V-STROM 1000

Suzuki: Mr Tomohisa, Product Planner, ci racconta le linee guida della nuova V-Strom 1000.

Continuano le anticipazioni di quello che un modello particolarmente atteso, la nuova tutto-terreno V-Strom 1000. Arriva l’intervista a Mr Tomohisa, Product Planner, che ha avuto il compito di sviluppare la nuova moto. 

Le esigenze di chi va in moto, le conoscono solo chi le utilizza. Chi viaggia su una due ruote, sa perfettamente quello di cui ha bisogno per rendere un viaggio piacevole, entusiasmate e sicuro.

Le prestazioni non sono l’unico elemento da considerare nello sviluppo di un nuovo motoveicolo, sono uno degli elementi essenziali, che insieme a praticità e confort concorrono a rendere una Sport Enduro Tourer vincente.

Per questo che la casa giapponese ha deciso di affidare l’incarico a Mr Tomohisa Ichimaru, Product Planner, il compito di sviluppare la nuova V-Strom 1000, visto l’esperienza di Tomohisa proprio in questa tipologia di moto.

“Ho posseduto una Bandit1200S, una Hayabusa, e una V-Strom 650 (2008), ora ho una V-Strom 650  e una vecchia RMX250” sottolinea, a testimonianza di come, prima d’essere un manager, chi ha indirizzato il lavoro è anzitutto un appassionato come molti altri. “Il mio hobby è il turismo sulla lunga distanza, ogni primavera e estate affronto viaggi di una settimana che prevedono lunghe percorrenze. Attraverso queste esperienze di guida personali, ho potuto raccogliere le mie opinioni su come migliorare la moto dal punto di vista del proprietario”. 

Il prototipo della DL 1000, da cui nascerà la V-Strom 1000, è stato sviluppato tenendo in considerazioni quelle che sono state le informazioni fornite dai concessionari Suzuki sparsi in Europa, e dalle informazioni fornite dagli utenti del marchio Suzuki. Il progetto quindi è stato anche sviluppato tenendo in considerazione gli apprezzamenti dati dagli utenti della V-Strom 650, quindi facilità di guida, ottime prestazioni, ma senza diventare troppo esuberanti.

Alcuni dettagli fanno ben capire quanto sia importante il successo di questo modello, e quindi la particolare attenzione rivolta nella cura di ogni dettaglio. Ad esempio le pinze freno anteriori monoblocco a attacco radiale sono le stesse impiegate sulla sportiva GSX-R 1000, e per migliorare la sicurezza sarà installato il sistema ABS di serie. Non mancherà neanche il controllo della trazione, per la prima volta installato su un modello Suzuki di serie.

Il motore è una rivisitazione di quello installato sulle precedenti versioni, quindi l’affidabile e instancabile bicilindrico a V da 1000 cc, migliorato per garantire migliore regolarità ai bassi regimi di rotazione e migliori performance in accelerazione.

Dalle parole di chi ha guidato il team di sviluppo della nuova V-Strom 1000 emerge inoltre una grande attenzione alla realizzazione del set di valigie (due laterali e quella posteriore) al fine di garantire ingombri limitati che non influiscano sulla maneggevolezza e sulla stabilità della moto.

V-STROM 1000
V-STROM 1000

Insomma, un lavoro “a tutto tondo” che mette al centro dell’interesse dei progettisti l’utilizzatore finale; uno sforzo notevole da parte dello staff che ha lavorato al progetto, ma anche una sfida che Mr. Ichimaru sente d’aver superato: “Vorrei che i proprietari dell’attuale V-Strom 650 e della precedente V-Strom 1000, così come ogni pilota che ama i lunghi percorsi, provassero  la nuova V-Strom 1000. Se apprezzate il carattere divertente e emozionante della V-Strom, sono certo vi piacerà”.

Ecco l’intervista integrale rilasciata dal Product Planner Suzuki V-Strom 1000, Mr. Tomohisa Ichimaru: 

A59A7209D3CB3DE6D5760204AF5C924ACi racconti brevemente di Lei e del Suo ruolo nel progetto

Ho iniziato a lavorare in Suzuki nel1997. Nel 2000, dopo tre anni di esperienza nel campo delle vendite, mi hanno conferito un nuovo incarico nella divisione Moto Product Planning. Da allora, ho lavorato al progetto di prodotti quali gli ATV come l’ LT-Z400 e moto nude come la  Bandit e la  GSR.

Per il progetto di sviluppo della nuova V-Strom 650, mi hanno conferito l’incarico di responsabile dei nostri modelli Enduro Tourer e ho lavorato sulla definizione del “concept”, il livello di equipaggiamento e l’obiettivo delle performance da raggiungere della nuova V-Strom 1000.

Nella mia vita personale da motociclista, ho posseduto una Bandit1200S, un’ Hayabusa, una V_Strom 650(2008) ed oggi ho una V-Strom650 del 2012 e  un modello della precedente versione dell’ RMX250.

Quindi, oggi Lei guida una moto che ha progettato di persona. Puoi raccontarci di questa storia?

Sì, guidavo una V-Strom della prima serie e mi hanno dato la responsabilità di sviluppare la nuova generazione proprio del modello che guidavo io.

A seguito dello sviluppo del progetto, ero così fiducioso e soddisfatto dei miglioramenti che avevamo fatto, che ne ho comprata una.

Il mio hobby è andare in moto percorrendo lunghe distanze in primavera ed estate, normalmente sto via una settimana.  Attraverso queste esperienze di guida personali, ho costruito la mia opinione su come migliorare la moto dal punto di vista del pilota. Per una persona come me, è stata una grande opportunità fornire le mie idee ed esperienze come contributo allo sviluppo del nuovo modello.

Costruire un modello nuovo è una sfida, tutti i membri dello sviluppo del progetto hanno avuto esperienze di guida sulle strade europee e tutti loro hanno una forte determinazione ed entusiasmo per il progetto.

67010709C56529D9DBAF7648806921B8Quali distanze preferisce percorrere nei suoi viaggi?

Dipende dall’itinerario e dal programma, normalmente faccio 400 km al giorno, 2000-3000 km in totale ogni viaggio. Per me, il piacere di guidare è dato da quei momenti in cui l’uomo e la moto sono all’unisono.

In un percorso lungo, posso provare quel piacere per ore ed è per questo che amo i viaggi lunghi in moto.

Quando si percorrono lunghe distanze, il comfort in autostrada, la capacità di carico e molti altri elementi diventano  necessari per la moto.

Comunque, credo che la sensazione di divertimento quando si guida una moto, senza sentirsi annoiati, sia la caratteristica fondamentale prima di qualsiasi altro elemento. Sono convinto che la nuova V-Strom abbia tutto.

Dalla mia personale esperienza, posso capire il perché il segmento delle Enduro Tourer stia crescendo, perché le aspettative da queste moto sono le stesse che anch’io ho quando guido questa moto.

Potrebbe parlarci del concept di prodotto e del processo di sviluppo dello stesso?

Siamo orgogliosi di annunciare che la nuova V-Strom650 ha ricevuto complimenti e  ottime valutazioni in tutto il mondo. Il concept di prodotto della V-Strom650 è “una moto touring divertente da guidare, confortevole e versatile”.

Per quelli che volessero essere aggiornati e seguire in anteprima le curiosità della nuova V-Strom:

http://moto.suzuki.it/nuovavstrom1000/

Registrandoti sarai aggiornato con foto, video, interviste e contenuti esclusivi che ti accompagneranno fino alla presentazione ufficiale della nuova V-Strom 1000.

V-STROM 1000
V-STROM 1000

Check Also

Prime reazioni alla nuova normativa UE sulle assicurazioni

Pagare per veicoli non utilizzati potrebbe dare un colpo mortale al settore moto. Ma ci sono già le prime reazioni, tra cui una petizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.