Home / Moto / Prove / Prova Continental contitrailattack2
Prova Continental
Prova Continental

Prova Continental contitrailattack2

Continental contitrailattack2 è uno pneumatico stradale destinato alle Enduro di ultima generazione,  che unisce comfort e ottime prestazioni su asfalto.

Le vendite di moto negli ultimi anni stanno regalando buoni risultati per quanto riguarda le moto da viaggio, e le moderne enduro sono tra i modelli più ricercati. Questa tipologia di moto si fa apprezzare per la facilità di guida, prestazioni, sicurezza e possibilità di carico. Non sempre però gli utilizzatori di questi mezzi li usano su ogni tipo di percorso, asfalto e fuoristrada, dividendo di fatto l’utenza tra quelli che vogliono e cercano l’avventura a 360° e quelli che amano viaggiare solo su asfalto.

Per i viaggiatori da asfalto Continental ha sviluppato uno pneumatico specifico, il contitrailattack2 destinato alle grandi e potenti maxi-enduro.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

Caratteristiche:

  • La mescola di derivazione Touring, migliore il grip sia sull’asciutto sia sul bagnato e garantendo un alto chilometraggio;
  • La struttura della carcassa anteriore assicura una migliore precisione di guida;
  • TractionSkin mette fine alla delicata fase di rodaggio nei primi chilometri, in sostanza sul battistrada non c’è la “cera”;
  • ZeroDegree per lo pneumatico posteriore con spiralatura a 0° in cavo d’acciaio, migliora il comfort di marcia anche a pieno carico;
  • MultiGrid, tecnologia che permette di realizzare una omogenea gradazione di grip in una unica mescola. Spalle più flessibili per una migliore tenuta in curva, area centrale più resistente all’usura per un miglior chilometraggio;
  • RainGrip, mescola che garantisce una migliore aderenza su strade fredde o bagnate.

Continental contitrailattack2

Continental contitrailattack2

La prova: viaggiare sul velluto.

Abbiamo deciso di eseguire il test con la stessa moto con cui avevamo provato il modello TKC 70, proprio per capire quali differenze di comportamento ci fossero tra i due pneumatici. Installati i nuovi contitrailattack2 sulla Yamaha Super Ténéré , quello che si apprezza fin da subito, è che effettivamente non serve rodaggio per pulire il battistrada, visto la mancanza della classica cera. Questo è un elemento di sicurezza molto importante, soprattutto per i neofiti, che alle prime curve con gomma nuova rischiano qualche bello spavento.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

Rassicura fin da subito la tenuta degli pneumatici, che cambiano notevolmente le caratteristiche di guida della Yamaha Super Ténéré XT1200Z, appena smessi i TKC 70. La moto diventa decisamente più maneggevole, fin troppo nei primi momenti e soprattutto l’anteriore da una sensazione di eccessiva leggerezza e reattività nell’eseguire i comandi del pilota. Questa caratteristica, ha bisogno di un periodo di assuefazione, anche perché gli utilizzatori delle grosse Enduro sono spesso abituati a dover essere energici nell’indirizzare il proprio “bisonte” verso la traiettoria scelta. Una volta che si è capito questo comportamento, quello che sulle prime era una caratteristica da digerire, dopo diventa uno dei maggiori pregi.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

Infatti inserire la moto verso la migliore traiettoria avviene in maniera fluida senza dover forzare o lavorare eccessivamente con lo spostamento del peso del corpo. Bella la sensazione del grip offerto, l’anteriore non chiude anche se si entra in curva con i freni in mano e si sente sempre una grande aderenza; il posteriore non si fa mettere in crisi anche nelle pieghe più accentuate, dove l’unico “segnale” di eccessivo angolo di piega arriva dalle pedane che scintillano sull’asfalto. In uscita di curva, anche da quelle più lente, ruotando con decisione la manopola dell’acceleratore, non viene mai a mancare la trazione. La moto, seppur pesante quasi 260 kg, è più leggera da condurre nel misto, e passare da destra a sinistra e viceversa, avviene con maggiore fluidità, velocità e con la sensazione di più tenuta rispetto agli TKC70.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

Nei tratti veloci, rimane la ottima sensazione di direzionalità sempre con poco sforzo, e di una rassicurante tenuta anche nelle curve più veloci. Sui percorsi bagnati si comportano molto bene, ma in questo caso quello che dà maggiore confidenza è la tenuta dello pneumatico posteriore, mentre quello anteriore da meno feeling sul reale grip, sempre comunque molto buono.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

In questo test non ci siamo fatti mancare anche un bel tratto di strade bianche, in questo caso siamo andati a scoprire dei fantastici percorsi nelle “Crete Senesi”; su questo tipo di percorso escono fuori le caratteristiche di uno pneumatico di tipo stradale, quindi in sostanza si è sempre quasi sempre in difficoltà, e in presenza di ciottolato si rischia oltre che di bucare anche di “sdraiarsi”; in queste tipo di situazione il TKC70 si comporta egregiamente.

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

 

Vi potrebbero anche interessare:

Dove siamo andati con i contitrailattack2 http://www.moto-ontheroad.it/on-the-road/reportage-in-moto/lo-chiamavano-trinita/

Prova dei Continental TKC 70 http://www.moto-ontheroad.it/moto/prove-moto/continental-tkc-70/

Dove siamo andati con i TKC 70 http://www.moto-ontheroad.it/on-the-road/reportage-in-moto/via-del-sale/

Prova della Yamaha Super Ténéré XT1200Z http://www.moto-ontheroad.it/moto/prove-moto/yamaha-super-tenere/

Continental contitrailattack2
Continental contitrailattack2

Check Also

Ducati Multistrada 950

Ducati Multistrada 950: la nostra prova in viaggio.

Si allarga la gamma della Casa Bolognese, arriva la Ducati Multistrada 950, più facile, divertente, meno sofisticata e con un prezzo più accessibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *