Philadelphia

Stylmartin: scarpe da moto PHILADELPHIA.

Il marchio Stylmartin allarga la gamma di scarpe adatta all’utilizzo in moto in ogni stagione. L’aspetto è alla moda e la protezione è totale in ogni condizione di utilizzo.
 
Dopo aver aperto il trend delle sneaker da utilizzare quando si viaggia su due ruote, il marchio allarga la sua gamma con la Philadelphia, già disponibile sul mercato, che a qualità, stile e protezione, aggiunge la certificazione CE.
Philadelphia affianca Miami e Seatlle e rafforza lo stile sneaker all’interno della gamma Urban del marchio, proponendo modelli adatti a ogni periodo dell’anno.
Da pochissimo sul mercato, questa new entry va ben oltre l’aspetto trendy, offrendo una protezione dal freddo e dall’acqua che la rende una scelta assolutamente da valutare da parte di chi utilizza moto o scooter in aree geografiche dove la brutta stagione è di solito più lunga.
Philadelphia
Progettata nel reparto R&D di Stylmartin e prodotta in Europa con pelli acquistate da concerie italiane, la Philadelphia ha un “pedigree” di razza:
• Lavorazione tramite la tecnologia detta di “montaggio” (tomaia, sottopiede e suola sono fissati insieme all’interno di una forma) per ottenere un miglior sostegno del piede e un’ottima comodità di calzata.
• Utilizzo di tomaia in pelle pieno fiore vintage trattata idrorepellente.
• Fodera impermeabile e traspirante
• Sottopiede anatomico microforato, removibile e traspirante.
• Protezioni in PU sui malleoli, predisposte su entrambi i lati della scarpa. Paracambio in pelle.
• Sottopiede anatomico, traspirante, microforato… e removibile.
• Suola in gomma con disegno antiscivolo che agevola il grip.
• Due coppie di lacci (con variante colore) in dotazione
• Certificazione come DPI di 1° categoria.
Philadelphia viene proposta nella colorazione Taupè.
Prezzo al pubblico: 165 euro
Philadelphia

Check Also

Hevik Centaurus

Hevik Centaurus: abbiamo provato 2 capi a 3 strati per 4 stagioni

Un completo giacca-pantaloni triplo strato adatto al 6% che va in moto tutto l'anno, ma anche al 94% che va in moto quando gli va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.