Ducati Globetrotter 90°

Ducati Globetrotter 90°: conclusa la seconda tappa Transiberiana.

Continua l’avventura del viaggio intorno al mondo per celebrare i 90 anni della Ducati, in sella alla Multistrada 1200 Enduro: Ducati Globetrotter 90°

Per festeggiare i novantanni della sua storia, la casa bolognese ha organizzato il viaggio intorno al mondo ( Ducati Globetrotter 90° ) in sella alla nuova maxi-enduro Multistrada 1200 Enduro, affidando la moto a sette diversi piloti, che a staffetta stanno percorrendo le strade simbolo della storia del marchio. La seconda tappa, portata a termine dal francese “Lolo” Cochet che ha percorso ben 9.100 Km in 22 giorni attraverso la Russia, lasciando la Transiberiana ha puntato verso i monti Altaï dove la Mongolia e Cina si incontrano.

Ducati Globetrotter 90°
Ducati Globetrotter 90°

Il viaggio è proseguito lungo l’autostrada M52, arrivando alle regioni più selvagge e suggestive dell’Asia centrale. Tra le mete raggiunte c’è anche il lago Baikal, considerato uno delle sette meraviglie della Russia. Nel suo viaggio Clochet, ha apprezzato anche alcuni momenti del Mongol Rally, gara non competitiva a scopo di beneficenza.

Il viaggio in sella alla Multistrada prosegue con Jessica Leyne, che percorrerà più di 2.650 km sulle strade nipponiche e racconterà il suo viaggio attraverso i video pubblicati su: globetrotter90.ducati.com

Ducati Globetrotter 90°
Ducati Globetrotter 90°

Jessica, originaria di Leke Fiandre Occidentale, dice sorridendo: “Nelle mie vene scorre più olio e carburante che sangue!”. È arrivata fino in Norvegia e Romania, Slovacchia e Italia senza ostacoli che la fermassero – “In moto ho avuto molti giorni impegnativi, ma mai una brutta giornata! – esclama – Con i miei 162 cm di altezza controllo anche le grosse cilindrate, per me è come andare in bicicletta”. 

Ducati Globetrotter 90°
Ducati Globetrotter 90°

La brava e fortunata Jessica raggiungerà l’isola di Kyushu per visitare il museo di Hiroaki Iwashita a Yufu, dove si trova l’unico prototipo ancora esistente al mondo della Ducati Apollo: con i suoi 1257 cc, l’Apollo è stata la prima maxi-moto di Borgo Panigale creata nel 1968 da Fabio Taglioni. E soprattutto, la Ducati Apollo è stata la prima ad avere due cilindri a elle di 90°, da allora uno dei segni distintivi della Ducati.

Jessica raggiungerà prima il circuito di Motegi, dove nel 2007 Casey Stoner conquistò il titolo mondiale MotoGP, successivamente farà tappa a Sugo, dove nel Sportsland nel 1998 Carl Fogarty vinse la gara decisiva per conquistare il suo terzo titolo mondiale Superbike, il settimo per Ducati.

Il passaggio di testimone tra Jessica e il brasiliano Eduardo Generali avverrà il 5 ottobre a San Francisco, e proseguirà lungo le strade degli States.

Per seguire l’avventura di GLOBETROTTER 90°: sito ufficiale globetrotter90.ducati.com; pagina Facebook Ducati; Twitter e Instagram #globetrotter90

Qui la nostra prova della Ducati Multistrada 1200 Enduro: Ducati-multistrada-1200-enduro

 

Check Also

Suzuki SV650 2021, nuovi colori e omologazione Euro 5

La Casa di Hamamatsu presenta la nuova Suzuki SV650 2021, disponibile anche in versione depotenziata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.