Medici in moto in Nepal, un progetto umanitario

MotoforPeace 2014 si prodiga per un pronto soccorso più rapido nelle zone rurali e remote del paese anche attraverso l’uso della moto in Nepal

Questo progetto nasce dall’incontro di due Associazioni senza fini di lucro, che nonostante le modalità operative diverse, cercano di raggiungere gli stessi obiettivi: aiutare le popolazioni più povere del pianeta e fare conoscere al mondo realtà diverse in modo da creare contatti e sinergie per sviluppare le condizioni sanitari, sociali ed economiche delle minoranze del nostro pianeta.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

MotoforPeace (www.motoforpeace.it) è una Onlus costituita da appartenenti al Corpo della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e altre Polizie europee, nata nel 2001 con l’obiettivo di partecipare alla realizzazione di progetti di sviluppo locali, attraverso la sensibilizzazione della società civile e la raccolta di fondi necessari all’attuazione di questi programmi, cercando di diffondere la conoscenza delle diverse culture delle popolazioni del mondo e dei loro bisogni attraverso spedizioni motociclistiche che hanno toccato diversi paesi in via di sviluppo o colpiti da guerre e devastazione in Europa, ASIA, Africa e America Latina.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

ASIA Onlus (www.asia-onlus.org) è una ONG (organizzazione non governativa) che lavora nel continente asiatico e in particolare nelle regioni dell’Hymalaya. Dal 1988 ASIA ha realizzato oltre 100 progetti di sviluppo e di emergenza in Cina occidentale (Tibet, Mongolia Interna, Qinghai, Sichuan), in Nepal, in Sri Lanka. I settori in cui ASIA opera sono la promozione dell’Educazione primaria e secondaria, l’accesso all’Acqua, la Formazione professionale e non formale, la Sanità pubblica e la Medicina Tradizionale, la Salvaguardia delle Culture a rischio di estinzione, la tutela dei diritti delle popolazioni nomadi e delle loro tradizioni, ecc.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

L’Associazione MotoforPeace vuole promuovere nel 2014 un raid attraverso l’Asia e diretto in moto in Nepal, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni di povertà di queste regioni e per donare delle attrezzature utili a migliorare il servizio sanitario di base nelle zone rurali del Nepal.

ASIA lavora in Nepal dal 2008 e ha sviluppato in questo paese dei solidi rapporti con le autorità locali e con le popolazioni beneficiarie dei suoi progetti di cooperazione, migliorando la conoscenza dei loro i bisogni e acquisendo strumenti appropriati per contribuire al loro soddisfacimento. In particolare, ASIA ha sviluppato un forte radicamento nel Distretto di Kavre dove ha contribuito all’accesso all’acqua, al miglioramento dei servizi sanitari e delle condizioni igieniche di circa 5.000 persone ed ha migliorato la qualità dell’insegnamento e dei servizi didattici di 21 scuole elementari.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

ASIA si è proposta di collaborare con l’iniziativa di MotoforPeace mettendo a disposizione i propri contatti e la propria conoscenza del territorio. In particolare ASIA si adopererà per identificare i beneficiari di questa iniziativa e facilitare la logistica dell’evento in moto in Nepal.

Il bisogno di moto in Nepal per i medici rurali

La condizione delle strade e delle comunicazioni in generale è piuttosto critica in Nepal, paese affollato di vecchi mezzi di trasporto che intasano le strade di città soffocandole di smog oppure che arrancano per vecchie e pericolose mulattiere per raggiungere villaggi di montagna. La violenza poi delle piogge monsoniche, unita alla scarsissima gestione del territorio locale, rende i terreni deboli e quindi soggetti a slavine e smottamenti, per cui le vie di comunicazione risultano spesso interrotte o molto pericolose. Inoltre, la rete stradale è ancora limitata e non raggiunge tutti i centri abitati, soprattutto quelli nelle aree più impervie e montuose.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

Questa situazione si ripercuote su quelle situazioni in cui è necessario che un intervento sia effettuato con rapidità. Gli interventi di pronto soccorso non possono essere sempre effettuati con autoambulanze e comunque i villaggi di montagna o le abitazioni remote non possono essere raggiunte con mezzi ordinari. In questi contesti himalayani, la motocicletta rappresenta un mezzo di grande importanza per la sua adattabilità alle condizioni stradali locali e per la sua capacità di muoversi anche fuori-strada. In un certo senso, essa succede al cavallo nei tempi moderni, ma ne incarna le virtù e i vantaggi. Il numero delle moto in Nepal è molto elevato : essa è usata per portare famiglie anche di quattro persone, per trasportare dai tronchi d’albero alle pecore, da gigantesche fascine di rami ad armadi.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

Nei progetti di ASIA le moto sono uno strumento indispensabile per lo staff nepalese per potersi muovere nelle aree di progetto, raggiungere tutti i beneficiari e organizzare incontri di prevenzione igienico-sanitaria oppure monitorare i lavori di scavo di pozzi o spallazione delle tubature idriche.

Medici in moto in Nepal - Cartoline dei viaggi di Motoforpeace
Medici in moto in Nepal – Cartoline dei viaggi di Motoforpeace

Una categoria per la quale la moto in Nepal rappresenta uno strumento di vitale importanza è quella dei medici di base che prestano in genere servizio nei villaggi rurali abitati dalle persone più povere. Essi devono muoversi per lunghe distanze per rispondere a chiamate di persone gravemente ferite o per parti urgenti e spesso non hanno a disposizione mezzi adatti a muoversi in questi contesti. La possibilità di avere una moto permetterebbe loro di rispondere alle chiamate di pronto soccorso in tempi utili, potendo veramente salvare delle vite umane.  

Check Also

1000 Curve Cagli-Loreto, tutto pronto per la partenza

Sarà una cavalcata nel cuore delle Marche - la 1000 Curve Cagli-Loreto - un'edizione dedicata alla solidarietà e alla resilienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *