Home / Moto / Prova BMW F 800GS
F 800GS

Prova BMW F 800GS

Snella, agile, facile da guidare: una piccola moto che sogna le grandi mete. Nonostante non abbia né la mole, né le pretese della sorella maggiore 1200, la BMW F 800GS possiede tutte le caratteristiche e il fascino delle tourer della casa tedesca

Snella e agile, ben si adatta a passare dal traffico cittadino alle lunghe percorrenze, dove pur non offrendo il comfort della versione con motore boxer, si comporta onestamente, regalando però consumi più modesti.

In questa nuova versione è stato maggiorato il parabrezza per proteggere meglio dalla pressione dell’aria, i paramani sono più piccoli ma con un taglio maggiormente protettivo.

Cambia la sella, ora più alta ma più confortevole per i lunghi viaggi, distante 850 mm nella versione base, ma come optional c’è anche una versione ribassata a 820 mm, ottimale per i più bassi di statura e per la media dell’utenza femminile.

 

F 800GS
F 800GS

Le nuove leve freno e frizioni ora sono regolabili, mentre i blocchetti elettrici che ospitano i comandi sono ordinati e robusti. Il cruscotto prevede un doppio quadrante analogico tachimetro e contagiri, affiancati da un display LCD che mostra diverse informazione utili alla guida selezionabili tramite il tasto info posizionato sul blocchetto sinistro.

Il propulsore della BMW F 800GS è un bicilindrico parallelo da 798 cc, con quattro valvole per cilindro e raffreddamento a liquido in grado di erogare 85 CV (63 KW) a 7.500 g/min e ben 83 Nm a 5.750 g/min.

Collegato all’albero motore, c’è una bielletta ausiliaria, in grado di smorzare le vibrazioni e quindi migliorare il confort di marcia. L’alimentazione del carburante avviene tramite un singolo iniettore per cilindro e con doppio corpo farfallato da 46 mm, gestita dalla centralina posizionata nel finto serbatoio del carburante. Infine il cambio è a sei rapporti, con le prime due marcie corte più adatte all’off-road.

Il telaio della F 800GS è una struttura portante in traliccio con travi di acciaio di sezione tonda ad alta resistenza che sfrutta il motore come elemento portante; la sezione posteriore che sorregge il codino è realizzata sempre in tubi di acciaio ma di sezione quadra. La sospensione anteriore prevede una forcella telescopica upside-down da 42 mm, l’escursione è di 230 mm, mentre al posteriore c’è un mono-ammortizzatore regolabile sia nel precarico sia nel freno in estensione, con un’escursione di 215 mm. L’impianto frenante è composto di un doppio disco da 300 mm con pinze flottanti a doppio pistoncino sull’anteriore, mentre al posteriore un singolo disco da 215 mm con pinza flottante a singolo pistoncino. Non manca di serie ABS, che unito dell’ESA e dell’ASC (optional) garantiscono comfort e sicurezza da vera tourer.

Particolarmente ordinato l’impianto elettrico, basato su il sistema CAN-bus Single Wire System, permette di ridurre il cablaggio elettrico e di collegare in rete le centraline.

Come optional, sono disponibili l’ASC (Automatic Stability Control) e l’ESA (Electronic Suspension Adjustment). Il primo dispositivo si occupa di evitare lo slittamento della ruota posteriore in fase di accelerazione, sfruttando proprio i sensori dell’ABS posizionati sulle ruote, diminuisce la coppia del motore in caso di perdita di aderenza dello pneumatico posteriore, il sistema è comunque disinseribile dal pilota durante la guida in furistrada. Il sistema ESA, permette di selezionare il settaggio delle sospensioni su tre livelli diversi: confort, normal e sport.

In sella con il tester

La versione a nostra disposizione aveva la sella alta e abbiamo inoltre provveduto a montare un set di borse MyTech, per aumentare la possibilità di carico.

Saliti in sella, si apprezza fin da subito la posizione di guida, comoda con una perfetta postura, il busto è eretto e non carica i polsi del peso del pilota, il manubrio è largo e l’impugnatura è vicina al busto, insomma regalando una piacevole sensazione di massimo controllo.

In città, senza ovviamente le borse laterali, ma solo con il già capiente bauletto, la F800GS è una buona compagna per recarsi a lavoro o per fare commissioni. Sicuramente con la sella più bassa diverrebbe ancor più agile, ma già in questa configurazione non si spaventa davanti alle code, insinuandosi con sicurezza negli angusti anfratti fra auto e auto.

F 800GS
F 800GS

Certo, la città non è terreno ideale per nessuna moto, ma un motore pronto e una ciclistica agile, sono di gran conforto. Molto meglio nel misto dove la BMW GS 800 sfodera tutte le sue carte, arrivando, nel misto strettissimo, a pieghe considerevoli, percorrenze fulminee e buone uscite in accelerazione. L’impianto frenante è modulabile senza essere eccessivamente troppo aggressivo nella prima “pinzata”, riesce comunque a tenere a bada a quelle che sono le prestazioni offerte dal bicilindrico di casa BMW; in caso di bisogno c’è sempre comunque l’ABS, mai troppo invasivo. La GS 800 si presta anche all’utilizzo off-road, dove sfodera le medesime qualità riscontrate sull’asfalto.

