Home / Viaggi in moto / Reportage / Romantica Baviera

Romantica Baviera

On The Road sulla Romantic Strasse

Testo e foto di Claudio Falanga

Efficienza, ordine pulizia? Certo la Germania è anche questo. Ma quanti potrebbero identificarla come luogo romantico, ideale per una fuga appassionata, o per rinverdire un amore?

Ebbene, se per voi la Germania è sempre stata collegata agli splendidi prodotti di terra teutonica a partire dalle motociclette più famose per i viaggiatori, siate pronti a ricredervi. Si perché non molto più a sud di Monaco di Baviera, che guarda caso è proprio sede della BMW Motorrad di cui parlavamo, si estende una zona che non ha nulla da invidiare alle mete più gettonate dai romanticoni in cerca di ambienti ricchi di quel fascino che fa tanto bene al cuore.

[wp_geo_map]

 

La vista dall’alto del castello Neuschwanstein

Infatti, proprio qui nasce la Romantic Strasse, geniale invenzione degli amministratori bavaresi nel dopoguerra, creata (si parla del nome perché la strada già c’era) per dare un forte impulso turistico alla zona con un brand, copiato poi in diversi luoghi anche fuori di Germania.

Il nostro itinerario parte da Fussen, bel borgo ricco di storia ed attrattive. Qui troviamo un lago artificiale, colmo nel periodo estivo, nelle cui acque si specchiano architetture e castelli, che attorniati da verde e natura, diventano una efficace amalgama per passeggiate e gite in battello.

Veduta notturna del centro di Fussen

Nel centro città una forte concentrazione di locali aspetta il turista. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: dal ristorante tipicamente bavarese, a quello più ricercato, dove qualche tocco di italianità dimostra la grande considerazione di cui gode la nostra  cultura in terra di Germania.

Ma il piatto forte della visita a questo borgo capace di accogliere circa 1.000.000 di visitatori l’anno è costituito da due castelli ormai leggendari: Hohenschwangau e Neuschwanstein. Soprattutto il castello Neuschwanstein è di una bellezza e magia sconcertante, capace di ispirare illustrazioni e cartuns, manga e fumetti. Un vero gioiello architettonico e scenografico, inserito in un contesto fatti di foreste, acque lacustri e montagne. La storia del Neuschwanstein è strettamente correlata all’immaginazione visionaria del suo proprietario, il re Ludovico II, personaggio atipico della nobiltà europea. Di carattere schivo, questo monarca, asceso al trono in giovane età, coltivò le arti e i miti dei cavalieri  medievali attraverso questa dimora che doveva essere luogo di assoluto ritiro, lontano da qualsiasi contaminazione estranea.

Ironia della sorte, solo poche settimane dopo la sua morte questo castello fu aperto al pubblico ed ora è uno dei monumenti più visitati al mondo con circa 1,3 milioni di turisti l’anno. La misteriosa morte di Ludovico II il giorno dopo il processo di destituzione dal trono (assieme al medico psichiatra che firmò l’atto di interdizione) hanno nel tempo alimentato la leggenda di questo sfortunato monarca e del suo incredibile maniero. Seppur frettolosa (a causa del flusso inarrestabile di turisti) la visita è assolutamente da non perdersi.

Spostandoci verso est, lasciando la Romantic Strasse, troviamo la cittadina di  Oberammergau.

Questa località è famosa  per l’evento dedicato alla passione di Cristo che si svolge dal 1633 ogni 10 anni, tranne qualche interruzione più o meno lunga dovuta ad eventi bellici.

Più di 2200 figuranti per una rappresentazione teatrale, che nell’anno di svolgimento si ripete da maggio a ottobre per cinque giorni la settimana.

Bottega artigiana a Oberammergau

Oberammergau ha, collegata a questa tradizione, una fiorente attività di intaglio del legno che si può ritrovare nelle tante botteghe artigiane del paese.

Lasciando Oberammergau raggiungiamo una delle località più famose della Baviera, Garmisch-Partenkirchen.

Questa zona tra le più celebri del circuito della Coppa del Mondo di Sci Alpino, fuori dalla stagione invernale offre comunque diversi motivi d’interesse.

I trampolino per il salto con gli sci di Garmisch-Partenkirchen

Certo se siete degli spericolati atleti di salto con gli sci, qui trovate uno dei trampolini più suggestivi del mondo.

Ed in più l’impianto, architettonicamente stupendo, è utilizzabile anche d’estate.

Noi ci siamo saliti sul punto più alto, nello scivolo di lancio e vi garantiamo che il fegato di un bisonte non basterebbe per trovare il coraggio di lanciarsi.

Ma per i normali esseri umani ci sono passeggiate escursioni e tante attrattive che rendono Garmisch-Partenkirchen, una meta adatta alla continuazione del nostro itinerario romantico.

Lungo la gola Partnachklamm

Per questo vi suggeriamo una visita alla suggestiva gola Partnachklamm.

La salita della gola  regala forti suggestioni ed è facilmente percorribile con una passeggiata di circa 45 minuti.

Unica raccomandazione: un paio di scarpe con una buona suola in gomma.

Inutile dire che al ritorno ci si può rifocillare in uno dei tanti ristoranti a suon di leccornie locali debitamente innaffiate dall’ottima birra.

La piattaforma sulla cima dell’Alspitz

Un’altra attrattiva da non perdere è la salita sulla Alspitz con la funivia. Da qui c’è l’incredibile veduta dalla nuovissima piattaforma, con due bracci ad incrocio, che si sporgono su un dirupo con un salto di circa 2.000 metri.

Anche qui vestiti e scarpe adatti sono d’obbligo e non fatevi scoraggiare se a valle c’è brutto tempo, molto probabilmente in cima troverete il sole.

Se non siete proprio dei pigroni, noi vi consigliamo la discesa a valle a piedi, attraverso quelle che in inverno sono delle splendide piste di sci.

Il centro di Mittenvald

Ad attendere i romantici viaggiatori c’è l’ultima tappa di questo itinerario: Mittenwald.

Questa graziosa cittadina è vicinissima al confine austriaco. Famosa per l’arte liutaia – grazie  a Matthias Klotz che la portò a  Mittenwald dopo averla imparata dai maestri cremonesi  – celebra in ogni angolo questa tradizione.

Il Geigenbaumuseum

Nella casa natale di Klotz il Geigenbaumuseum è possibile vedere i capolavori prodotti dai maestri bavaresi e il processi di produzione di questi bellissimi strumenti.

Altra caratteristica di Mittenwald sono le case affrescate, quasi sempre con motivi religiosi. Centro del paese è la chiesa in stile barocco di St. Peter und Paul anch’essa riccamente affrescata.

Il confine con l’Austria è la prossima attrazione. Il weekend romantico può terminare con la bellezza dei passi alpini, lasciando questa magica Baviera e le sue suggestioni.

Mangiare, bere e dormire

Hotel Sonne

Prinzregentenplatz – D – 87629 Fussen – Bavaria

Tel. +49 (0) 83628000 . info@hotel-sonne.de

www.hotel-sonne.de

Luitpoldpark-Hotel

Bahnhofstraße 1-3, 87629 Füssen

Tel. +49 (0)8362 9040

www.luitpoldpark-hotel.de

Altstadthotel “Zum Hechten”

Rittersstrasse 6

87629 Fussen

tel. +49 083 62/91600

hotel.hechten@t-online.de

www.hotel-hechtem.com

Ristorante (e non solo) Lila Haus

Locale molto gradevole e bello che ha una buona selezione di vini e salumi,

ma anche tanti souvenir, liquori alla spina da imbottigliare, oggetti da regalo.

Inh. Elke Ditsch

Sebastianstr. 4 D – 87629 Fussen

tel. +49 083 62/9390978

info@lilahaus-fussen.de

www.lilahaus-fussen.de

Gästehäuser Fisherhutte

Locale posizionato sulla riva del lago di Hopfen

87629 Hopfen am, See

tel. 0049 08362/91970

www.fisherhuette-hopfen.de

82467 Garmisch-Partenkirchen

Hotel Mercure

Mittenwalder Str. 2

82467 Garmisch-Partenkirchen

Tel : (+49)8821/7560

Ristorante ed Hotel Zugspitze

Klammstrasse 19,

82467 Garmisch-Partenkirchen
Visualizzazione ingrandita della mappa

[nggallery id=26]

Check Also

VStrom Academy 2019

VStrom Academy: l’esperienza di una neofita e di un tester a confronto

La VStrom Academy si pone l'obiettivo di formare i corsisti che potranno così sfruttare anche l'anima off-road della V-Strom, in tutta sicurezza.