Sestri Levante

Mare&Mosto a Sestri Levante, i sapori della Liguria

Foto e testo di Nadia Giammarco

Due giorni dedicati all’enogastronomia ligure con Mare&Mosto, nella cornice di Sestri Levante dove abbiamo potuto apprezzare il meglio dei prodotti locali. 

La Riviera Ligure di Levante è certamente una tra le più belle e affascinanti mete del nostro paese; in particolare, Sestri Levante, è un paese dalla conformazione molto particolare: il suo centro storico è compreso tra due baie, dando l’impressione al turista di trovarsi su un’isola. La Baia del Silenzio, ornata dalle case color pastello che vi si affacciano, è la parte più pittoresca; l’acqua trasparente lascia vedere il fondo del mare e le numerose barche che popolano questo angolo di paradiso, non fanno che rendere lo scenario ancora più affascinante.

Mare&Mosto a Sestri Levante. Baia del Silenzio
Mare&Mosto a Sestri Levante. Baia del Silenzio

Fiore all’occhiello di Sestri Levante è il Convento dell’Annunziata che, costruito nel 1496 dai Padri Domenicani, gode di una posizione strategica: dall’estremità della penisola di Sestri Levante domina il mare su tre lati, di cui due sulla Baia del Silenzio e uno verso il golfo del Tigullio. L’ex abbazia ha una superficie di oltre 3400 m2, le tre terrazze, da cui si può godere di una spettacolare vista sul mare, e il giardino, occupano circa 1100 m2. Dell’originaria costruzione del quattrocento, sebbene abbia subito numerosi interventi nel corso degli anni, anche a causa della destinazione d’uso che ebbe nel corso del XIX secolo, si sono conservati notevoli elementi architettonici quali: l’abside, gli affreschi e la volta a crociera nella chiesa, il chiostro e numerosi stucchi.

Complesso dell'Annunziata
Complesso dell’Annunziata

Il risanamento, ad opera dell’architetto Carlo Berio, volto al recupero conservativo dell’edificio, ha portato alla realizzazione di diversi spazi dotati di attrezzature multimediali, un auditorium che può ospitare fino a 300 persone, sale per conferenze, biblioteche, uffici e spazi di accoglienza comuni. Il complesso è attualmente utilizzato come location per convegni, congressi e manifestazioni ed, in parte, come sede di progetti di ricerca; la sua conformazione consente un utilizzo modulare a seconda dei differenti eventi che vengono ospitati.
Nel 1867 il convento fu acquistato da benefattori privati che ne fecero colonia marina e, fino al 1982, la struttura conservò questa destinazione. La “Colonia Tagliaferro” apparteneva ai Comuni di Biella e Casale, solo recentemente il Comune di Sestri Levante ha rilevato l’edificio.

Sestri Levante
Sestri Levante

Con uno scenario simile non poteva che rivelarsi un successo l’evento Mare&Mosto che, al suo debutto, ha visto la partecipazione ai vari momenti della manifestazione, che si sono succeduti nei giorni del 17 e 18 maggio, di numerosi produttori, sommeliers, appassionati e semplici curiosi.

Mare&Mosto
Mare&Mosto

L’evento nasce dalla collaborazione tra il Comune di Sestri, l’Associazione Italiana Sommelier e il Consorzio Turistico Sestrilevantein. Il Sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio, Il Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Alex Molinari e il Presidente del Consorzio SestriLevanteIn Lara Gianelli, sono intervenuti nella tavola rotonda di apertura della manifestazione il 17 maggio alle 10.00 per accogliere e dare il benvenuto ai partecipanti, e per sottolineare come Sestri Levante, proprio per la forte sinergia tra l’amministrazione, il Consorzio, AIS Liguria e gli operatori locali, sia il luogo ideale per ospitare un evento come Mare&Mosto.

DSC_7160 (640x427)
Presidente dell’AIS Alex Molinari

Mare&Mosto a Sestri Levante, la prima edizione

Durante questa prima edizione di Mare&Mosto il Consorzio di Tutela del Trento DOC è stato un’ospite speciale, conosciuto per essere un grande produttore di spumanti che ad oggi si pone ai vertici mondiali del settore, dando lustro al made in Italy.

DSC_7144 (640x427)
La Location

I produttori sono stati i veri protagonisti di questi due giorni, con vari momenti a loro dedicati, in particolare durante il dibattito sulle “nuove normative: punti di forza e criticità!” Presenziato da Oreste Gerini, Direttore Generale della Prevenzione e del Contrasto alle Frodi Agroalimentari, dipartimento ICQRF, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il Dott. Oreste Gerini ha illustrato come, l’introduzione di nuovi strumenti informatici al servizio dei produttori porterà, dopo un primo periodo di rodaggio, a snellire molte procedure e a coadiuvare gli imprenditori nell’attività di gestione della loro azienda. Ciò porterà, inoltre a facilitare le procedure di controllo da parte degli enti preposti, garantendo maggiormente la qualità del prodotto e arginando comportamenti che possono compromettere la buona reputazione di chi lavora con serietà.

DSC_7169 (640x427)
Dott. Oreste Gerini

Il giorno successivo invece si è tenuto un momento di approfondimento sui finanziamenti pubblici approvati -PSR 2014-20120 – a cura del Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, che ha visto partecipare e intervenire produttori con domande e richiesta di esempi pratici, su come poter essere supportati nella propria attività di tutti i giorni, attraverso l’aiuto dell’istituto bancario che, a tale scopo, ha studiato prodotti finanziari appositamente per questo tipo di aziende avvalendosi della consulenza di chi lavora nel mondo agricolo e delle associazioni degli imprenditori agricoli.

DSC_7483 (640x427)
Approfondimento sui Finanziamenti Pubblici

Il 18 maggio si è svolta la finale pubblica del Concorso Miglior Sommelier Professionista di Liguria che ha visto contendersi il titolo 3 giovani sommelier tecnicamente molto preparati e capaci di spaziare, durante la loro esposizione, dall’individuazione del vino assaggiato con specificazione del prezzo di vendita, ai consigli di abbinamento con i cibi passando per la capacità di servire gli ospiti con gesti sicuri e molta professionalità. Tutti i partecipanti si sono dimostrati molto professionali e capaci di coinvolgere ed interessare un pubblico composto da professionisti del settore, ma anche da semplici appassionati. Al termine delle prove è stato Saverio Quatrone, dipendente dell’Hotel dei Castelli di Sestri Levante, ad aggiudicarsi il titolo di “miglior sommelier della Liguria 2015”.

Concorso Miglior Sommelier Professionista di Liguria
Concorso Miglior Sommelier Professionista di Liguria

Mare&Mosto ha comunque dedicato attenzioni particolari ad ogni tipologia di pubblico: all’interno del giardino del Convento dell’Annunziata è stata allestita un’area dedicata al food, con la presenza di prodotti della tradizione locale e regionale, dove è stato possibile assaporare le varie specialità.

Degustazioni
Degustazioni

Quello che ci ha maggiormente colpito dell’evento è stata la capacità e la naturalezza con la quale ha accolto un pubblico eterogeneo che va dal produttore al buyer, dall’appassionato all’intenditore. La coreografia dell’evento, con il Convento e i suoi terrazzi con la vista splendida, ha visto il viticoltore far assaggiare e illustrare il proprio prodotto con gli occhi di chi, in quello che fa, ci mette il cuore.

Prodotti Tipici
Prodotti Tipici

Durante in nostro breve soggiorno a Sestri Levante, abbiamo soggiornato presso l’hotel Vis à Vis, che si è rivelato il luogo ideale per godere la vista sulla baia del Silenzio e sul golfo del Tigullio; l’hotel, situato su una collina che si affaccia direttamente sul mare, si contraddistingue per l’eleganza e l’attenzione per i piccoli particolari.

Arrivati nel centro di Sestri Levante, si lascia l’auto nel parcheggio privato e, con un ascensore scavato nella roccia, si raggiunge la sommità della collina, dove è ubicata la struttura.

Ingresso dell'Hotel Vis à Vis
Ingresso dell’Hotel Vis à Vis

L’hotel è costruito su più piani e, sia lo stile dell’arredamento, sia l’uso dei nomi ispirati alle navi da crociera utilizzati per individuare le varie aree ( Ponte Zeus, Ponte Tritone ecc.), ci immergono subito in un clima marino.

Alla reception, si viene accolti con un sorriso, il servizio è impeccabile e, dall’ arrivo fino alla partenza, il personale si è dimostrato sempre a completa disposizione per ogni esigenza.

La struttura dispone di 46 camere tra le quali ognuno può trovare quella più adatta: c’è chi non rinuncia alla vista mare, chi desidera un terrazzino con i lettini per riposarsi , chi desidera un piccolo giardino privato. Tutte sono comunque arredate con gusto e sono dotate di tutti i comfort per far sì che gli ospiti si sentano coccolati al meglio.

Dovunque si volga lo sguardo, durante il soggiorno al Vis a Vis, si scoprono terrazzini, aree relax e angoli dove sorseggiare qualcosa di fresco mentre lo sguardo gode della vista mozzafiato.

Ponte Zeus
Ponte Zeus

Ad esempio il Bar PONTE ZEUS con la sua meravigliosa terrazza, è il posto ideale da dove poter ammirare lo stupendo scenario delle due Baie di Sestri Levante, magari al tramonto, sorseggiando un aperitivo.

Nulla però è stato più piacevole, durante la nostra permanenza, come la ricca colazione a buffet composta da cibi freschi di giornata, brioches calde, cibi per gli ospiti con intolleranze o per chi preferisce pietanze salate, gustata mentre, dalla ampia vetrata del ristorante OLIMPO, si assapora lo spettacolo delle baie illuminate dalla luce del mattino con un sottofondo musicale che fa da colonna sonora a questo momento di relax assoluto.

La PISCINA all’aperto è dotata di vasca idromassaggio e la sua posizione strategica, tra gli ulivi, permette di godere anche di spazi all’ombra; inoltre è possibile rilassarsi a bordo vasca mentre i bambini giocano dello spazio a loro dedicato accanto alla piscina, o mentre il personale dell’albergo si dedica al loro intrattenimento.

La Piscina
La Piscina

Per chi non vuole assolutamente rinunciare al mare, l’Hotel Vis a Vis propone due soluzioni con spiaggie attrezzate in convenzione: una a pochi passi sulla Baia delle Favole e un’altra a 2 km, con servizio navetta gratuito, in zona Cavi Borgo , che offre anche servizio di Ristorante.

www.hotelvisavis.com

www.sestri-levante.net

Check Also

Danilo Petrucci: dalla MotoGP alla Dakar. Una nuova carriera?

Da Rookie a protagonista, prima in lotta nella Top Ten, poi storica vittoria di tappa. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.