web. KTM 800?

http://www.advpulse.com/adv-bikes/ktm-800-adventure-spy-photos/

Cosa bolle in pentola in KTM? Grandissime novità, a partire dal tanto atteso bicilindrico frontemarcia 800 cc, che come abbiamo visto sembra diventato il nuovo terreno di sfida di tanti marchi. Le varie indiscrezioni e foto rubate parlano chiaro: moto compatta, il forcellone preso dai modelli monocilindrici attuali, linearità di erogazione, consumi e (finalmente) emissioni di calore più contenuti. A Mattighofen sembrano avere le idee molto chiare sul perché una moto pur ottima come la 1050 sembra non sia stata molto ben accolta dagli acquirenti e propongono una vera media che va a colmare il gap fra i modelli monocilindrici di 690 cc e le 1190. Proposta probabilmente da subito sia nella versione Adventure con cerchio da 21” che nella versione Duke, modello che ha decisamente inventato il concetto di “moked” (motard+naked), le nuove K promettono di dare battaglia in un segmento che definisce la vera moto polivalente, adatta al divertimento, all’uso quotidiano e ai lunghi viaggi, con un occhio alla facilità d’uso e al portafoglio. Cosa volere di più?

Sembra ormai pronta la nuova Duke 390 in versione 2017, modello molto apprezzato dalla potenza “intelligente”, capace di divertire senza strappare le braccia, così come è giusto che faccia la sorellona 1290, in grande spolvero con una veste inedita per l’anno che verrà.

Husqvarna 401 Vitpilen-Concept
Husqvarna 401 Vitpilen-Concept

http://www.asphaltandrubber.com/bikes/husqvarna-vitpilen-125cc-model/

husqvarna1

http://www.motorcyclenews.com/news/new-bikes/2016/may/husqvarna-get-brutal/

Casa vicina a KTM, che assorbe per osmosi tanta tecnologia della Casa arancione, è Husqvarna. La sua 701 presentata lo scorso anno nelle versioni Motard ed Enduro, sostanzialmente una 690 SMC in bianco giallo e blu ha riscosso un bel successo, sembrerebbe quindi pronta la Vitpilen, versione stradale presentata come concept sempre a Eicma di due anni fa, nel periodo in cui il marchio era in una fase di trasformazione e di abbandono della mai abbastanza compianta Nuda 900, scomparsa prematuramente a causa del mutamento degli assetti societari. Peccato.

Sempre marchiata Vitpilen, parrebbe quasi definita una derivata dalla Duke 1290, molto più incazzata e futuristica, se possibile.

Restiamo in Europa lasciando le novità dalla patria del motociclismo alle ultime battute.

BMW: ci aveva abituato male, anzi malissimo ammettiamolo. Le cinque novità all’anno le hanno promesse e mantenute, ora sarebbe anche giusto che a Monaco di Baviera si riposassero. L’unica difficoltà per noi che scriviamo è riuscire a tenere dietro ai creativi del marchio dell’elica, che hanno davvero esaudito a questo punto tutti i desideri, crediamo, dei loro appassionati.

Non rimane che far lavorare la fantasia: una media cilindrata frontemarcia di 800 cc come gli altri marchi? Ah no, già, l’hanno inventata loro coll’F 800 Gs una decina di anni fa. Beh, potrebbe essere col motore boxer, forcella tradizionale per contenere i costi e la giusta elettronica. Ecco, questa sarebbe una bella carta da giocare. Altre volte, a sfidare BMW siamo rimasti sorpresi, chissà…

Sempre Europa, il Paese che ha inventato le cafè racer. Inghilterra, Triumph! E quindi Speed Triple, che sembrerebbe pronta nella versione 800 cc, manco a dirlo, sempre tre cilindri. Più accessibile nei costi, nelle prestazioni, il suono inconfondibile, la stessa meravigliosa creazione (o quasi) di Carlo Talamo, genio italiano.

E allora arriviamoci, al genio italiano!

111808top1
Eicma 2016: le novità più attese sul web

 

http://www.motorcycledaily.com/2008/11/18november08_apriliamanax/

Aprilia: indiscrezioni di Eicma 2015 ci hanno promesso la nuova Dorsoduro, che diventerà una via di mezzo con la Shiver per assomigliare molto alla Mana 750, la concept del 2008. Vedremo.

motoguzziv12strada

https://newmotorcyclesstyle.wordpress.com/category/moto-guzzi-v12-x-pierre-terblanche/

Moto Guzzi: le fonti delle indiscrezioni sono le stesse, e sembrerebbe prossima una evoluzione della V7 in chiave off road, una sorta di Stelvio molto più leggera ma adatta a strade bianche e viaggi. Come detto la sfida in ambito medie cilindrate si fa sempre più interessante.

In arrivo, per chi sa contare e conosce la storia della Casa alata, dopo la V7, la V9, dovrebbero esserci la V10 (che in origine si chiamava Centauro, la stupenda Centauro, aggiungiamo noi che mai saremo di parte) che a suo tempo ha rivoluzionato il concetto stesso di motocicletta, vedremo cosa succederà adesso; e la V11, finalmente una versione sportiva dopo la (diciamolo, dai) deludente V12. Si parla dell’operazione rispolvero delle mai abbastanza sprecate occasioni delle concept a firma Terblanche di quattro anni fa. Magari. Ma sarebbe troppo bello.

Ducati Scrambler1100 Enduro
Eicma 2016: le novità più attese sul web. Ducati Scrambler1100 Enduro

http://www.insella.it/news/ducati-scrambler-intermot-arriva-scrambler-off-road-137192

ducati_supersport_01

http://www.motorcyclenews.com/news/new-bikes/2016/july/ducati-project-1312-supersport/

Concludiamo questa carrellata con Ducati, che sta facendo la parte del leone sul mercato e ai saloni grazie alle numerose novità presentate ogni anno.

Sembra partita la campagna di “endurizzazione” dei modelli in catalogo, prima o poi vedremo una Streetfighter Enduro, probabilmente. Per ora ci dovremo accontentare della Scrambler 800 con cerchio anteriore da 19” (al 21 a Borgo Panigale non arrivano abbiate pazienza, è proprio che non ce la fanno…) e sospensioni rialzate, come detto il vero campo di battaglia del prossimo Eicma.

Ipotizzata, ma qui le voci sono contrastanti, anche una Scrambler motorizzata 1100 Testastretta. A dirla tutta, secondo noi si snaturerebbe un modello nato giustamente friendly, ma le logiche di mercato sono spesso imperscrutabili.

Un graditissimo ritorno sembra ormai certo per quanto riguarda la compianta e rimpianta versione SuperSport della Casa bolognese che dovrebbe acquisire il Testastretta 939, con estetica per fortuna non più sfigata e sottotono rispetto al resto della gamma come ci aveva abituato sulle precedenti versioni, peraltro ottimi modelli per godere del pompone Ducati ma dalle prestazioni umane e gestibili.

Come detto le novità ci saranno, anche se per alcune dovremo aspettare di più o disattenderanno le aspettative e le promesse. Va detto però che la volatilità del mercato e delle intenzioni dovute anche ai cambiamenti repentini degli assetti societari portati dalla forte incertezza economica si dovrebbero essere attenuate, recentemente, e quindi anche le incertezze sulla solidità dei marchi produttori ai quali noi appassionati versiamo delle notevoli somme di denaro per realizzare i nostri sogni. Per cui, continuiamo giustamente a sognare. Per farlo a occhi aperti, vi aspettiamo al prossimo Eicma 2016, Salone di Milano dove anche noi di Moto-Ontheroad avremo per i nostri lettori delle belle sorprese!

Check Also

La nuova Suzuki V-STROM 1050: déjà-vu di classe

Presentata a EICMA la Suzuki V-STROM 1050. La linea si ispira alla storica DR-BIG, sale la potenza massima a 107,4 Cv. Importanti novità per l’elettronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *