Moto On The Road | viaggi in moto, avventure in moto, turismo in moto

Batterie per automobili a motore endotermico, cosa sapere

L’ABC, per conoscere uno dei dispositivi più importanti sulle autovetture a motore endotermico: le batterie

Un tempo le autovetture si avviavano con la manovella e l’energia veniva fornita con un’azione muscolare. Poi arrivarono le batterie e tutto fu più comodo. Sulle moderne auto con motori endotermici, le batterie non svolgono solo la funzione di avviamento, poiché sono molti i dispositivi che devono funzionare anche a motore spento. Nelle autovetture di ultima generazione come quelle dotate di dispositivi start and stop, queste richiedono spesso una fornitura di energia di avviamento, mentre molte parti elettriche devono continuare a funzionare: climatizzazione, luci, connettività e musica.

Quali tipi esistono

Gli accumulatori di energia elettrica per autoveicoli endotermici sono i seguenti: batterie al piombo, batterie AGM, batterie al Gel.

Le batterie al piombo (più propriamente al piombo acido) sono state per lungo tempo le più diffuse per il costo basso di produzione. Impostate con una configurazione standard di 6 celle disposte in serie, ognuna delle quali capaci di fornire tra i 2,05 e i 2,15V forniscono l’energia di esercizio di 12V alla temperatura di riferimento di 25°C.

Le batterie AGM (Absorbent Glass Mat) sono accumulatori al piombo nei quali l’elettrolita è inserito dentro una matrice di fibre di vetro. Queste batterie sono sigillate e offrono elevate correnti di spunto nell’avviamento dei motori.

I vantaggi sono la maggiore resistenza, anche alle variazioni di temperatura e la possibilità di essere montate in qualunque posizione. Non ultimo pregio non necessitano di manutenzione.

Molto simili per costruzione alle batterie al piombo con acido libero le batterie al gel hanno però l’elettrolita contenuto in un composto gelatinoso a base di acido silicico. Anche le batterie al gel sono sigillate e non necessitano di manutenzione, ma sono meno adatte su autovetture con start e stop, a causa del minor spunto, anche se hanno una migliore performance alle temperature elevate.

Tra i tre tipi di batterie le AGM hanno la capacità di resiste al triplo dei cicli di carica delle batterie al piombo, come la batteria Varta Silver Dynamic 12V che sviluppa 60Ah (capacità di carica) e 680A (corrente di spunto). L’ultimo dato indica il test di prova a freddo a -18°C e la capacità di avviamento alle basse temperature.

Quanto durano, come si riavviano, come si cambiano

In una situazione ottimale, con alternatore in perfetto funzionamento, una batteria dura tra i 4 e i 6 anni. Ci sono alcuni segnali che però possono essere sintomo di un calo di potenza, come l’abbassamento dell’efficienza delle luci, difficoltà nell’avviamento e altre inefficienze elettriche.

Nel caso che l’abbassamento di carica della batteria sia dovuto a qualche dispositivo lasciato acceso o a un inutilizzo del veicolo per un periodo lungo, si può provare a ricaricare la batteria. Ci sono carica batterie idonei a questa funzione, nel caso si sia rimasti fermi si può avviare il motore a spinta (facendo attenzione di essere in una condizione di sicurezza) o con dei cavi collegati alla batteria di un’altra autovettura.  Se la batteria sarà ancora efficiente, l’alternatore potrà riportare al livello di esercizio la batteria utilizzando l’autovettura consecutivamente per qualche ora.

Su buona parte delle autovetture è possibile cambiare da sé la batteria, purché si disponga dell’attrezzatura (chiavi delle misure adatte). Bisogna ovviamente fare attenzione alle polarità e magari provvedere a pulire i contatti elettrici, accertandosi che i cavi siano ben stretti. Una perfetta esecuzione richiederebbe il controllo con un tester della carica batteria.

La scelta della batteria si deve attenere a quanto disposto dal libretto di uso e manutenzione e rispettare le misure dell’alloggiamento.

Diversi fornitori, tramite i loro siti internet, hanno la possibilità di indicare, in base al tipo di autovettura, le batterie idonee. Sono molte le aziende che producono batterie, fra queste Varta, Vdo, Vemo, ,Voltmaster, Yuasa, Maxgear, Tab, Era, Exide, Bosh, Centra, Cartecnich, Energizer, Mapco, Ms, Jp-Group.

 

 

 

Exit mobile version