Home / Blog / Fifty Years After

Fifty Years After

Un po’ di tempo addietro, a seguito del suggerimento di Kiddo, i blogger di Moto On The Road raccontarono la loro prima volta in moto.

Lo feci anch’io raccontando la mia esperienza di iniziazione motociclistica (se volete potete andare a rileggerla) e l’episodio che mi vide sul sellino posteriore di una Guzzi all’età di 5 anni, mentre seduto sul serbatoio e aggrappato al manubrio, c’era il figlio del pilota.

Certo, a dirla così sembra “una cosa da galera”, ma 50 anni fa si vedeva ben di peggio ed era quasi normale utilizzare un veicolo nella sua massima disponibilità di trasporto, anche se in alcune zone d’Italia pare ancora avvenga.

Recentemente per testare una motocicletta, mi sono recato sulla strada che porta a Monte Penice, percorso famoso per i motociclisti lombardi, ma anche emiliani e liguri.

Lassù, dopo oltre 50 anni passati a Milano, è tornato a vivere il Signor Gino e la sua famiglia.

Gino, collega e amico fraterno del mio compianto vecchio, è proprio la persona di cui parlavo nel blog sulla mia prima volta in moto. Meccanico provetto della Polizia Stradale, per lui non avevano segreti Aironi, Falconi e V7 della Moto Guzzi.

Sono stato accolto con la gioia che mi aspettavo e dopo un po’ è venuto naturale ricordare quell’episodio. Ed ecco che Paolo, “il bimbo di tre anni” che sedeva sul serbatoio nel mio racconto – di cui per altro ricordo la serenità a dispetto della mia preoccupazione in quell’episodio – tirare fuori dal garage, una motocicletta, impolverata ma in ottime condizioni, la moto della mia prima volta.

Uno Zigolo Moto Guzzi bellissimo, con il suo rosso fuoco e il serbatoio semi-cromato. Ecco quindi l’idea di uno scatto che riproponesse quell’episodio esattamente 50 anni dopo.

Il risultato e la gioia li vedete voi stessi.

 

Check Also

IV legge di Asimov: mi ammazzi il robot, ti ammazzo 150 persone

La crisi tra Usa e Iran sta riscrivendo la logica tra vita umana e vita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *