Home / Blog / Terremoto a Ischia, la necessità di severe leggi costruttive e severi controlli

Terremoto a Ischia, la necessità di severe leggi costruttive e severi controlli

Una scossa forte ma di intensità non eccezionale ha provocato forti danni e qualche vittima. Il terremoto a Ischia ripropone un problema nazionale.

Anche questo agosto viene funestato dalla notizia di un evento sismico: il terremoto a Ischia.

È chiaro a tutti che il nostro territorio è fragile e che siamo su un lembo di terra bellissimo e instabile. Tanti gli eventi sismici degli ultimi anni, tanti e troppo distruttivi.

Quest’ultimo di intensità non eccessiva, ma che ha creato comunque ingenti danni e qualche vittima. Se fosse avvenuto qualche ora più tardi avrebbe avuto un bilancio ben diverso, perché moltissimi erano fuori dalle abitazioni e dagli alberghi.

Viene da chiedersi come mai, con una scossa forte ma non di intensità distruttiva, i danni siano stati ingenti. Perché ancora si tollerino costruzioni fatte con l’uso di materiali di scarsa qualità.

Proprio recentemente ho scoperto come fanno gli artisti da spiaggia a creare fantastici castelli, con merletti e torri: nebulizzano via via un composto fatto di acqua e Vinavil che compatta la superficie della costruzione.

Mi pare che con un concetto simile si siano costruite case e palazzine, fatte più di sabbia che di cemento.

Anche questa volta ci troveremo a gestire un’emergenza e ci sarà la necessità di gestire una ricostruzione che speriamo non sia vasta. Ancora vite perse e danni economici, che forse, con una gestione più attenta del territorio si potevano evitare.

Non ultimo aspetto il danno di immagine a un’isola che vive di turismo e che avrà una ricaduta negativa per diverso tempo.

Appare chiara la necessità di una forte severità su tutto quello che verrà costruito e l’intolleranza sull’abusivismo edilizio.

Ischia tornerà a essere una meta fra le più desiderate turisticamente, ma per favore, cerchiamo di non essere smemorati e di pretendere sicurezza per abitanti e turisti.

La-vita-a-Forio-copia
Terremoto a Ischia. Il bel centro di Forio che speriamo non sia stato danneggiato.

Check Also

Suzuki RG 500 Gamma

Più emozionanti i 2 tempi o i 4 tempi?

Il motore a 2T è praticamente sparito dalla normale produzione, perché è fortemente inquinante. Forse, se le case motociclistiche avessero continuato ad investire su questa configurazione avremmo moto di nuova generazione in linea con le norme antinquinamento. Però una Suzuki RG 500 Gamma...io la vorrei proprio guidare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *