Home / Viaggi in moto / Reportage / Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

Nel Canton Ticino in moto, per scoprire belle strade, suggestivi panorami, buona cucina…e una cosa segretissima

testo Amedeo Roma

foto Claudio Falanga 

Passare dalla frontiera di Chiasso per accedere in Svizzera è la cosa più semplice e naturale di questo mondo. Lo scenario non cambia in pochi chilometri, oltretutto anche al di qua, in Italia per intenderci, lo scenario è bello, ben curato e decisamente simile a quello di questa parte della Svizzera.

 

Non troppo dissimile dai luoghi della Lombardia, il Canton Ticino in moto offre scorci di familiare architettura
Non troppo dissimile dai luoghi della Lombardia, il Canton Ticino in moto offre scorci di familiare architettura

Prendiamo la statale del Gottardo e dopo pochi chilometri siamo nei pressi del lago di Lugano. I chilometri passano leggeri, non si sente la fretta di arrivare a destinazione, semplicemente si incomincia ad assaporare il cammino attraverso una terra ordinata e piacevole.

Canton Ticino in moto: Traffico? No grazie! Regole da rispettare? Assolutamente si!

Sono numerosi gli autovelox che incrociamo, e vanno rispettati, perché difficilmente si può sfuggire a un’infrazione. Un breve passaggio attraverso Lugano dove riusciamo comunque ad apprezzare la tranquillità del lago e la cura dei giardini fioriti che lo attorniano.

IMG_0471

Ci lasciamo alle spalle la ricca cittadina, pochi chilometri più avanti ci fermiamo ai piedi della cabinovia del Monte Tamaro, diventato il centro di numerose attività destinate alle famiglie.

DCIM100DRIFT
Vicino la cabinovia di Monte Tamaro c’è anche un acqua park

Oltre alla cabinovia, c’è un centro sportivo con piscine e vari tipi di scivoli adatti a far divertire i piccoli e probabilmente anche i più grandi. Biglietto e via, si sale con la cabinovia, arrivando a quota 1530 m s.l.m. raggiungendo l’Alpe Foppa; in realtà vi è anche una fermata intermedia dove si trova il Parco Avventura (da poco è stata installata una nuova attrazione Tamaro Jumping, con un salto di ben 15 metri). Arrivati in cima, non ci facciamo mancare il classico caffè espresso di rito per i motociclisti. I questa parte di Svizzera, con tradizione italiana, lo troveremo molte volte veramente buono.

 

IMG_0515

IMG_0481
Un laghetto alpino in cima alla funivia
IMG_0483
La vetta di Monte Tamaro
IMG_0484
L’incredibile panorama delle alpi italo-svizzere
IMG_0495
Il campanile della chiesa Santa Maria degli Angeli

IMG_0475 IMG_0510

Lo sorseggiamo accompagnati da un panorama da cartolina. Qualche metro più avanti si trova “la muraglia”, una costruzione in pietra sopraelevata da dove si possono ammirare le due vallate che si aprono di fronte a noi, dove scorgiamo da un lato Bellinzona e dall’altro Locarno. All’interno delle mura vi è la chiesetta Santa Maria degli Angeli progettata dall’architetto Mario Botta.

Telecabina Monte Tamaro 6802 Rivera Tel. +41 (0)91 946 23 03 | www.montetamaro.ch

 

Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . On The Road.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . On The Road.

Si ritorna in sella e riprendiamo il nostro viaggio nel Canton Ticino in moto, questa volta solo per 15 km, per raggiungere la bellissima Bellinzona. La piccola cittadina, capitale del cantone è una vera delizia di bellezze, con i suoi tre castelli e le sue mura di epoca medievale, realizzate con lo scopo di sbarrare l’accesso della valle del Ticino alle popolazioni del Nord e mantenere il controllo dei pedaggi verso la via del S.Gottardo.

IMG_0517
Castelgrande a Bellinzona
IMG_0524
I castelli di Montebello e Sasso Corbaro
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007. Il centro storico di Bellinzona.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007. Il centro storico di Bellinzona
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

IMG_0521 IMG_0529

Oggi i tre castelli (riconosciuti dall’ UNESCO come patrimoniodell’umanità), Castelgrande, Montebello e Sasso Corbaro, appaiono perfettamente restaurati, sede anche di attività commerciali come quello di Castelgrande, dove vi è stato realizzato anche un ristorante Grotto Castelgrande. Il locale è praticamente parte integrante del castello, ci si accede tramite l’ascensore che si prende alla base della collina e che porta direttamente all’interno del complesso. Ottimo il cibo, ben realizzato mettendo in risalto la qualità del prodotto, fantastica la veduta dalla veranda dove si ammirano gli altri due castelli di Montebello e Sasso Corbaro. Non mancano, ovviamente, spazi espositivi e il museo dove all’interno sono riassunti 6500 anni della presenza umana, dal primo villaggio neolitico fino al XX secolo.

Grotto Castelgrande Salita al Castello | 6500 Bellinzona Tel. +41 (0)91 814 87 81 | www.ristorantecastelgrande.ch

Info su Bellinizona: http://www.bellinzonaturismo.ch/it/castelli/castelgrande.aspx

Si riparte, direzione del Passo del San Gottardo, lungo la strada cantonale in direzione Airolo. I chilometri passano senza neanche accorgersene, non si ha né voglia né necessità di aumentare l’andatura rispetto ai limiti imposti; questo anche in virtù del voler assaporare un panorama “leggero” e colorato di verde che copre quasi interamente le pareti delle montagne. Veniamo sempre accompagnati sulla nostra destra dalla ferrovia, e più volte incrociamo i convogli per lo più per il trasporto delle merci; incredibilmente non veniamo mai disturbati sia dai binari sia dai treni in transito, i primi sono poco invasivi sul panorama circostante, i secondi fanno poco rumore.

IMG_0539

Lungo il tragitto facciamo meta al Dazio Grande, una costruzione risalente alla metà del Cinquecento, situata a Rodi-Fiesso, dove ha inizio la gola del Piottino. Nel passato questo edificio è stato strategico e per ben tre secoli ha avuto la funzione di dogana, oltre a essere un importante punto di ristoro e sosta per i cavalli. Nel 1989 è diventata la sede della Fondazione Dazio Grande, con lo scopo di recuperare la struttura abbandonata negli anni; la ristrutturazione dell’edificio è stata lunga e meticolosa, cercando di recuperare quelli che erano le caratteristiche e i materiali originari.

Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . L'interno del Dazio Grande.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . L’interno del Dazio Grande.
Il Dazio Grande è curato da una fondazione che l'ha ottimamente restaurato e che offre ristorazione e ospitalità.
Il Dazio Grande è curato da una fondazione che l’ha ottimamente restaurato e che offre ristorazione e ospitalità.
Il piccolo museo all'interno del Dazio Grande
Il piccolo museo all’interno del Dazio Grande

Oggi è anche sede della Locanda, dove è possibile sia mangiare sia dormire; inoltre è stato ricavato un museo della «Via delle Genti», realizzato nell’antica scuderia, che racconta la storia e lo sviluppo attraverso il San Gottardo.

Dazio Grande 6772 Rodi Fiesso Tel. +41 (0)91 874 60 66 | www.daziogrande.ch

Pochi chilometri dopo si trova il Caseificio Dimostrativo del Gottardo. Ad attenderci c’è una fantastica degustazione dei formaggi prodotti sul posto. Si potrebbe definire un caseificio a “cielo aperto”, visto che l’intero ciclo produttivo è visibile dalla sala ristorazione sovrastante la parte produttiva.

I macchinari del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
I macchinari del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
Alcuni dei prodotti del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
Alcuni dei prodotti del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
I nostri giornalisti si sono dovuti sacrificare e assaggiare tutte le qualità di formaggi (accompagnati da del pregevole vino) del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
I nostri giornalisti si sono dovuti sacrificare e assaggiare tutte le qualità di formaggi (accompagnati da del pregevole vino) del Caseificio Dimostrativo del Gottardo
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

I formaggi sono prodotti esclusivamente con latte proveniente dalla stessa zona e la produzione è concentrata su diversi tipi di formaggio, tra cui il Gottardo e il Tremola, oltre alla produzione di panna , burro, yoghurt e gelati. Tutti questi prodotti possono essere acquistati o assaggiati direttamente presso il ristorante, che ovviamente realizza molte portate mettendo proprio al centro dell’attenzione la produzione dei formaggi locali. In fine, non manca neanche un museo realizzato con oggetti e fotografie legati alle attività correlate all’arte casearia del passato. Non dimenticare di prendere in chiusura un caffè espresso, perché qui ne fanno uno che non ha nulla da invidiare ai migliori offerti a Napoli.

Caseificio del Gottardo 6780 Airolo Tel. +41 (0)91 869 11 80 | www.cdga.ch

Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 .  Pochi chilometri al Passo del San Gottardo.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . Pochi chilometri al Passo del San Gottardo.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

Nuovamente in sella per l’ultimo tratto del nostro reportage “ Canton Ticino in moto “, lungo la strada cantonale fino all’ospizio del Passo del San Gottardo. Sono solo 14 i km che percorriamo, “solo” perché la strada è così bella che vorremmo che il nostro albergo fosse un po’ più distante, tanto è piacevole sia lo scenario sia la strada che scorre senza incertezze sotto le nostre ruote; la vecchia strada cantonale che portava al passo è stata completamente riasfaltata, ma in alcuni punti sono stati lasciati sapientemente tratti di strada-storia originari.

L'antica e spettacolare Strada del Gottardo
L’antica e spettacolare Strada del Gottardo

Arrivati al San Gottardo non possiamo per prima cosa che fermare i motori delle nostre compagne di viaggio, soffermarci vicino al piccolo laghetto, e tolto il casco sentire il “suono” del vento che spinge veloci le nuvole che ci superano appena sopra le nostre teste e che increspano le acque del lago.

IMG_0600

Siamo arrivati alla meta, presso l’albergo S. Gottardo, un posto decisamente adatto ai motociclisti, semplice, pulito e dove si mangiano prodotti tipici e gustosi. Siamo a pochi chilometri dal caseificio, ma qui la tradizione culinaria è completamente cambiata e i piatti sono in prevalenza di cultura dei cantoni di lingua tedesca.

IMG_0592

IMG_0663

Albergo San Gottardo Tel. +41 91 869 12 35
Fax +41 91 869 18 11

info@passosangottardo.ch  http://www.passosangottardo.ch/alloggi/albergo.html

Canton Ticino in moto – La scoperta da 007

La mattina successiva scopriamo una cosa nota per ora a pochi: la fortificazione storica “Sasso da Pigna”. Si tratta di un sito militare sotterraneo, rimasto in attività dal 1943 al 1999 e segretissimo fino al 2001 (solo ad avvicinarsi si rischiava l’arresto).

IMG_0601

Incredibile per la sua estensione all’interno della della montagna: chilometri di cunicoli scavati nella roccia. Questa “città nascosta”, venne realizzata in concomitanza della presa del potere di Mussolini in Italia, con il timore di una possibile invasione. Il territorio del Canton Ticino, di lingua e cultura italiana, era un possibile obiettivo per l’espansionismo territoriale italiano e la difficoltà di proteggere da attacchi di fanteria una frontiera così ampia fra i due Paesi, fece ideare un sistema difensivo basato su cannoni di lunga gittata.

All'interno del Sasso da Pigna ci sono chilometri di gallerie scavate nella roccia
All’interno del Sasso da Pigna ci sono chilometri di gallerie scavate nella roccia

Così furono costruiti questa serie di cunicoli scavati nella montagna che sfociavano su due potentissime bocche da fuoco, capaci di arrivare a diverse decine di chilometri di distanza con potenti ogive.

Questo luogo è ora diventato un incredibile museo con una fitta rete di cunicoli a più piani, dove sono ancora presenti tutte le attrezzature e i luoghi di vita dei militari barricati nella fortezza. Le camere con i letti a castello delle truppe sono ancora li, talmente ben conservate che sembra quasi di sentire il rumore degli anfibi dei militari venire dai lunghi corridoi che collegavano ai cannoni nascosti nella roccia. Non mancano filmati che raccontano tratti di storia militare collegati proprio al Sasso da Pigna (anche in italiano), oltre a filmati che fanno vedere l’attività delle truppe nell’esercizio della messa in funzione dei cannoni.

Le camerate dove alloggiavano i soldati.
Le camerate dove alloggiavano i soldati.
I potenti cannoni avevano una gittata di quasi un centinaio di chilometri e potevano quindi arrivare in territorio italiano
I potenti cannoni avevano una gittata di quasi un centinaio di chilometri e potevano quindi arrivare in territorio italiano
Una delle due bocche da fuoco di Sasso da Pigna
Una delle due bocche da fuoco di Sasso da Pigna
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

Ora questo luogo resta a testimonianza di un periodo infausto della storia europea, dalle grandi guerre alla guerra fredda. Le ottime e fraterne relazioni fra la Confederazione Elvetica e l’Italia fanno di questo sito e della strada del Gottardo siano solo luoghi di turismo. E il turismo è sempre il miglior ambasciatore di pace.

Museo Sasso Gottardo http://www.sasso-sangottardo.ch/it/

 

IMG_0561
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . Sulla strada del ritorno.
IMG_0563
Numerosi i motociclisti che si incontrano lungo il tragitto
IMG_0574
Le indimenticabili curve sul passo
DCIM100DRIFT
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007 . Le belle e ben asfaltate strade.
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007
Canton Ticino in moto – con una scoperta da 007

 

 

 

Si ringrazia vivamente per il supporto e la gentilezza:

 

Francesca Rovati di Svizzera Turismo

 

Catherina Sitar Ufficio Stampa Ticino Turismo

 

Fabrizio Barudoni Direttore dell’ente turistico Leventina Turismo

 

Irma Fabbris del Caseificio Dimostrativo del Gottardo

 

Grotto Castelgrande Salita al Castello | 6500 Bellinzona Tel. +41 (0)91 814 87 81 | www.ristorantecastelgrande.ch

 

Telecabina Monte Tamaro 6802 Rivera Tel. +41 (0)91 946 23 03 | www.montetamaro.ch

 

Dazio Grande 6772 Rodi Fiesso Tel. +41 (0)91 874 60 66 | www.daziogrande.ch

 

Caseificio del Gottardo 6780 Airolo Tel. +41 (0)91 869 11 80 | www.cdga.ch

 

Albergo San Gottardo Ospizio San Gottardo

6781 San Gottardo Tel. +41 (0)91 869 12 35

info@passosangottardo.ch

www.passosangottardo.ch

 

Museo Sasso Gottardo http://www.sasso-sangottardo.ch/it/IMG_0578

Check Also

Tipicità in Blu, 4 giorni ad Ancona per parlare di blu economy

Tipicità in Blu è una tappa del Gran Tour delle Marche, progetto di turismo esperienziale in 28 tappe. Ad Ancona dura 4 giorni, e racconta di blue economy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *