Prime reazioni alla nuova normativa UE sulle assicurazioni

Pagare per veicoli fermi in aree private, potrebbe dare un colpo mortale al settore moto. Ma ci sono già le prime reazioni, tra cui una petizione.

Ha destato scalpore e indignazione la nuova normativa dell’Unione Europea sull’obbligo di assicurazione anche per veicoli fermi e custoditi in aree private, di cui vi abbiamo già parlato. Il comparto motociclistico sarebbe il più penalizzato, perché molte persone utilizzano la moto per un periodo limitato dell’anno e, soprattutto, perché molti hanno più mezzi (spesso solo di valore affettivo), che vengono raramente fatti circolare.

La Federazione Motociclistica Italiana ha già diramato un comunicato dove ribadisce il suo impegno per aprire colloqui con le Istituzioni Nazionali, perché sia garantita la sospensione delle polizze per i periodi di inutilizzo.

Un’altra lodevole iniziativa riguarda una petizione proposta sulla piattaforma di Change.org dal titolo “Stop alla proposta UE per l’abolizione della sospensione RC Auto”. In poche ore ha raggiunto già migliaia di adesioni.

Noi di Moto On The Road vi invitiamo ad aderire a questo appello diretto alla Commissione Europea.

È ipotizzabile che già al Salone della Moto di Milano sapremo qualcosa.

Check Also

EICMA 2021, torna lo storico evento delle due ruote

A Fiera Milano Rho apre EICMA 2021, il salone delle due ruote più importante al mondo, aperto al pubblico da giovedì 25 a domenica 28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.