F 800GS
F 800GS

La posizione da assumere nei percorsi sterrati è nella posizione eretta, dove si apprezzano il manubrio alto e l’ampia superficie di appoggio delle pedane, il buon bilanciamento del peso fa si che si senta poco il peso della moto (214 kg in ordine di marcia). Il propulsore risponde docile in fase di accelerazione, mai troppo “arrogante” nel salire di giri in fase di accelerazione. Per i piloti già più esperti sarà d’obbligo il disinserimento dell’ABS, per far scodare la moto in fase di frenata, facile e divertente per gli amanti delle ruote tassellate.

In autostrada il bagaglio forse esagerato con cui ci siamo mossi, rendeva l’avantreno un pochino leggero. Nulla di preoccupante, ma ben altra cosa rispetto la granitica stabilità della GS 1200. Senza borse e bauletto le cose migliorano, si hanno meno oscillazioni e la moto pare più stabile anche in presenza di vento.

La F 800GS è offerta in tre differenti colorazioni Kalamata metallic, Alpine White 3 e Cordoba Blue, mentre il prezzo di partenza è di 11.450 euro, ma visto il ricchissimo catalogo degli accessori e decisamente facile salire di prezzo.

[alert type=alert-blue ]
 SCHEDA TECNICA BMW F 800 GS
Motore
Tipo bicilindrico, 4 tempi, raffreddato a liquido, 4 valvole per cilindro regolate tramite bilancieri a dito, 2 alberi a camme in testa, lubrificazione a carter secco
Alesaggio x corsa 82 mm x 75.6 mm
Cilindrata 798 cc
Potenza massima 63 kW (85 CV) a 7,500 giri/min
Coppia massima 83 Nm a 5,750 giri/min
Rapporto di compressione 12 +/- 0,3 : 1
Alimentazione / gestione motore BMS KP / con regolazione variabile
Catalizzatore catalizzatore a 3 vie, normativa sui gas di scarico Euro-3
Prestazioni / Consumo
Velocità massima oltre200 km/h
Consumo in l/100 a 90 km/h 3.8 l /100
Consumo in l/100 a 120 km/h 5.2 l/100
Tipo carburante benzina senza piombo a 95 ottani min.
Impianto elettrico
Alternatore alternatore a magnete permanente, a 400 W (potenza massima)
Batteria 12 V / 14 Ah
Trasmissione
Frizione dischi multipli in bagno d’olio ad azionamento meccanico
Cambio sei marce ad innesti frontali integrate nel basamento del motore
Trasmissione secondaria catena con parastrappi nel mozzo ruota posteriore
Ciclistica / freni
Telaio traliccio
Sospensione anteriore forcella USD, Ø 45 mm
Sospensione posteriore forcellone a doppio braccio in lega di alluminio, ammortizzatore WAD a smorzamento progressivo, precarico a molla regolabile tramite manopola ad azionamento idraulico, sospensione regolabile ine stensione
Escursione complessiva / ruota 230 mm / 215 mm
Passo (in assetto normale) 1,578 mm
Avancorsa (in assetto normale) 117 mm
Inclinazione (in assetto normale) 63,8°
Ruote a raggi
Dimensioni cerchio anteriore 2.15 x 21 MTH2
Dimensioni cerchio posteriore 4.25 x 17 MTH2
Pneumatico anteriore 90/90 – 21
Pneumatico posteriore 150/70 – 17
Freno anteriore doppio disco (Ø 300 mm), pinza flottante a doppio pistoncino, ABS
Freno posteriore disco singolo (Ø 265 mm), pinza flottante a pistoncino singolo, ABS
ABS Di serie
Dimensioni / Pesi
Lunghezza 2,320 mm
Larghezza (compresi specchi) 945 mm
Altezza (senza specchi) 1350 mm
Altezza sella con peso a vuoto 850 mm (sella alta: 880 mm, assetto ribassato: 820 mm)
Arco del cavallo, con peso a vuoto 1880 mm (sella alta: 1930 mm)
Peso in ordine di Marcia con peso di benzina 1) 214 kg
Peso a secco 2) 191 kg
Peso totale ammesso 444 kg
Carico utile (con equipaggiamento di serie) 230 kg
Capacità utile del serbatoio 16 l

 

[/alert]

 

 

 

 

 

Check Also

Suzuki V-STROM 1050 XT

Suzuki V-Strom 1050 XT: il nostro test

Siamo andati a dondolarci tra le colline senesi per provare la nuova Suzuki V-Strom 1050 XT. Forse non sarà la moto totale, ma ci si avvicina molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.