Home / Moto / Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta
Ducati XDIAVEL
Ducati XDIAVEL

Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta

Qualche semplice consiglio da rispettare per viaggiare in coppia in modo più sicuro e divertente. Una maniera per condividere il viaggio.

Utilizzare la moto in coppia è sicuramente uno dei modi più piacevoli per fare del mototurismo. Ovviamente questo tipo di attività comporta maggiore attenzione durante la guida. Ricordate che il comportamento del vostro mezzo varia a secondo di quanto viene caricato: passeggero e bagagli influenzano notevolmente il comportamento delle sospensioni e dei freni. Sempre valido il consiglio generale di essere più “attenti”; ricordate che avete una responsabilità morale verso il compagno di viaggio.

Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Ducati biposto
Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Ducati biposto

Una nota che mi sento di condividere, alla luce di quanto vedo spesso in strada: molti confondono il gusto di condividere la passione della moto in coppia con una occasione per dimostrare quanto si è abili e veloci con il/la propria compagna. Sbagliato, state giocando non solo con la vostra vita, ma anche con quella di chi state trasportando: rifletteteci.

  1. Quando caricate o viaggiate in due, ricordatevi che è buona norma intervenire sul precarico della molla dell’ammortizzatore posteriore. Solitamente, quasi tutte le moto dedicate al turismo, hanno la possibilità di decidere quanto deve essere “compressa” la molla; questo fa sì che la moto si sieda troppo dietro, scaricando troppo lo pneumatico anteriore. In sostanza la moto diventata meno intuitiva e diventa più difficile mantenere la giusta traiettoria impostata. Solitamente sul libretto d’istruzione della vostra due ruote, è spiegato e illustrato come e dove intervenire per regolare l’ammortizzatore. I modelli più sofisticati e costosi possono avere sospensioni elettroniche, che hanno già come default una mappa dedicata ad ogni condizione di guida e di carico.
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Regolazione precarico
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Regolazione precarico
  2. La pressione di gonfiaggio è fondamentale per la sicurezza e durata degli pneumatici. Non c’è una regola di base di quanto aumentare la pressione a seconda del carico del veicolo. Solitamente il dato corretto è riportato sul libretto d’istruzione del veicolo. Una pressione di gonfiaggio insufficiente riduce la durata, influenza in maniera negativa sulla guida e può danneggiare in maniere irrimediabile la gomma. Una pressione eccessiva, entro certi limiti, può portare ad una usura non uniforme del battistrada. Ricordarsi di verificare la pressione a gomme fredde, almeno una volta ogni quindici giorni, di farlo direttamente da un gommista che ha manometri di migliore qualità; non sempre quelli in uso nelle stazioni di servizio sono affidabili, come anche quelli a corredo dei classici compressori del fai-da-te.
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Jorg Badura 2016 Around Gaia in New York City
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta. Jorg Badura 2016 Around Gaia in New York City
  3. Se sono le prime volte che portate in sella con voi un compagno/compagna di viaggio, cercate di entrare in sintonia pian piano. Ricordate che per diventare affiatati, proprio come avviene nelle prime fasi di una relazione, bisogna rodarsi. Prendetevi il tempo che ci vuole, e non esagerate nel voler stupire la vostra amata o il vostro amico, con accelerazioni da dragster, staccate alla Valentino Rossi e piegoni alla Marquez. Il vostro passeggero deve per prima cosa acquistare sicurezza sia nel pilota che nel veicolo ed entrare in sintonia accompagnando i vostri movimenti con fiducia, senza opporre resistenza alla dinamica di guida; quante volte è capitato di entrare in curva e sentire il passeggero che invece di rimanere in linea con la piega, preso dalla paura sposta il peso del corpo verso il lato opposto?
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta
    Cinque consigli per viaggiare in coppia in motocicletta
  4. Il passeggero è esposto agli stessi pericoli del pilota, quindi l’abbigliamento deve essere adeguato: casco e giacca devono necessariamente di buona qualità e con protezioni. Stesso discorso per quanto riguarda per i guanti, meglio quelli sportivi che hanno protezioni specifiche in caso di scivolata. Non fategli mancare anche dei buoni stivaletti da moto, quelli da turismo solitamente oltre a garantire una buona sicurezza, sono anche relativamente comodi anche quando si scende dalla moto.
    In moto bisogna andare sempre con l'abbigliamento adeguato
    In moto bisogna andare sempre con l’abbigliamento adeguato
  5. Se poi volete far colpo sulla vostra compagna di viaggio beh, allora cercate di portarla verso una destinazione con dei bei panorami e magari con delle strade ricche di curve: in Italia non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ricordatevi che se è la prima volta che viene con voi non potete farle sciroppare centinaia di chilometri, altrimenti sarà anche l’ultima. E ogni tanto giratevi e assicuratevi che sia tutto ok!boemia meridionale-1651

Check Also

Dario Scotti, in partenza con la sua Moto Guzzi V7 III Stone

Moto Guzzi V7 e Riso Scotti insieme sulla Via della Seta

Parte il 14 giugno 2017 il viaggio che porterà la Moto Guzzi V7 III Stone e Riso Scotti sulle tracce della Via della Seta attraverso 4.000 km on the road.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *