Home / Viaggi in moto / Reportage / Parco dell’Oglio Nord, storia e sapori lungo il fiume
IMG_2751

Parco dell’Oglio Nord, storia e sapori lungo il fiume

Nel territorio che fu la linea di confine tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia, il Parco dell’Oglio Nord, offre molto sorprese al mototurista attento

La Lombardia da qualche tempo sta scoprendo la sua vocazione turistica. Ricordiamo che negli anni ’60 e ’70, nessuno si sarebbe mai immaginato che Milano potesse diventare una delle città italiane più visitate per turismo. Milano e l’intera Lombardia erano il simbolo di un’Italia produttiva: fumo di camini e nebbia, cibo mangiato velocemente e fretta in ogni cosa. Invece, lentamente dagli anni ’80 in poi, sia Milano che l’intera regione hanno pian piano riscoperto le bellezze di un territorio dove mancherebbe solo il mare per essere completo: pianura e colline, montagne maestose, fiumi e laghi. Pe questo motivo vogliamo parlarvi del Parco dell’Oglio Nord, area protetta di una Lombardia meno celebre, ma non per questo meno interessante.

IMG_2723
Il Parco dell’Oglio Nord lambisce il Lago d’Iseo, con il comune di Paratico da cui inizia.

IMG_2730 IMG_2738

Il Parco dell’Oglio Nord si estende per una lunghezza fluviale di 80 Km e interessa una superficie di circa 14.000 ettari. Un’area imponente dove la presenza umana e produttiva è molto importante e influenza fortemente l’aspetto di questo territorio che mantiene anche diverse aree naturalisticamente integre.

Questo è testimoniato dalla presenza di una interessante fauna tra cui: la donnola, la faina, il tasso e la volpe, la garzetta, l’airone cinerino, la civetta, il gufo, la cornacchia, la folaga, il gabbiano, il merlo, il picchio e la rondine.

Il fatto si estenda su tre provincie – Bergamo, Brescia e Cremona – consente al Parco dell’Oglio Nord, l’opportunità di offrire una diversità ambientale, ma soprattutto eno-gastronomica molto interessante. Si passa dai celebri vini della Franciacorta, alle inaspettate produzioni vinicole della bergamasca, fino a ristoranti che offrono un’attenta e curatissima rielaborazione delle tradizioni locali.

IMG_2700
La storica stazione di Paratico, restaurata in maniera eccellente è punto d’interesse da cui parte il nostro itinerario,

IMG_2703 IMG_2707

Si avverte lungo tutta la superficie del Parco, una crescente consapevolezza del valore del territorio, delle tradizioni e della cura dell’ambiente. La migliore testimonianza di questo è data dagli Eco-Ranger del Parco dell’Oglio Nord, nome che ci siamo permessi di coniare per le Guardie Ecologiche Volontarie del Parco.

I tre giorni passati assieme agli Eco-Ranger, ci ha fatto scoprire la dedizione, la serietà, ma anche la simpatia di queste persone che dedicano una buona parte del loro tempo libero alla conservazione e alla tutela del Parco dell’Oglio Nord.

IMG_2881
La Rocca sforzesca di Soncino

All’interno dell’area del Parco, tante anche le testimonianze storiche ed artistiche, con rocche, castelli, chiese e musei, in un territorio che fu la linea di confine tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia.

IMG_2766 IMG_2919 IMG_2921

 

Questa è una zona da scoprire senza fretta, andando alla ricerca di eccellenze produttive, dove degustare sapori ed emozioni del palato, oppure cercando le tante bellezze paesaggistiche, i monumenti, ma anche i momenti di relax in riva ai corsi d’acqua del Parco.

Cosa non perdere nel Parco dell’Oglio Nord

Si trovano tracce delle fortificazioni in quasi tutti i Comuni presenti nel Parco fra cui si segnalano la maestosa Rocca sforzesca di Soncino (CR), con la presenza di una delle cerchie murarie più suggestive e meglio conservate della Lombardia, costruita nel 1473-1475 per volontà di Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano; la Stamperia Ebraica dei tipografi Soncino, una delle stamperie ebraiche più antiche del mondo; il Castello di Villachiara (BS), antica residenza dei Martinengo, il Castello di Pumenengo (BG), costruito nella seconda metà del XIV secolo su iniziativa di Regina della Scala, probabilmente sul sito di una precedente costruzione; il Castello di Orzinuovi con la porta Sant’Andrea e le mura fortificate di Palazzolo sull’Oglio.

IMG_2758 IMG_2781 IMG_2914-1

IMG_2819Cosa fare nel Parco dell’Oglio Nord

Nel comprensorio del Parco è possibile svolgere diverse attività sportive, oltre al girellare con la vostra moto.

È quindi possibile praticare:

Trekking da soli o con le guide del parco

Mountain Bike o semplici passeggiate in bicicletta, da soli o con le guide del parco

Equitazione

Canoa

Percorsi guidati alla scoperta delle erbe officinali

IMG_2971 IMG_2973

 Il nostro giro:

https://goo.gl/maps/b2HUm68bKdR2

Parco dell’Oglio Nord: diamo i numeri e non solo:

Superficie Territoriale: Ettari 14170

Lunghezza asta fluviale: 80 Km

Caratteristiche altimetriche: h min 31 m slm – h max 186 m slm

7 Riserve Naturali

8 Siti Comunitari Rete Natura 2000

34 Comuni localizzati su 3 Province Bergamo, Brescia, Cremona

IMG_2799 IMG_2801

Comuni:

Alfianello, Azzanello, Bordolano, Borgo San Giacomo, Calcio, Capriolo, Castelli Calepio,

Castelvisconti, Cividate al Piano, Corte de’ Cortesi, Corte de’ Frati, Credaro, Gabbioneta Binanuova, Genivolta, Orzinuovi, Palazzolo sull’Oglio, Palosco, Paratico, Pontevico, Pontoglio, Pumenengo, Quinzano d’Oglio, Robecco d’Oglio, Roccafranca, Rudiano, Sarnico, Scandolara Ripa d’Oglio, Seniga, Soncino, Torre Pallavicina, Urago d’Oglio, Verolavecchia, Villachiara, Villongo.

Comune più popoloso: Palazzolo sull’Oglio con 20.000 (dato riferito al 31/12/2015).

Organi dell’Ente Gestore:

Consiglio di gestione: Presidente Luigi Ferrari, Consiglieri Ivan Pedoni (vice presidente),

Dino Cattaneo, Gabriele Colombi, Giuseppe Rossetti

Comunità del Parco composta dai rappresentati dei 34 Comuni e delle 3 Province

Mangiare e dormire consigliati nel Parco dell’Oglio Nord

Trattoria La Rosa Rossa

Località Monticelli d’Oglio 95

Verolavecchia (BS)

Telefono: 030931280

www.trattoria-larosarossa.it

Alla terza generazione di osti, la Trattoria Rosa Rossa dal 1950 è un punto di riferimento nella Bassa Bresciana. La cucina semplice e la campagna sono l’anima di piatti tradizionali realizzati con prodotti a chilometro zero.

Ristorante XVI Secolo

Via Gerolanuova 1

Orzinuovi (BS) Telefono 0305636125

www.ristorantesedicesimosecolo.it

IMG_2851Simone Breda e Liana Genini, lui chef, lei maître e sommelier, sono compagni nella vita e in questa avventura gastronomica. Dopo aver lavorato in celebri ristoranti in Italia e all’estero, decidono di aprire il loro ristorante: il Sedicesimo Secolo.

Lo chef racconta la sua cucina, con contrasti a prima vista azzardati ma ben equilibrati, giochi di colore e consistenze, ricerca costante di materia prima selezionata con cura anche tra i piccoli produttori del bresciano e del bergamasco. Lei abbina ad ogni portata il vino giusto, raccontando quello che si sta mangiando. Un posto decisamente da consigliare!

 

Cascina Oglio

Località Fosio

Sarnico (BG)

Telefono 035914125

www.cascinaoglio.it

L’agriturismo Cascina Oglio apre nel 2001 lungo la riva del fiume Oglio come coronamento dei progetti agricolo ed agrituristico grazie al funzionamento di 4000 metri quadrati di serre coperte destinate alla floricoltura e all’allevamento di animali per il consumo agrituristico. Chi vuole può fermarsi anche in una delle Camere o degli appartamenti.

Ostello Molino da Basso

La struttura ricettiva di proprietà dell’Ente Parco, si compone di Ristorante, Bar e 49 Camere è

sita in Comune di Torre Pallavicina, località Molino Di Basso, Via Madonna di Loreto.

www.ostellomolinodibasso.it

Foresteria Villa Bottini in Robecco d’Oglio (CR) www.villabottini.it

IMG_0648
L’ostello Molino da Basso
IMG_0660
Lo chef del “Molino da Basso” Luciano Lissana e la moglie

PARCO REGIONALE OGLIO NORD SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA

P.zza Garibaldi n° 15

25034 – Orzinuovi (BS)

Tel. 030 / 99.420.33

Fax 030 / 99.465.64

E-mail info@parcooglionord.it

Sito internet www.parcooglionord.it

 

CENTRO EDUCATIVO e FORESTALE E DI VIGILANZA ECOLOGICA

Via Madonna di Loreto sn – c/o Molino di Basso

24050 – Torre Pallavicina (BG)

Tel. 0363 / 99.65.56

Fax 0363 / 99.60.63

E-mail vigilanza@parcooglionord.it

Conoscere e degustare:

Azienda Agricola Terra & Lago (piccoli frutti) di Paratico (BS) www.terraelago.it

Azienda vitivinicola in Franciacorta Bredasole di Paratico (BS), www.bredasole.it

Caseificio di Torre Pallavicina (BG) www.caseificiotorrepallavicina.it

Azienda Agricola Bertoli in Castelli Calepio, Valcalepio (BG) www.agricolabertoli.it

Birrificio Agricolo OI, Urago d’Oglio (BS) www.birraoi.it

Apicoltura Mombelli in Quinzano d’Oglio (BS)  www.mielimombelli.it

Raccolta delle erbe commestibili lungo il fiume Oglio a Robecco d’Oglio (CR) Prenotazioni: Sig. Pagliari 3394181670

 

Check Also

DSCN0502

Ecodolomites, procuratevi una moto elettrica e partecipate, è uno sballo!

Con due Zero abbiamo avuto la fortuna di partecipare alla IX edizione di Ecodolomites, evento dedicato alla promozione dell'elettrico nelle località montane

3 comments

  1. Ciao a tutti
    Proposta inedita e molto interessante. Ancora più interessante sarebbe vedere questo bel giro disegnato su una cartina stradale. Sarà possibile?
    Grazie
    Buon lavoro a tutti e complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *